5 Agosto 2020 - 13:49:52

Speranza Agrate – Gessate Under 14: Finché Braca va, tu lascialo andare!

Le più lette

Magenta, rivoluzione in corso: via Galli e arriva Vianello

Giornate caldissime a Magenta. Pochi minuti fa la società ha comunicato, tramite un comunicato sui propri canali social, che...

Serie D, scaduto il termine per i ricorsi sulle bocciature della CoViSoD: salta il Savona

È scaduto oggi alle 17:00 il termine per i ricorsi sulle bocciature della Co.Vi.So.D. al prossimo campionato di Serie...

#Calciocultura, ecco il secondo episodio della rubrica sul lato culturale del calcio!

Eccoci al secondo appuntamento con l'esplorazione dei media riguardanti il calcio! Nella scorsa puntata abbiamo preso in analisi alcuni...

È una Speranza spietata quella che domenica a suon di gol supera al Missaglia un Gessate volenteroso, che però alla prima difficoltà si è sciolto come neve al sole. Eppure nelle prime battute di gara il match è vivo con il Gessate che entra in campo deciso e convinto. È della squadra di Catodo, infatti, la prima palla gol della partita con Morti che dal limite prova la girata verso la porta trovando la devozione di Battaglia che per poco non beffa Santambrogio. Dagli sviluppi del corner che ne consegue è sempre Morti che con la sua fisicità s’impone in mezzo all’area e di testa gira di poco a lato la traiettoria facendo sudare freddo la difesa rossoverde. Subito lo spavento, però, la formazione di casa alza i giri del motore e al 18’ sblocca la partita con Braca che, partendo dalla trequarti, fa tutto da solo: salta in velocità Pasquini e una volta in area con un delizioso tocco di punta supera Zabeo in uscita. Il gol di fatto taglia le gambe al Gessate che sembra alzare bandiera bianca. Nemmeno un minuto più tardi, poi, la formazione di casa trova il raddoppio. Il protagonista è sempre Braca che con l’istinto da vero bomber risolve con una zampata una mischia in area creata da un bello spunto sulla destra avuto da Consoli. I due gol sono una doccia fredda per la formazione ospite che esce anzitempo di scena. Al 22’ la Speranza trova il tris con Riccobelli, che strappa di prepotenza il pallone sulla trequarti dai piedi di Pecorella e dal limite esplode un destro preciso che bacia il palo e s’inscacca. La gara ora è completamente indirizzata dalla parte dei ragazzi di Carzaniga che, prima dell’intervallo, trovano la quarta e la quinta rete: il poker lo mette a segno Nasisi che di potenza supera Zabeo con un destro da dentro l’area, mentre il quinto porta la firma ancora di Braca che mette in mostra ancora una volta le sue doti da rapace d’area. Nella ripresa per forza di cose il match perde un po’ d’intensità con la Speranza che si preoccupa maggiormente di gestire il risultato. Detto questo però il Gessate accenna una timida ripresa con il tentativo di Pasquini, che dalla trequarti disegna una beffarda traiettoria non letta benissimo da Santambrogio che la devia sul palo senza correre ulteriori rischi. La formazione rossoverde inizia a muovere la panchina, ma al 16’ trova il 6-0 con la punizione precisa e potente di Steftcu sulla, va detto, c’è anche la complicità dell’estremo difensore rossoblù non preciso sulla conclusione da distanza siderale. A stretto giro di boa la Speranza trova anche la rete del 7-0 che porta la firma di Ponchiroli, da poco entrato in campo. Nel finale di gara la Speranza resta comunque in pressione sfiorando in più occasioni il colpo dell’8-0, che però non arriva. Termina dunque così, con un 7-0 che conferma il buon lavoro svolto sino ad ora da Carzaniga e i suoi ragazzi.

SPERANZA AGRATE 7
GESSATE 0
RETI: 18′ Braca, 19′ Braca, 22′ Riccobelli, 27′ Nasisi, 29′ Braca, 16′ st Stetcu, 20′ st Ponchiroli.
SPERANZA AGRATE (4-3-3): Santambrogio 6.5, Cantù 7, Sormani 6.5, Battaglia 7 (22′ st Arrighetti sv), Caveanghi 7, Nasisi 7.5 (14′ st Della Bosca 6), Consoli 6.5 (8′ st Avenoso 6.5), Delaj 7 (11′ st Ponchiroli 7), Braca 8.5 (20′ st Quaini 6), Riccobelli 8, Stetcu 7.5 (15′ st Mariani 6). A disp. D’Amato, Demasi, Roca. All. Carzaniga 7.
GESSATE (4-4-2): Zabeo 6, Scirano 6, Costin 6, Scali 6.5, Pasquini 7, Nail 6, El Qadery 6, Pecorella 7, Lucarelli 6, Morti 7, D’Onofrio 6. A disp. Rovelli, Villa. All. Catoio 6.5.
ARBITRO: Siena di Monza 7.

PAGELLE SPERANZA

Speranza Agrate Under 14
Speranza Agrate Under 14

Santambrogio 6.5 Il Gessate lo chiama poco in causa, lui si mette in mostra co qualche uscita bene eseguita.
Cantù 7 Prova molto ordinata dietro. Malgrado il risultato lo consenta non si perde in inutili virtuosismi e resta sempre concentrato dando il suo apporto alla manovra offensiva.
Soriani 6.5 Rispetto a Cantù, sull’out mancino, è più pasticcione con la palla tra i piedi. Ma Nel complesso anche la sua gara è positiva.
Battaglia 7 In mezzo al campo si fa valere. Mette nel match tanto agonismo e qualità.
Cavenaghi 7 Difensore solido e roccioso. Ci mette qualche minuto per entrare in partita, ma poi non sbaglia più nulla.
Nasisi 7.5 In mezzo al campo tesse tutto il gioco della formazione di Carzaniga. Tocca una miriade di palloni: il gol è solo la ciliegina sulla sua prestazione.
Consoli 6.5 Prova incoraggiante la sua. Prova con frequenza a rendersi pericoloso in zona gol, senza però riuscire ad affondare il colpo vincente.
Delaj 7 Qualità e quantità al servizio dei compagni. Se c’è da fare una corsa in più lui non si tira mai indietro: generoso.
Braca 8.5 Prestazione sontuosa. Tre gol per lui, ma anche tanto lavoro al servizio della squadra. Attaccante moderno e completo dotato di un’innato fiuto per il gol.
Riccobelli 8 Con Braca si trova alla perfezione. Più asssitman che goleador non sbaglia nemmeno un passaggio.
Stetcu 7.5 Grande partita anche per lui fatta di corsa e qualità. Prima del cambio trova anche la gioia personale con una punizione sulla quale Zabeo ci mette anche del suo.
All. Carzaniga 7 Non guarda mai il risultato. La sua squadra cerca di fare gioco dal primo all’ultimo minuto senza mai esagerare nei virtuosismi.

PAGELLE GESSATE

Gessate, Under 14
Gessate, Under 14

Zabeo 6 Domenica mattina complicata. Prende 7 gol e su qualche d’uno poteva fare di più.
Scirano 6.5 Poco da dire: gli attaccanti della Speranza ne hanno di più. Lui però non si arrende e ci mette tanta volontà.
Costin 6 Braca è il cliente più ostico che poteva capitargli. Lui ci prova, lotta, ma deve alzare bandiera bianca.
Scali 6.5 Bene o male fa il suo. Prova nonostante lo svantaggio a creare sempre gioco e spunti per la formazione rossoblù.
Pasquini 7 Propositivo, tra i migliori dei suoi. Un suo tirocrosso ad inizio ripresa per poco non riaccendeva le speranze del Gessate.
Nail 6 Davanti partecipa poco al gioco del Gessate. Vero che non riceve tanti palloni, ma lui dal canto suo fa poco per riceverli.
El Qadery 6 Si eclissa subito dalla partita. Non riesce mai ad essere incisivo con la palla tra i piedi.
Pecorella 7 Per atteggiamento e intensità uno dei migliori del Gessate. Da capitano vero è l’ultimo ad alzare bandiera bianca.
Lucarelli 6 Gara dove fatica a trovare la giusta posizione in campo.
Morti 7 Duella lotta e corre per tutta la partita. Probabilmente il gol lo avrebbe meritato.
D’Onofrio 6.5 S’accende e si spegne lasciando intravedere delle buoni doti tecniche.
All. Catoio 6.5 Poco da dire sulla partita. I suoi hanno provato ad opporsi ad una squadra più organizzata e dotata di più scelta e qualità.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli