15 Gennaio 2021

Casorate – Zibido Under 19: i padroni di casa fermano la capolista e si avvicinano alla vetta

Le più lette

Brebbia Under 17, Herran: «Il calcio come la vita, 90 minuti per dare tutto»

Società nuova e con l'obiettivo di formare un gruppo quasi da zero è il Brebbia del girone B del...

Calcio Leffe Under 15, il tecnico Luca Agosti: «Tra i nostri obiettivi principali, la maturità calcistica e psicologica dei ragazzi»

In questa stagione il Calcio Leffe Under 15, una squadra giovane formata da diversi ragazzi nati nel 2007, allenata...

Castellanzese – Città di Varese Serie D: finale al cardiopalma al “Provasi”, Chessa la ribalta all’ultimo respiro

Emozioni, gol ed un finale da rimanere senza fiato: non è mancato nulla in Castellanzese – Città di Varese,...

Pomeriggio da ricordare per il Casorate del tecnico Mattiolo; i biancoblù infatti, al termine di una partita molto nervosa e dall’alto tasso agonistico, tornano alla vittoria dopo il pareggio con il Real Trezzano sgambettando, la capolista Zibido. Già dai primi minuti dell’incontro i ritmi sono elevatissimi; entrambe le squadre cercano di imporsi sulla formazione avversaria senza però creare occasioni da gol per i primi dieci minuti, quando sugli sviluppi di un corner battuto dagli ospiti Danza prova a trafiggere Rovati con un tentativo aereo: la sua conclusione viene però miracolosamente salvata sulla linea dalla retroguardia del Casorate. Tre minuti dopo tuttavia, lo Zibido viene beffato proprio da calcio d’angolo: Coppetta respinge con un grande intervento il colpo di testa di Mancini, ma il pallone termina sui piedi di Fasani che insacca a porta sguarnita. Per il resto della prima frazione il leitmotiv rimane sempre lo stesso: i padroni di casa, guidati da una mediana quasi perfetta, continuano a cercare in ogni modo di penetrare le barricate dei ragazzi di Castelli con trame di gioco ben sviluppate, che non vengono però sfruttate dai tre componenti del reparto offensivo. Ad una manciata di minuti dal termine del primo tempo, gli ospiti, in netta difficoltà e completamente schiacciati nella propria metà campo, rischiano di incassare il raddoppio, se non fosse per Torrini che, lanciato in porta da Goretti, a tu per tu con Coppetta si divora il gol che avrebbe buttato a terra il morale di uno Zibido non in giornata già dopo soli quarantacinque minuti.

La seconda frazione inizia sulla falsariga della prima: dopo dieci minuti predominio dello Zibido, rinato dagli spogliatoi dopo la pausa, sono proprio i giallorossi a creare la prima palla gol della ripresa; Capuano sulla fascia destra del campo salta secco De Nino, ma da distanza ravvicinata spreca la colossale opportunità di riportare la sua squadra sul pari calciando a lato. Per i restanti trentacinque minuti, nessuna delle due formazioni crea grattacapi all’estremo difensore avversario, complice da un lato un ritmo di gioco sicuramente molto più basso rispetto alla prima parte di gara e dall’altro le numerose interruzioni di gioco causate dai continui falli commessi da entrambe le squadre, che costringono l’arbitro Marino agli straordinari, costretto ad ammonire ben dieci giocatori. Nonostante un secondo tempo non indimenticabile, il Casorate riesce a centrare il raddoppio a tre minuti dal termine del match: il subentrato Ferro, pescato da Marro, si inserisce tra le linee della retroguardia avversaria, ingaggia un duello fisico con i centrali dello Zibido da cui esce vincente, finendo col servire di sponda capitan Torrini che da pochi metri infila alle spalle di Coppetta e spedisce i suoi in paradiso.

I tre punti conquistati, frutto di un primo tempo di alto livello ed un secondo di attesa e contenimento degli attacchi avversari, permettono al Casorate di rilanciarsi per la corsa alla vetta della classifica. Prestazione invece da cui far tesoro per gli ospiti, troppo poco incisivi davanti e surclassati in mezzo al campo, chiamati ora a rifarsi la prossima giornata con il Casarile, in quello che potrebbe essere un crocevia di vitale importanza per la conquista del primato in classifica.

Il direttore di gara Marino di Abbiategrasso

IL TABELLINO DI CASORATE – ZIBIDO UNDER 19

 

RETI: 13′ Fasani (C), 42′ st Torrini (C).
CASORATE PRIMO (4-3-3): Rovati 6.5, De Nino 7, Basani 6.5, Goretti 7.5 (37′ st Mammone sv), Grassi 6.5, Olla 7.5 (48′ st Fizzotti sv), Torrini 7, Fasani 6.5 (26′ st Pischedda 7), Bianchi 6 (19′ pt Ferro 8), Marro 7, Mancini 7. All: Mattiolo 8. Dir: Nazzaro. A disp: Orlando, Nazzaro, Labella, Diurno, Aloni.
ZIBIDO (4-3-3): Coppetta 6.5, Borisov 6, Gismundi 6.5 (43′ st Modugno sv), Danza 7, Arganese 5.5 (1′ st Graffagnini 6), Arrighetti 6, Tarsilla 6.5 (12′ st Sparta 6), Scavullo 5.5 (34′ st Zamfir sv), De Maria 6.5 (23′ st Vullo 6), Capuano 6. All: Castelli 6. Dir: A disp: Valerio, Chiodi, Selvaggio, Mirabelli.
ARBITRO: Marino di Abbiategrasso 8. Dirige perfettamente una partita di difficile gestione e dai nervi molto tesi.
ESPULSO: Comis (Z).

Ferro, il migliore in campo

LE PAGELLE DI CASORATE – ZIBIDO UNDER 19

CASORATE
All. Mattiolo 8 Da grande stratega della panchina indovina due dei cambi decisivi per la vittoria.
Rovati 6.5 Anche se poco impegnato dagli avversari, quando coinvolto si fa trovare sempre pronto.
De Nino 7 Elemento di grande affidabilità, quasi mai in affanno.
Basani 6.5 Tiene a bada le scorribande di Capuano sulla sua fascia di competenza.
Goretti 7 Infermabile in mezzo al campo, crea sempre superiorità numerica e viene fermato solo dai numerosi falli avversari. (37′ st Mammone sv).
Grassi 6.5 Collante tra difesa e attacco, impeccabile per quasi tutti i novanta minuti.
Olla 7.5 Pilastro difensivo del Casorate, solo i crampi lo mettono KO. (48′ st Fizzotti sv).
Torrini 7 Pendolino della corsia di destra, sigla il gol del 2-0.
Fasani 6.5 I suoi inserimenti mandano in tilt la difesa avversaria. (26′ st Pischedda 7).
Bianchi 6 Parte bene, ma viene tradito dalla troppa foga; costretto ad uscire dal campo dopo pochi minuti. (19′ pt Ferro 8 Game-changer della partita, incubo di tutta la retroguardia dello Zibido.
Marro 7 Lui e Goretti dominano la frazione centrale del campo per tutta la partita.
Mancini 7 Prestazione senza sbavature, elemento imprescindibile della muraglia biancoblu.

ZIBIDO
All. Castelli 6 Perde la sfida a scacchi sul rettangolo verde con il collega Mattiolo.
Borisov 6 La sfida personale con Fasani lo mette a dura prova.
Coppetta 7 Tiene a galla la squadra con alcuni interventi di alto livello.
Gismundi 6.5 Soffre gli inserimenti di Torrini ma riesce a reggere il colpo. (43′ st Modugno  sv).
Danza 7 Il migliore dei suoi, dalle sue parti non si passa.
Arganese 5.5 Pomeriggio da dimenticare, giganteggiato dal centrocampo avversario. (1′ st Graffagnini 6).
Arrighetti 6 Perde il duello con Ferro da cui nasce il gol del raddoppio.
Tarsilla 6.5 Le poche occasioni dello Zibido arrivano dai suoi piedi. (12′ st Sparta 6).
Scavullo 5.5 Non riesce a farsi spazio nella gabbia che il Casorate erge in mezzo al campo. (34′ st Zamfir sv).
De Maria 6.5 Il suo altruismo e il suo coraggio non basta per superare i centrali avversari. (23′ st Vullo 6).
Capuano 6 Le sue offensive sulla sinistra vengono spesso e volentieri arginati da De Nino.

 

LE PAROLE DI MATTIOLO, ALLENATORE CASORATE PRIMO

LE PAROLE DI CASTELLI, ALLENATORE ZIBIDO

 


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati. Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli