14 Aprile 2021

Calvignasco Under 19, il pensiero di Fabbi: «Un ambiente sereno dove crescere insieme»

Le più lette

Ciliverghe-Castiglione Eccellenza: Ricupati e Spezia regalano il primo sorriso ai bresciani

Il Ciliverghe si prende subito 3 punti preziosissimi contro il Castiglione nella prima giornata di questa ripartenza dell’Eccellenza lombarda...

Angolo Eccellenza: da questo venerdì il nuovo format targato Sprint e Sport

Da venerdì 9 aprile alle ore 19 in punto vi aspetta il nuovissimo appuntamento live "Angolo Eccellenza". Ogni settimana...

Azalee-Alessandria Serie C femminile: buona la prima per Colombo che sbanca il Maino grazie a Coppola e Lettieri

La doppietta di Coppola e il gol su rigore di Lettieri stendono l'Alessandria e benedicono l'esordio di Paolo Colombo,...

Prosegue la consueta rubrica in cui approfondiamo i tratti significativi delle formazioni giovanili più promettenti del capoluogo lombardo, dando voce ai loro preparati allenatori. Oggetto dell’appuntamento odierno sarà dunque il nuovo ed ambizioso progetto del Calvignasco Under 19, che finalmente torna ad affacciarsi nuovamente alla categoria sotto la guida di Marco Fabbi, ex tecnico di Casorate e Bereguardo.

«Sono fiero di poter affermare di essere a capo di un percorso incredibilmente stimolante, è il primo anno, infatti, in cui la società Calvignasco ha allestito una rosa pronta a competere encomiabilmente per le prime posizioni del girone, dopo un periodo in cui giocatori e talento scarseggiavano. La scorsa stagione allenavo un promettente gruppo di Allievi, il quale, prima della sospensione delle attività agonistiche, veleggiava meritatamente in cima alla classifica. La maggior parte di quel nucleo di giovani calciatori costituisce oggi l’ossatura principale della squadra attuale, sono ragazzi svegli, pronti già da subito a stupire nonostante la poca esperienza maturata».

Il tecnico prosegue sottolineando l’importanza di potersi concentrare in maniera costruttiva sulla squadra, senza il timore di disattendere esagerate aspettative societarie: «Uno dei maggiori punti di forza di questo ambiente è sicuramente la possibilità di lavorare serenamente, lontano da pressioni controproducenti. A differenza di altre realtà calcistiche, dove la ricerca della vittoria viene esasperata in maniera quasi ossessiva, il nostro principale e prioritario obiettivo è certamente salvaguardare il processo di crescita sportivo e umano di ogni singolo giocatore. Limare i difetti e rafforzare i pregi, tramite l’unità del gruppo, deve essere la strada da percorrere per massimizzare i risultati».

Nonostante la sconfitta d’esordio, Fabbi e i suoi si sono resi protagonisti di un interessante precampionato, che ha giustificato le premesse positive sulla rosa ed evidenziato i dettagli tattici da sistemare: «Ritengo che l’organizzazione difensiva sia uno degli aspetti su cui bisogna concentrarsi maggiormente se si vuole ambire ad obiettivi importanti. L’equilibrio tra i reparti è fondamentale per garantire una solidità tattica su cui fondare e imporre il proprio gioco. Ed è per questa ragione che preferisco impostare la formazione su un classico e sempre funzionale 4-4-2, grazie al quale riesco ad assicurare una compattezza difensiva adeguata e a sostenere le azioni d’attacco tramite l’apporto degli esterni. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il talento puro di certo non manca, e i ragazzi mostrano ancora ampi margini di miglioramento in questo senso. Spero vivamente, anche se dubito, in una ripartenza sicura per dimostrare e consolidare le nostre capacità».

Questa la rosa del Calvignasco:

Portieri

Bertolli

Russo

Difensori

Ciuti m.

Ciuti f.

Voltan

Alberti

Campagnoli

Bersani

Frattini

De stefani

Centrocampisti

Belloni

Lizzi

Ferrante

Quintini

Scala

Attaccanti

Genova

Trimboli

Grecchi

Barletta

Garau


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0