21 Settembre 2020 - 13:59:42
sprint-logo

Trezzo Under 15, Andrea Zaccaria e un cammino interrotto sul più bello: «I ragazzi erano sicuri di vincere il campionato»

Le più lette

Gassino SR – La Chivasso Coppa Prima Categoria: Gazzera da applausi, biancorossi travolti

Quando ad una gara di sacrificio e di lotta abbini anche due gol, difficile che i compagni non si...

Castellanzese Under 17, Colombo punta in alto: «Il nostro obiettivo è vincere il girone»

Un girone di fuoco attende gli uomini di Colombo, che si apprestano a effettuare gli ultimi ritocchi pre campionato....

Carrara – Torinese 1894, Coppa Piemonte Promozione: Sorrentino porta a casa risultato e passaggio del turno.

La Torinese porta a casa la qualificazione, giocando dal 5' in dieci uomini, con tenacia e tanto cuore oro-nero. I...

Uno sprint durato diciannove partite e una probabile vittoria di campionato sfumata, quella del Trezzo Under 15, che prima della sospensione stava comandando il proprio girone con otto punti di margine sulla seconda in classifica e pure una partita in meno giocata. I ragazzi di Andrea Zaccaria non si sono mai risparmiati, e hanno sempre lottato per andare oltre alla mera amministrazione del vantaggio ottenuto, forti anche della coesione del gruppo: «È la prima stagione che alleno questa annata, e ho trovato un gruppo rodato, unito dai tanti anni di gioco assieme. Certo abbiamo avuto la partenza di due pedine forti per la squadra, ma anche l’arrivo di due ragazzi, che si sono integrati molto bene tra i compagni: un valido portiere e Scalzo, che aveva militato tra i Pulcini della nostra società e oggi è capocannoniere del girone». L’inizio della stagione è stato accompagnato dai migliori pronostici, e dalla grintosa sicurezza degli stessi giocatori, superiore all’inizio a quella del tecnico: «Quando ho parlato per la prima volta con i ragazzi erano molto ottimisti e carichi, mi hanno detto subito di voler vincere il campionato. Io invece volevo essere più cauto, e rimandare il pensiero a marzo. Poi però la stagione, quasi da subito, ha preso una piega estremamente positiva, con un’escalation di vittorie».

Andrea Zaccaria durante un allenamento invernale
Andrea Zaccaria durante un allenamento invernale

Diciannove a punteggio pieno, per la precisione, con un numero impressionante di reti, il miglior attacco, la miglior difesa del girone, e tre giocatori in lizza per vincere la classifica cannoniere. Difficile trovare la partita del cuore, in una striscia senza macchie? «Abbiamo giocato veramente tante belle partite, ma forse la consapevolezza di potercela fare l’abbiamo ottenuta alla quarta giornata di andata, contro il Cassina Calcio, una partita vinta all’ultimo minuto per 2-1. In realtà una piccola flessione nel trend l’abbiamo avuto contro l’Oratorio Trezzanese, dopo diciotto risultati positivi di fila: una sconfitta che senza dubbio è servita ai ragazzi, soprattutto per ritornare ad avere fame di vittoria. Infatti con quella partita il gruppo si è svegliato, e ha ripreso a giocare alla grande, fino all’ultima partita, vinta 3-0 a Cavenago». Il gruppo era insomma sulla strada giusta, per continuare a crescere e raggiungere quelli che alla fine sono gli obiettivi della categoria Giovanissimi: «La squadra, per quanto riguarda la tecnica di base, è a un altissimo livello per molti giocatori, sia difensori sia attaccanti. Durante questi mesi abbiamo cercato di migliorare un po’ sotto l’aspetto tattico: da un lato consolidare i gesti della tecnica di base, e dall’altro lato iniziare a inserire i concetti di tattica di squadra e tattica di reparto». Ogni domenica i biancorossi sono scesi in campo per dare il massimo, scontando solo l’entusiasmo e il cuore leggero tipico della loro età: «All’inizio la difficoltà, se così si può chiamare, non è stata tanto a livello calcistico, quanto a livello “emozionale”. Sono un gruppo molto vivace, e c’era quindi qualche difficoltà di concentrazione durante gli allenamenti. Nonostante questo, il giorno della partita non si risparmiavano, quindi non ho nulla da rimproverare loro». Ma anche i migliori, purtroppo, non possono nulla contro la pandemia che ha messo in ginocchio anche il calcio: «I ragazzi non hanno preso assolutamente bene lo stop; il gruppo aveva molta voglia di continuare a giocare per portare a casa il titolo, ma anche solo di allenarsi, di tornare al campo. Certamente ora non ha senso chiedersi come sarebbe andata, soprattutto perché al primo posto c’è la salute dei ragazzi, delle loro famiglie. In un momento così delicato, in cui tutti hanno avuto un parente o un conoscente colpito dalla malattia, la prudenza non è mai troppa». Così, almeno all’inizio, Zaccaria ha pensato a mantenere la preparazione fisica dei ragazzi, iniziativa che con il passare del tempo è scemata: «Inizialmente avevo dato loro la scheda di preparazione pre-campionato, già assegnata ad agosto. Questo tentativo è venuto un po’ meno, soprattutto perché la ripartenza è incerta. Certamente ci teniamo in contatto sul gruppo Whatsapp, ma a livello calcistico il loro pensiero è ricominciare il prima possibile. Scalpitano per tornare sul campo». L’allenatore non ha alcuna certezza in tasca, ma sul filo del rasoio sono un po’ tutti: «Siamo in una fase di stallo. La nostra è una società piccola, e i dirigenti si sono trovati la settimana scorsa per capire come muoversi la prossima stagione. Stavano soprattutto aspettando le risposte dei ragazzi su cosa avrebbero voluto fare l’anno prossimo, non so se abbiano ricevuto proposte da altre squadre. Poi diranno anche a noi allenatori come comportarci». E speriamo che, a prescindere dalla stagione futura, Zaccaria e gli Under 15 possano salutarsi al più presto sul campo da gioco.

Trezzo Under 15
Trezzo Under 15

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli