Leon e Fooball Leon, guai a non credere a partite vere

581
Leon, con la Football Leon saranno partite vere
Leon, con la Football Leon saranno partite vere

Bella risposta quella che arriva dal primo derby in famiglia in casa Leon, tra l’AC e la Football Leon. Per i molti addetti ai lavori, e francamente non solo, si pensava già a partite non combattute vissute in vero stile amichevole con il rischio di andare a compromettere risultati e classifiche. Ovviamente di questo ipotetico dubbio è giusto esentare le due società, in quanto più volte avevano ribadito durante l’estate la loro richiesta di evitare il più possibile di avere le due squadre negli stessi gironi, proprio non incappare in questo tipo di problematiche. Quasi come un beffardo scherzo del destino, la sorte ha voluto che alla prima partita del campionato provinciale Under 17 di Monza Girone A le due formazioni – Ac Leon e Football Leon – sono state messe una contro l’altra in un match che alla vigilia poteva apparare poco più di una amichevole. E invece, al contrario dei malpensanti, la gara tra Football Leon e AC Leon ha mostrato una fotografia ben diversa rispetto ai pensieri esterni. Infatti come riportano da alcuni dirigenti e come poi conferma il clima in campo e sugli spalti, entrambe le squadre hanno giocato per vincere senza guardare in faccia nessuno. Emblema di questa situazione è rappresentato dal messaggio dato prima dell’inizio del match dai due capitani ai genitori e tifosi presenti in tribuna dopo una settimana vissuta con grande animo e fomento. Un gesto sicuramente simbolico e ben accetto, ma decisamente evitabile se magari si fossero disegnati con più logica e buon senso i gironi. Il campo ha regalato, ai fatti, una gara combattuta e agonistica dove nessuno dei ventidue in campo ha provato a tirare indietro la gamba, ma anzi fa quel qualcosa in più per raggiungere la vittoria. Dunque al termine della partita è arrivata una grossa smentita per tutti quelli che vedevano a questi “derby in famiglia” come delle possibili eventuali amichevoli in stile Villar Perosa, riprendendo la consueta amichevole della Juventus. Impressioni che trovano riscontro e conferma poi dai due tecnici che sottolineano come, nonostante si faccia parte della stessa società, ognuno guardi al suo orticello lavorando al massimo per il proprio gruppo nonostante si condivida il campo di allenamento. Da evidenziare le parole di due dirigenti come Bonello e Coccimiglio che cosi commentano questi scontri e la nuova stagione che il Leon vivrà con questa nuova divisione: «Penso che oggi il campo abbia dimostrato come entrambe le squadre siano di qualità e puntino a vincere e fare bene anche se siamo una sola società. L’organizzazione è sì la stessa, però le squadre, come le matricole, sono differenziate per permettere ad entrambe le rose di lottare e giocarsela fino in fondo cosi come abbiamo visto oggi. Volendo prendere l’esempio della Formula 1, ci sono si due guide ma nessuna delle due prevale sull’altra, ma anzi ognuno è chiamato a fare al meglio delle proprie possibilità e a conquistare importanti risultati». Derby che rivedremo nel ritorno di questo girone, poi anche coi 2005 regionali ed infine anche nei 2006 provinciali, dove la battaglia e l’agonismo non mancheranno cosi come dovrebbe sempre essere.

 


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.