16 Maggio 2021

Pettinato, Sancri all’ultimo grido nell’infrasettimanale

Le più lette

Club Milano, il Responsabile delle Attività di Base Alessandro Buglia: «Stare accanto ai più piccoli è un lavoro delicato»

Alessandro Buglia, il Responsabile delle Attività di Base del Club Milano, è al secondo anno di collaborazione con la...

Lombardia Uno-Enotria Under 15: Aguiari decide la partita con un pallonetto che mette in ginocchio i rossoblù

Lombardia Uno ed Enotria tornano a giocare una partita dopo tanti mesi di inattività. Entrambe le formazioni hanno dato...

Il giovane di Eccellenza A: facchetti, da ala a terzino goleador

Non è mai facile sapersi adattare ad un nuovo ruolo. Non è però il caso del classe 2001 Davide...

San Crisostomo-Real Crescenzago non è una partita qualunque, per svariate ragioni. Innanzitutto perché è un derby. Via Trasimeno e il campo del Dindelli (nel feudo di via Cambini sono iniziati lavori in vista del nuovo centro) distano appena un paio di chilometri. Gialloblù e biancorossi si rispettano e si conoscono bene. La sorte vuole poi che entrambe si trovino nella seconda parte della classifica, appaiate a 4 punti. La Sancri cavalca l’onda della vittoria contro lo Scarioni e sembra aver annientato il malocchio delle prime quattro giornate (4 sconfitte con un solo gol di scarto). Il Real Crescenzago è una scommessa tutta da scoprire: solo quattro giocatori militavano nella Juniores biancorossa anche l’anno scorso. Uno spuntino infrasettimanale è l’occasione migliore per entrambe per placare un po’ di fame di classifica. La Pietra fischia l’inizio e quasi subito s’intuisce che non capiterà spesso di vedere una delle due reti gonfiarsi. La difesa di casa pare registrata col compasso: Bianchera e Di Terlizzi sono centrali affidabili, Castagnedi un motorino sulla fascia, Piancatelli un terzino abile nei contrasti che non disdegna la giocata magica dal cilindro. Crisostomo fisicamente superiore che cerca di far girare la palla, affidandosi in avanti alle invenzioni di Inserauto che fa vedere le streghe la retroguardia ospite. Il Real Crescenzago pratica un pressing asfissiante per costringere gli avversari a non pensare. Badran e Dell’Olio sono micidiali sulle ripartenze. I ragazzi di Bernardi inoltre sui banchi di scuola hanno imparato a memoria la tattica del fuorigioco e Cariati Brothers & C mandano puntualmente a vuoto gli arieti gialloblù. E sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio al 13’ con un’azione fulminea: Sgaggio ruba palla a centrocampo, Colombo Baya serve un filtrante per Touma che decentrato trafigge Marostica. Neanche il tempo che le sinapsi del pubblico ricostruiscano cos’è successo e il Real è in vantaggio. La risposta della Sancri non si fa attendere: prima Baro su punizione tenta lo schema per Chianca, poi Habo esce benissimo su Pettinato. Ma è proprio Pettinato all’imbrunire del primo tempo a trovare il gol del pareggio con un’imbucata puntuale su assist del moto perpetuo Inserauto. «Abbiamo fatto un primo tempo straordinario» commenta il tecnico ospite Riccardo Bernardi «Siamo riusciti a contrastare la loro fisicità e forse avremmo potuto trovare il secondo gol. Siamo una squadra giovane e quasi del tutto nuova, ci sono ancora tanti margini di miglioramento» La ripresa è un po’ più farraginosa, le energie calano senza che nessuno dei due contendenti riesca a imporsi. Ci va vicino il Crisostomo ma Habo neutralizza i contropiedi con due uscite all’arma bianca in vecchio stile. È ancora il portierone ospite a volare sul palo su una punizione insidiosissima di Baro. Sono proprio i guantoni di Habo l’ultima istantanea della gara, che lascia qualche rimpianto al tecnico di casa Marco Sala: «Avremmo avuto qualche occasione per chiuderla ma sono soddisfatto della prestazione e del momento di forma. Abbiamo conquistato cinque punti negli ultimi tre incontri, siamo la quinta miglior difesa del campionato, ci lavoro molto in allenamento, così come sull’agonismo e sulla resistenza. Continuiamo il nostro progetto di crescita». A fine gara poi gli staff tecnici si mescolano in un vorticare indistinto di giallo, bianco e rosso. Si commentano infatti i risultati del girone. Qualche giocatore ha consumato tutte le forze e guadagna gli spogliatoi zoppicando. Un derby significa anche questo.

Crisostomo-Real Crescenzago 1-1
RETI (1-0, 1-1): 13’ Touma (R), 41’ Pettinato (S).
CRISOSTOMO: Marostica, Castagnedi, Piancatelli, Inserauto, Bianchera, Di Terlizzi, Chianca, Dalawangbayan (20’ st Cangelli), Pettinato, Baro (44’ st Saracco), Fertonani (29’ st Tini). A disp. Manieri, Saracco, Brioschi. All. Sala. Dir. Di Terlizzi-Fertonani-Venezia.
REAL CRESCENZAGO: Habo, Cariati S., Masiero, Kebbaj (13’ st Villanueva), Di Gioia, Cariati E., Badran, Colombo Baya (26’ st Natale), Touma (45’ st Kane), Sgaggio, Dell’Olio. A disp., Khedr, Abbascià, Falco. All. Bernardi. Dir. Scala-Fiorentini-Bruno.
ARBITRO: La Pietra di Milano.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli