16 Maggio 2021

Juniores Milano, vedute d’alta quota

Le più lette

Sanmauro, rotta verso la stagione 21/22: Piazzoli porta 8 nuovi innesti per la prima squadra, Trombini allenerà l’Under 19

Il modo migliore per guardare al futuro è con l'organizzazione e la forza di volontà. Archiviata una stagione difficile...

Torinese-Lucento Under 16, decide una rete di Corcione, la fotogallery completa

La fotogallery completa di Girolamo Cassarà dell'amichevole di domenica in via dei Gladioli vinta 1-0 dalla squadra di Alessandro...

Aldini-Lombardia Uno Under 14: Mangione devastante e Panza da urlo, Cinerari tiene alta la bandiera degli ospiti

Gol bellissimi, episodi da moviola, scontro di pensiero tra i due allenatori e animi caldi anche in campo. C'è...

Alla fine sarà stata una sbavatura isolata, ma Ermanno Cobianchi non è tipo che transige su certe cose. L’inciampo in terra zibidese, un 5-5 con troppe reti subite, andava cancellato. E così nelle ultime quattro partite, al netto di 19 reti segnate, la Frog Milano non ne ha incassata nemmeno una. Impresa non da poco calcolando che tra campionato, coppa e turno infrasettimanale, i gialloverdi hanno affrontato un filotto diabolico di 360 minuti nelle gambe in 10 giorni. Di fronte a questi numeri viene legittimo domandarsi chi possa fungere da Antifrog, chi potrà ingaggiare questa insolita Batracomiomachia senza fare la fine del topo. Se l’Accademia Gaggiano sta attraversando un periodo di flessione, il principiale indiziato è il Casorate. Una sola sconfitta, – 2 dalla Frog (ma i casoratesi devono ancora passare ai box per il pit stop del turno di riposo) i biancazzurri sono pronti a tentare la scalata, ma il tecnico Massimiliano Pelosi non si fa facili illusioni: «Nelle prossime gare affronteremo il Calvignasco nel derby, Basiglio, Opera, Gaggiano, Concordia e Frog. Sono forse le squadre più in forma, servirà il massimo impegno da parte nostra». Già: se l’Opera sta ancora cercando il nuovo assetto dopo l’addio del tecnico Giulio Martelli (passato alla Prima Squadra), Basiglio e Concordia sono in splendida forma, anche se Pagani ha qualche rammarico dopo il pareggio ad Abbiategrasso: «Sono due punti buttati, troppe occasioni non concretizzate». Cambiando girone, è impossibile non notare il vessillo gialloviola che garrisce al vento nel girone A. Il Villapizzone è la vera sorpresa del gruppo contraddistinto dalla prima lettera dell’alfabeto. La squadra di Vincenzo Mele sta tenendo testa a una macchina sparatutto come la Triestina grazie alla virtù opposta: la difesa. Se gli alabardati detengono il primato di esultanze di tutta la categoria (54 le marcature sin qui), il Villapizzone si fregia della maggior solidità in assoluto (solo 5 le volte in cui Beccati ha dovuto raccogliere il pallone in fondo al sacco). D’altronde Mele qualche settimane fa non ne aveva fatto un mistero: «La fase difensiva è forse quella che curiamo di più in settimana». Nel C rinviate per il maltempo le partite di Rondò Dinamo e Rondinella e la Football Sesto ne approfitta per violare il campo del Dindelli per 3-2. La squadra di Caligiuri ha dimostrato finora una dote: quella di saper soffrire, stringendo i denti contro la Forza e Coraggio e in via Treviglio e ribaltando sfide che sembravano già andate all’ortiche come quella con l’Orpas o il derby contro il Rondò. C’era tanta attesa per lo scontro d’alta quota tra Pro Novate e Baranzatese, ma la partita è stata sospesa al 10’ della ripresa per un infortunio occorso all’arbitro. L’epilogo fortuito lascerebbe molti rammarichi ai padroni di casa che conducevano per 1-0, se la partita dovesse essere ripetuta daccapo. Domani probabilmente si apprenderà se il giudice sportivo opterà per la ripetizione parziale o totale. Altra sospensione tra Vighignolo e Bonola, stavolta a 10’ dal termine sul parziale di 1-0. L’oscurità sopraggiunta impediva infatti il prosieguo, ma la gara era iniziata con un quarto d’ora di ritardo. Anche per gli sviluppi di questo caso, bisognerà attendere il comunicato.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli