22 Giugno 2021

Bm Sporting – Biassono Under 16: Doppio Brivio, Mauri e Mastrullo, Marangi riprende dove aveva lasciato

Le più lette

Giovanile Centallo, Nicola Giordana lascia il calcio per dedicarsi … alla montagna

La vita è una questione di scelte e ci sono momenti in cui bisogna prendere delle decisioni, più o...

Monza-Inter Under 18: Ballabio spegne due volte i sogni di gloria dei biancorossi, Monguzzi fuori dalla final four

Il Monza ci prova ma non basta, l'Inter bissa il 4-1 dell'andata e tiene fuori dalla fase finale del...

Alessandria-Padova Serie C: dal dischetto Gasbarro sbaglia, Rubin no. Longo-landia vola in B

Gasbarro calcia fuori (folle decisione di voler piazzare il tiro) e Rubin centra il bersaglio. Così attorno alle 20.45...
Avatar
Mattia Polver
Vivo la mia vita una designazione alla volta

Ripartire da dove tutto si era interrotto. Concorezzese 2004, Biassono e Trezzo 2005, ossia le tre dominatrici dello scorso campionato provinciale, si ritrovano punto e a capo. Private della possibilità di trionfare sul campo e dell’opportunità di misurarsi con avversari più competitivi, ricominciano la nuova stagione con lo stesso obiettivo: puntare al massimo. Le mancate retrocessioni dovrebbero rendere loro il compito più agevole, anche se la Concorezzese è capitata nel girone della Speranza Agrate per un derby che promette scintille. Nel caso del Biassono, invece, le insidie sembrano essere il BM Sporting e la Leon. Quest’ultima in particolare è reduce da un ottimo ruolino nello scorso campionato regionale.
Ma se è al momento impossibile fare previsioni sui leoni di Lesmo, più semplice è mettere a confronto rossoblu e purple. Il verdetto è netto e non lascia spazio a discussioni. In questo momento la squadra di Varesi deve inseguire. Una distanza che non si manifesta molto sul piano tecnico quanto piuttosto su quello mentale. Dalla tribuna, così come in panchina, si percepisce in maniera evidente la differenza di intensità sui palloni, nella manovra quanto nei contrasti. Nel confronto tra i reparti, è soprattutto il centrocampo a rimarcare il disequilibrio. Medici, Canzi e Gutierrez impostano con ordine il gioco, allargando sulle corsie per gli spunti di Nappa a sinistra e Ravasi a destra. Serve però l’episodio affinché il Biassono la sblocchi. Galbusera fallisce l’anticipo su Brivio, le marcature dei difensori purple non scalano e costringono lo stesso centrale a rincorrere la punta rossoblu che insacca. Nella circostanza qualche responsabilità per Gervasoni, poco convinto in uscita.
Parlando di singoli, il nome che spicca è quello di Nappa. L’esterno di Marangi fa valere le sue doti tecniche, mettendo in crisi il povero Sfregola. Il terzino del BM comunque si rivela un bel mastino, facendo sempre sudare la giocata. Lo stesso Nappa si divora il gol del raddoppio calciando alto dopo una bella serpentina. Nonostante il predominio territoriale, il Biassono non ha ancora le mani sulla partita, ma solo per poco. Questa volta il regalo è confezionato da Rizzo, il quale buca clamorosamente l’intervento sul lancio dalle retrovie di Fazio. Tutto facile per il puntuale Brivio che fa doppietta. E se fino a quel momento la convinzione era minima, finisce definitivamente sotto i tacchi per i giocatori in maglia viola. Nonostante i primi tiri verso lo specchio, la debacle si materializza con le reti di Mauri (colpo di testa da corner) e del subentrato Mastrullo nel finale.

IL TABELLINO

BM SPORTING – BIASSONO 0-4
RETI: 19’ e 4’ st Brivio, 23’ st Mauri, 31’ st Mastrullo.
BM SPORTING (4-3-1-2): Gervasoni Panceri, Cortimiglia, Sfregola, Nicastro, Rizzo, Galbusera, Agazzi (12’ st Boschini), Doni (36’ st Falli), Lovati (31’ st Luggeri), Pagnozzi, Enache (5’ st Gandini). A disp. Gallo, Carta, Signorelli, Bertini. All. Varesi. Dir. Granata, Doni, Agazzi.
BIASSONO (4-1-4-1): Porta (29’ st Radaelli), Mauri, Scarsi, Medici, Motta, Canzi (24’ st Ciabattoni), Ravasi, Fazio, Brivio, Gutierrez Caroca (13’ st Degrassi), Nappa (27’ st Mastrullo). All. Marangi. Dir. Clemente, Degrassi, Ravasi.
ARBITRO: Pristerà di Monza 6 La cosa che più si nota è il ritardo con cui inizia la partita.

LE PAGELLE

BM SPORTING
Gervasoni Panceri 6.5 Gara ricca di saliscendi con alcune cose apprezzabili e altre nel segno dell’indecisione.
Cortimiglia 6.5 All’inizio soffre tantissimo Ravasi poi si sveglia dal torpore e piazza un paio di accelerazioni.
Sfregola 6.5 Anche lui piuttosto deciso limitatamente ai suoi mezzi. Non può molto contro l’estro di Nappa.
Nicastro 6.5 Chiamato in extremis al posto di Pessina disputa una gara generosa nonostante il pressing.
Rizzo 6 Ha sulla coscienza diverse responsabilità, specie sul raddoppio. Peccato, perché le premesse erano buone.
Galbusera 6 Un po’ sfortunato sull’azione del vantaggio, quando perde il tackle. Da mediano invece non punge.
Agazzi 5.5 Lento. Non c’è molto altro da aggiungere alla sua prova incolore. (12’ st Boschini 6).
Doni 5.5 Una serie incredibile di errori tecnici a cui si somma un atteggiamento svogliato. (36’ st Falli sv).
Lovati 6 Finisce per dare una mano sui corner, in attacco assolutamente avulso. (31’ st Luggeri sv).
Pagnozzi 6.5 Uomo con più creatività, cerca il guizzo ma da solo non può andare molto lontano.
Enache 5.5 Il suo è soprattutto un problema di posizione. Galleggia invano sulla trequarti. (5’ st Gandini 6).
All. Varesi 6 C’è ben poco di cui essere soddisfatti. Aldilà della differenza tecnica, serve un altro spirito per puntare in alto.
BIASSONO
Porta 6 Un voto alla presenza, quasi mai solleticato al punto da essere persino sostituito. (29’ st Radaelli sv).
Mauri 7 Nel primo tempo è piuttosto impreciso e frettoloso. Meglio nella ripresa dove trova la soddisfazione personale.
Scarsi 7 Buona la comunicazione con Nappa sulla fascia. Dei difensori è il più impegnato, specie nel finale.
Medici 7.5 Tra i leader silenziosi, fa notare poco la sua presenza tuttavia è una pedina imprescindibile.
Motta 6.5 Deve limitarsi a qualche chiusura nella fase iniziale, poi è tranquilla amministrazione.
Canzi 7 Penalizzato di mezzo punto per il troppo chiacchiericcio. Molto meglio con la palla. (24’ st Ciabattoni sv).
Ravasi 7 Buona gara nel complesso a cui manca un po’ di convinzione per essere ancora più incisivo in zona gol.
Fazio 6 Flebili occasioni per giganteggiare con il suo fisico. Si limita a qualche contrasto ruvido.
Brivio 7.5 I suoi movimenti risultano il vero plus per la manovra. Instilla dubbi negli avversari e li perfora.
Gutierrez Caroca 7 Bel duello con Nicastro nelle prime battute. Cinquanta minuti d’intensità. (13’ st Degrassi 7).
Nappa 7.5 A un gol dall’otto in pagella, sarebbe stato meritato. Giocatore piuttosto completo. (27’ st Mastrullo 6.5).
All. Marangi 7 L’esordio, sulla carta tutt’altro che scontato, si rivela invece liscio. Ora si attende solo la condizione migliore.

LE INTERVISTE

“Sono contento perché non era facile venire qui a Masate contro un avversario ostico e ottenere una vittoria così di forza”, esordisce Marangi, tecnico rossoblù. “Il nostro obiettivo rimane quello di vincere il campionato come gli anni passati. Spiace non poter giocare i Regionali perché comunque il gruppo lo meriterebbe”.
“Abbiamo mostrato tutte le nostre lacune sul piano dell’intensità fisica e della carica agonistica rispetto ai nostri avversari”, commenta invece Varesi per i purples. “C’è sicuramente un gap da colmare con il Biassono. Dopo il secondo gol ci siamo un po’ disuniti e la gara si è messa in salita. Cercheremo di lavorare sull’aggressività”.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli