4 Marzo 2021

Don Bosco Cesano: il racconto del Ds Berti su come la società sta affrontando lo stop delle attività

Le più lette

Renate-Piacenza Serie C: alle Pantere non basta Maistrello, Gonzi la riaccende nel finale e rosicchia un punto decisivo

Le Pantere di Aimo Diana non scartano il pacchetto confezionato dalla Pro Patria (2-1 dei bustocchi nell'anticipo di ieri...

Atalanta-Spal Primavera 1: Moro riporta la Dea sulla terra, gli estensi tornano a correre

Una squadra che torna a vincere, la Spal, e una squadra che torna a perdere, l'Atalanta. Il match di...

Legnano-Lavagnese Serie D: Di Lernia trascina i lilla al successo in rimonta, alla Lavagnese non basta il vantaggio iniziale di Addiego

Legnano e Lavagnese, entrambe appaiate a 28 punti, sono alla ricerca di riscatto e continuità di risultati. Al "Mari"...

«Il segreto è non fermarsi mai»: in questa massima potremmo riassumere quanto è avvenuto e sta avvenendo in casa Don Bosco Cesano dove, nonostante il blocco delle attività, si continua a lavorare per il bene dei propri giocatori. La società, infatti, per rimanere vicino ai propri tesserati ha organizzato dei webinar settimanali come spiega Andrea Berti, il direttore sportivo del settore agonistico: «Attraverso due o tre incontri settimanali virtuali con i giocatori e il preparatore atletico, siamo riusciti a mantenere la continuità degli allenamenti, anche se in maniera diversa per quanto riguarda l’agonistica. Questi incontri, in linea generale, hanno riguardato tutte le categorie, dai piccolini fino all’under 19 e in essi sono intervenuti anche psicologi per dare supporto nel contesto del lockdown».

Tra il 23 novembre e il 7 dicembre, inoltre, sono stati organizzati dei webinar specifici dedicati anche ai genitori:«Abbiamo deciso di effettuare degli incontri virtuali anche con i genitori dei ragazzi, in particolar modo quelli della scuola calcio, sempre con la presenza di uno psicologo, per aiutarli nella gestione emotiva dei ragazzi più piccoli, che spesso faticano ad accettare di non poter giocare a calcio. Vogliamo fungere da supporto ai nostri tesserati nonostante l’impossibilità di svolgere le attività in presenza» puntualizza Berti.

In tutto questo continua il progetto scuola calcio elìte:«Stiamo continuando a lavorare, anche se ognuno da casa propria. La buona risposta partecipativa che abbiamo avuto da questi webinar ci da parecchie speranze per il futuro. Non abbiamo avuto alcun tipo di perdita di ragazzi e stiamo pensando di fare in modo che tali iniziative possano essere un appuntamento periodico fisso e non soltanto legato al lockdown attuale» continua il DS.

«Siamo felici di tutto questo e, se ci sarà la possibilità, continueremo le nostre attività anche nei giorni di festa, con la speranza di poter tornare a calcare i campi al più presto nel 2021» conclude.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli