Cosov, al via la stagione del salto di qualità

516
Cosov la squadra di Paolo Zappalà si presenta con stile
Cosov la squadra di Paolo Zappalà si presenta con stile

Prende il via al bar Tabaccone di Villasanta la nuova stagione della Cosov. Aquilotti che dopo la superba stagione appena conclusa si affacciano al nuovo anno con un organico rinnovato che possa quest’anno certificare i playoff mancati davvero per poco la scorsa stagione. Lavoro estivo di ristrutturazione affidato al confermatissimo Santoro Domenico, Direttore Sportivo, che così commenta l’operato estivo e gli obbiettivi per questa nuova stagione: «Abbiamo rafforzato bene la rosa e chiuso alcuni rapporti per problemi di orari e lavoro. Credo che una delle cose migliori e più importanti che siamo riusciti a fare sia quello di aver mantenuto lo zoccolo duro della passata stagione, andando a puntellare ogni reparto con i giocatori di esperienza che ci sono mancati nella passata stagione. Siamo migliorati nel gruppo per esperienza e qualità dei singoli, dunque la speranza è quella di riuscire a fare quel qualcosa di più e migliorare l’ultima annata». Confermato anche il tecnico Paolo Zappalà che, dopo la falsa partenza di Domenica con la sconfitta contro il CGB, cerca già il riscatto sul campo difficile del Vedano dell’ex Marco Cupelli: «Sicuramente mi aspetto di ripetere la stagione passata e se possibile di riuscire ad alzare l’asticella. Ora però lavoriamo per amalgamare il gruppo dei nuovi con chi già era in rosa. Il lavoro fatto dalla società è stato importante e di qualità, mancava un po’ di esperienza in alcuni reparti e sono stati presi i giocatori adatti che ci permettessero di fare quel salto a cui aspiriamo. Tutte le partite sono uguali, la sconfitta di domenica l’abbiamo già messa via, abbiamo peccato di superficialità, ora però testa al Vedano, anche se credo che il valore vero di questa rosa lo avremo solamente tra un paio di settimane».
Chiude la serata il capitano della rosa, il difensore Jacopo Arenella che così parla di squadra e stagione: «Siamo migliorati molto rispetto alla stagione passata. Da un gruppo tanto giovane, e a tratti inesperto per la categoria, abbiamo ora invece un gruppo importante. La cosa più importante è stata il fatto di aver sistemato situazioni scomode come la mancanza di un secondo portiere. Al momento possiamo contare su una rosa importante che garantisce qualità ed esperienza sia da chi parte titolare negli 11 sia da chi invece parte e subentra dalla panchina, potenzialmente tutti sono titolari. Non parliamo nemmeno per sbaglio di ripetere la stagione scorsa perché lo sappiamo che il nostro obbiettivo dev’essere quello di puntare ai playoff e credo che con gli innesti di Barbato, e Seveso ex capitano del Città di Monza, si possa puntare a ciò che credo sia il nostro obbiettivo minimo per la stagione». Esperienza e qualità per puntare ai playoff in casa Cosov che si candida dunque per un ruolo da protagonista nel Girone T di seconda categoria di Monza, ora però occorre subito ripartire lasciandosi alle spalle il 3-1 contro il CGB e cercare il riscatto sul duro campo del Vedano dove si potrà già capire a che cosa le aquile rosse potranno ambire in questo campionato.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.