5 Agosto 2020 - 13:47:14

#stiamoincontatto Monza: i dirigente spiegano, le società stanno in silenzio

Le più lette

Aldini Under 17: intervista doppia a Falcioni e Ricca, le due new entry nella rosa biancorossoblù

Tra le new entry per la prossima annata dell'Aldini Under 17 ci sono Mattia Falcioni e Francesco Ricca. Direttamente...

Caso Golee, ma la Cassetti e Scrofani hanno letto le condizioni generali di fornitura del servizio?

Ieri abbiamo ricevuto una segnalazione da parte di una società piemontese che non citiamo perché nulla toglie o aggiunge...

Un enorme balzo verso il futuro: la Pro Sesto presenta un nuovo logo e progetti innovativi

Un enorme balzo verso il futuro, un passo da gigante. La nuova Pro Sesto si è svelata ufficialmente nella...
Avatar
Mattia Polver
Vivo la mia vita una designazione alla volta

Un silenzio inaspettato che sorprende anche Ermanno Redaelli, prima che il Delegato Provinciale di Monza manifesti in maniera piccata la propria sorpresa nel non-udire alcuna domanda da parte delle società presenti (in tutto circa una cinquantina).

Pochi secondi che hanno messo in lieve imbarazzo la figura principale del calcio provinciale monzese, se consideriamo che al secondo appuntamento di #stiamoincontatto erano presenti praticamente tutte le figure intervenute per definire le modalità di chiusura della stagione corrente e di progettazione dell’anno sportivo che sarà.

Quesiti arrivati dopo una timida sollecitazione ma che si sono tenuti alla larga dal tema caldissimo riguardante le promozioni/retrocessioni nei campionati Regionali, specialmente alla luce della pubblicazione in giornata delle graduatorie. Come accaduto anche in altre delegazioni è stato Sergio Pedrazzini, Consigliere Regionale e membro della task force, a spiegare per intero come si sia arrivati alla scelta del quoziente punti quale fattore determinante per le promozioni.

Il nodo cruciale è stato rappresentato dall’Under 15, categoria nella quale un eccessivo buonismo nell’applicazione del meccanismo premiante per tutte le prime avrebbe portato alla conformazione di un campionato regionale per la stagione 2020/2021 composto da ben 108 squadre. Uno scenario che ha spaventato i membri della commissione, considerata l’attuale incertezza sulla data di ripresa ufficiale dei campionati.

Il quoziente punti è stato quindi ritenuto il metodo più oggettivo possibile, in quanto parametro aritmetico. Una discriminante che però ha lasciato comunque dei delusi, soprattutto nei gironi con un numero di squadre inferiori. E’ il caso del Cassina Calcio Under 17, secondo in graduatoria a causa del minor numero di gare giocate ma potenzialmente a pari punti con il Leo Team, quest’ultimo promosso. Da qui si è dunque deciso di premiare tutte le aventi diritto, tenendo conto delle disposizioni contenute nei Comunicati n.9 e n.14, con l’aggiunta degli ex-aequo, data l’impossibilità di disputare fisicamente uno spareggio.

Punto importante toccato dallo stesso Pedrazzini ha riguardato il processo di snellimento dei campionati Regionali (esclusa la categoria Elite) nei prossimi anni, per riportare la situazione alla normalità sotto il profilo numerico. Tradotto significa affermare che, in caso di fallimenti o rinunce delle società, non ci saranno graduatorie di merito. Tutte le decisioni assunte dalla task force, dovrebbero essere messe nero su bianco in questi giorni.

Sviscerato il nocciolo della questione, la palla è passata successivamente ai Consiglieri Mario Teti e Giorgio Arioli. Il primo ha messo a fuoco le date cruciali nell’immediato futuro, vale a dire il 20 luglio per le eventuali fusioni o cambi di denominazione sociale (con deadline il 9 luglio per presentare la domanda agli uffici regionali), e il 23 luglio come possibile start per le iscrizioni. Teti ha infine enunciato il 31 ottobre come termine ultimo per la ripartenza.

Arioli ha invece toccato il delicato capitolo finanziario, incentrato sul finanziamento pari a 10 milioni messo in campo dalla LND. Una somma che si divide tra il “premio giovani” (3 milioni, probabilmente per le prime otto classificate di ciascun girone di Eccellenza e Promozione) e il supporto alle quote iscrizioni destinato alle società (7 milioni, con cifre che partono dai 1500€ per l’Eccellenza a scalare fino al calcio a cinque e al calcio femminile). Lo stesso Consigliere ha inoltre paventato la possibilità di aggiungere una quota a quelle previste, ma il discorso è rimandato alla chiusura dei bilanci per la stagione 2019/2020.

La riunione si è poi conclusa con un aggiornamento sui corsi online di UEFA C (1320 richieste in Lombardia per 120 posti). Verrà selezionato un allenatore per società sulla base dell’ordine cronologico nell’invio della domanda. Infine si è ribadita la centralità della figura di un medico quale unico soggetto capace di valutare eventuali rischi sulla base della lettura del questionario obbligatorio alla ripresa delle attività.

ELENCO DELLE SOCIETA’ PROMOSSE

2° CATEGORIA: CGB BRUGHERIO, POZZUOLO
3° CATEGORIA: TREZZO, ORNAGO
UNDER 19: CGB BRUGHERIO, MEDA, JUVENILIA, FOOTBALL LEON
UNDER 17: LEO TEAM
UNDER 16: CASATI ARCORE, SPERANZA AGRATE, CONCOREZZESE
UNDER 15: BIASSONO
PROMOZIONE FEMMINILE: FOOTBALL LEON

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli