Raccagni, Don Bosco Under 14
Raccagni, Don Bosco Under 14

“Una poltrona per due”, così si potrebbe riassumere l’infinita battaglia tra Vedano e Don Bosco per la conquista del primo posto del girone H. Non è il titolo della pellicola cinematografica che spopolò nel Natale del 1983, bensì un neologismo, che si scioglie solo ai rigori, al termine di una lotta infinita che premia i ragazzi di Lo Scalzo. La cornice sugli spalti del “Claudio Casati” di Verano Brianza è splendida, con un tifo degno di una finale di Champions League, pura adrenalina per i ventidue in campo, che danno vita a un incontro emozionante sin dalle prime battute. È solo il quinto minuto, infatti, quando Quartiroli pesca alla perfezione Mestriner in area, De Cesare buca, ma il numero 7 del Don Bosco, di fronte a Mariani, perde lucidità e conclude debolmente. È invece il minuto successivo, quando Vaghi riceve dopo una ripartenza feroce, ma ancora una volta conclude centralmente, per cui Mariani para a terra. La partita è bella, scoppiettante, le squadre alternano e si dividono equamente il campo, con folate offensive. La risposta del Vedano arriva al 28’, con un buono scambio tra D’Amato e Corsini, con il primo a concludere col mancino, ma la palla termina di poco alta sopra alla traversa. Nella seconda frazione di gioco, dopo qualche sussulto vedanese con Medici, è pericolosissimo Seva, che con una conclusione dal limite sfiora l’incrocio dei pali. È il preludio al vantaggio cesanese, che arriva al 19’: Quartiroli scodella un pallone a centro area, la sfera viene deviata fortunosamente da Leoni sulla propria traversa e il rimpallo premia Seva che da due passi non sbaglia, portando avanti i suoi. Ma gli uomini di Albericci non mollano e al 29’ ottengono un calcio di rigore, a causa dell’atterramento in area di Grossi: Leoni dal dischetto non sbaglia, Camisasca indovina il lato ma non trattiene, è pareggio. L’equilibrio regna sovrano fino alla fine perché non bastano i tempi regolamentari, si decide tutto ai calci di rigore. È una vera e propria lotteria che, dopo alcuni errori ambo le parti, decreta la vittoria del Don Bosco, a Verano è tripudio rossoblù.

VEDANO – DON BOSCO 5-6 dcr (1-1)

RETI (0-1; 1-1): 19’ st Seva (D), 30’ st rig. Leoni (V).

CALCI DI RIGORE: Sain parato (V), Mestriner gol (D), Musumeci gol (V), Quartiroli gol (D), Leoni gol (V), Fossati parato (D), Grossi gol (V), Raccagni gol (D), Sala gol (V), Seva gol (D), D’Amato alto (V), Vaghi G. alto (D), Medici parato (V), Traballoni gol (D).

VEDANO (4-4-2): Mariani 7.5, Cazzaniga 6.5 (21’ st Gelardi 6.5), D’Amato 6, Radaelli 6, De Cesare 6.5 (23’ st Sain 6), Giangrande 7, Medici 6.5, Leoni 7.5, Corsini 6.5 (30’ st Sala 6.5), Musumeci 6.5, Maffei 6 (16’ st Grossi 7). All. Albericci 8. A disp. Caltagirone, Bonfanti, Zamagna, Franceschi, Castelli. Dir. Sain.

DON BOSCO (4-4-2): Camisasca 7.5, Traballoni 6.5, Lombardi 7, Quartiroli 7.5, Mariani 6.5, Raccagni 8, Mestriner 7, Vaghi G. 6.5, Fossati 6, Seva 8, Di Francesco 6 (21’ st Rossi 6). All. Lo Scalzo 8. A disp. Benetti, Vaghi S., Boga, Cesana, Arbilla, Berni. Dir. Lombardi.

AMMONITI: Vaghi G. (D), Musumeci (V).

ARBITRO: Oggioni di Monza 6.5.

PAGELLE VEDANO:

Mariani 7.5 Sicuro tra i pali, non sbaglia mai nulla.

Cazzaniga 6.5 Buona spinta sulla corsia di destra. (21’ st Gelardi 6.5).

D’Amato 6 Un po’ altalenante, sfortunato dal dischetto.

Radaelli 6 Timidino in mediana, qualche imprecisione.

De Cesare 6.5 Si prende qualche rischio, nel complesso solido. (23’ st Sain 6).

Giangrande 7 Roccioso, ha una buona intesa con il suo compagno di reparto.

Medici 6.5 Molto propositivo, peccato per l’errore dal dischetto.

Leoni 7.5 Glaciale, non sbaglia e mantiene freddezza anche nel finale.

Corsini 6.5 Si muove molto ma non trova il colpo vincente. (30’ st Sala 6.5).

Musumeci 6.5 Molto meglio nella ripresa, quando sputa sangue.

Maffei 6 Poco attivo e poco servito. (16’ st Grossi 7 Ha poco tempo ma conquista il rigore decisivo).

All. Albericci 8 Alchimista, mischia bene le carte ma deve arrendersi solo ai calci di rigore.

A disp. Caltagirone, Bonfanti, Zamagna, Franceschi, Castelli.

Dir. Sain.

PAGELLE DON BOSCO:

Camisasca 7.5 Sfiora il miracolo sul rigore di Leoni, bene anche successivamente.

Traballoni 6.5 Dà meno sicurezza del solito, ma è sua la trasformazione decisiva.

Lombardi 7 Le sue scivolate sono sinonimo di fame.

Quartiroli 7.5 Dirige alla grande la manovra, sicuramente uno dei migliori.

Mariani 6.5 Non luccica ma nel complesso è ordinato.

Raccagni 8 Baluardo, avvia con costanza diverse ripartenze.

Mestriner 7 Meno brillante del solito ma cecchino dal dischetto.

Vaghi G. 6.5 A sprazzi nel cuore del match, peccato per l’errore.

Fossati 6 In generale è poco presente nella manovra.

Seva 8 Le sue finte fanno letteralmente impazzire i biancorossi, impressionante.

Di Francesco 6 Qualche imprecisione di troppo. (21’ st Rossi 6).

All. Lo Scalzo 8 Dopo una lotta infinita arriva l’ufficialità: i suoi sono alle fasi finali.

A disp. Benetti, Vaghi S., Boga, Cesana, Arbilla, Berni.

Dir. Lombardi.

ARBITRO: Oggioni di Monza 6.5 Direzione senza alcuna macchia significativa, deciso nelle sue scelte.

GUARDA LE FOTO DEL MATCH

ASCOLTA LE PAROLE DI ALBERICCI

SENTI LE DICHIARAZIONI DI LO SCALZO


Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.