Under 19 Milano: l’amore per l’Orione e il mito di Messi, ecco chi è Mancosu

Le più lette

SprinteSport: Bergamo e l’Italia che non si arrende. Esclusivo: parla Sibilia, ecco il piano Lnd

Edizione speciale e da non perdere quello di Sprint e Sport, in edicola e online in edizione digitale di...

Ponte sezione Calcio Under 19, senso ludico e tattico dell’allenatore Marco Ubiali

Il Ponte Sezione Calcio è la squadra di Ponte San Pietro. L’Under 19, in media classifica del girone A,...

Calcio in pellicola: i consigli(ati) cinematografici del weekend

Un gioco da gentiluomini, il calcio degli albori, in una società in pieno fermento con personaggi imperfetti e complessi:...

Il girone D della Juniores Under 19 di Milano ha messo in mostra Mancosu, attaccante dell’Orione che, grazie alle ventinove reti messe a segno, ha trascinato i suoi verso le zone alte della classifica e dato la possibilità di competere per la vittoria finale. Il giovane bomber parla così del campionato finora disputato da lui e dalla sua squadra prima della pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria: «Non mi aspettavo sicuramente una stagione con così tanti gol all’attivo, sono andato oltre alle mie previsioni, anche perché arrivavo da anni dove non riuscivo a segnare con questa regolarità. Quest’anno invece è diverso, l’allenatore mi ha dato fiducia sin dalla preparazione di Settembre, mi ha fatto sempre giocare e io sono riuscito a ripagarlo nel migliore dei modi. È un peccato perché ci siamo fermati proprio sul più bello, avevo voglia di continuare a fare gol e devo dire che per me è veramente difficile stare lontano dal calcio». Il goleador ricorda il suo passato e dichiara amore alla società biancoazzura: «Ho iniziato a giocare proprio all’Orione, poi ho girato un po’ di squadre, tra cui Masseroni e Alcione. L’ultimo anno della categoria Giovanissimi sono rientrato alla base e in questo momento non ho nessuna intenzione di andare via. Se arriveranno offerte le valuterò, ma io voglio rimanere in questa società che ormai è diventata la mia seconda famiglia. Ho già esordito con la prima squadra e il mio obbiettivo è di giocare con loro». Mancosu spiega poi la sua posizione preferita in campo e il calciatore a cui si ispira: «In questa stagione ho fatto molti gol dentro l’area di rigore, ma io preferisco prendere palla più indietro e puntare l’uomo. Poi faccio quello che mi chiede l’allenatore, mi metto al servizio della squadra. Il mio modello e fonte di ispirazione è Messi, che è il giocatore che in assoluto preferisco».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy