9 Agosto 2020 - 11:17:06

Muggiò – Meda Under 16: I padroni di casa dilagano con una Cater(v)a di gol nella ripresa

Le più lette

Novità dall’ultimo DPCM: Via libera agli allenamenti e competizioni a porte aperte per i dilettanti dall’1 settembre

La comunicazione più attesa alla fine è arrivata, in attesa di capire se tra le righe ci sono delle...

#stiamoincontatto Brescia: ripartono campionato e BresciaOggi. Pasquali: «Fiducioso sui protocolli»

Condotta e moderata dal delegato Alberto Pasquali, martedì 4 agosto alle ore 20 sulla piattaforma Cisco Webex si è...

Terza Categoria Monza, la Nuova Frontiera si presenta sperando nel ripescaggio

Sarà un'altra stagione in Terza categoria o ci sarà il premio del ripescaggio in Seconda per la Nuova Frontiera?...

Termina con il pirotecnico risultato di 4-2 la sfida del Superga tra Muggiò e Meda, squadre che navigano nelle zone basse della classifica e che sono alla ricerca di risultati utili per dare una svolta alla stagione. Padroni di casa che trovano la seconda vittoria consecutiva e che riescono ad agganciare il Bovisio Masciago, sconfitto tra le mura di casa dal Don Bosco, superando lo stesso Meda, che si ritrova dodicesimo a un punto dalle sopracitate. Partita che inizia subito a ritmi scoppiettanti, con un’occasione proprio del Muggiò che però non viene capitalizzata dai ragazzi di Mister Di Pinto. Dopo pochi minuti, più precisamente al 5′, sono gli ospiti a trovare il gol del vantaggio, con una punizione battuta repentinamente con furbizia da Ponisio che taglia il campo e va a pescare Valensise, bravo a trovare un buco nella tandem difensivo muggiorese Blasi-Rignanese e a battere Broccio con una conclusione precisa, che porta sullo 0-1 i suoi. Per i successivi venti minuti la partita sembra equilibrarsi, con il Meda che riesce abilmente a chiudere le linee di passaggio e che va vicinissimo al gol in due occasioni, con Valensise che riesce a sgusciare abilmente tra i difensori e ad arrivare al tiro che si spegne di poco sul fondo, e con Crudo, pescato dal solito Ponisio con un altro filtrante ma che a tu per tu con il portiere spara alto sopra la traversa. Tuttavia, mano a mano che ci avviciniamo alla fine della prima frazione, il Muggiò cresce progressivamente e si spinge sempre più avanti, specialmente con la velocità delle ali Guelmine e Tundo: tuttavia la difesa ospite è abilissima a mettere in difficoltà l’attacco avversario anticipando e murando spesso i tiri avversari. Il primo tempo termina quindi sullo 0-1, con il Muggiò che inizia ad allungarsi e il Meda che comincia a soffrire le incursioni avversarie. La partita riprende con un Muggò già da subito più arrembante, che nel giro di due minuti ribalta il risultato: al 9′ st Guelmine vince un rimpallo e il pallone viene appoggiato rasoterra da Catera per Rigamonti che riesce a battere Bevilacqua con un tiro non proprio irresistibile; all’11’st invece Tundo, innescato da un pregevole lancio di Rignanese, controlla e crossa in area, dove Rigamonti non riesce a impattare, facendo arrivare la sfera tra i piedi di Catera che si coordina e trafigge il portiere avversario sul suo palo con un tiro al volo. Galvanizzati dai due gol segnati, il Muggiò cerca la rete per allungare ulteriormente il vantaggio, e ci arriva vicinissimo quando Guelmine impatta di testa a due passi dalla porta, sbagliando sorprendentemente. La rete del 3-1 arriva al 16’st, quando l’ispirato Catera lancia un pallone in area sul quale Bevilacqua sbaglia clamorosamente l’uscita: Tundo ne approfitta e da due passi segna una rete da vero rapace. Il Meda però, che fino al 20′ st era apparso totalmente spento, arriva a un soffio dal gol del 3-2 quando Zazzarini dalla sinistra crossa in mezzo per Calcaterra, smarcato, che manca la porta con il suo colpo di testa. Al 26’st il Muggiò chiude virtualmente il match con Guelmine che recupera palla da un suo tiro murato, elude con una finta il difensore ed è abilissimo a insaccare, scheggiando il palo e portando la sua squadra sul 4-1. Partita che inizia a calare nei ritmi e con il Meda che però tenta comunque di accorciare le distanze; ci riesce verso la fine, procurandosi al 36’st un rigore, su ingenuità di Brambilla, che viene poi realizzato da Ponisio. La partita termina quindi con il risultato di 4-2, con il Muggiò che dovrà continuare sulla linea di queste ultime due partite per poter veramente dare una svolta alla stagione e con il Meda invece che dovrà rimboccarsi le maniche per ambire a posizioni più alte in classifica.

Gli ospiti del Meda

IL TABELLINO DI MUGGIO’-MEDA

MUGGIO’ 4
MEDA      2

RETI: 5′ Valensise (Me), 9’st Rigamonti, 11’st Catera, 16’st Tundo, 26’st Guelmine (Mu), 36’st Ponisio (R) (Me)
MUGGIO’ (4-3-3): Broccio, Arkaxhiu (dal 33’st Nicoletti), Brambilla, Pelizza, Blasi, Rignanese, Rigamonti (dal 35’st Sangalli), Schiano, Guelmine, Catera, Tundo. A disp.: Elasied. All. Di Pinto.
MEDA (4-4-2): Bevilacqua, Ronzoni, Moscardo, Calcaterra, Carriero (dal 23’st Bizzozero), Bancolini, Zazzarini, Ferrario (dal 4’st Guidi), Valensise (dal 18’st Scorpiniti), Ponisio, Crudo. A disp.: Assi. All. Marceca.

ARBITRO: D’Aniello di Seregno 7.5 non commette errori in una partita tutto sommato tranquilla.

Catera, trascinatore del Muggiò nella partita di oggi

LE PAGELLE MUGGIO’-MEDA

MUGGIO’ (4-3-3):

All. Di Pinto 8 La sua squadra riesce a recuperare la partita dopo un primo tempo non brillante e in svantaggio, e trova la seconda vittoria consecutiva.
Broccio 6.5 Non sbaglia nelle uscite, deve migliorare nei rinvii.
Arkaxhiu 6.5 Veloce e ottimo nel lanciare i compagni (dal 33’st Nicoletti s.v.).
Brambilla 6 Prova discreta macchiata dal rigore causato al termine della partita.
Pelizza 6.5 Ha una buonissima intelligenza di gioco ed è abile nel dribblare gli avversari.
Blasi 6.5 Attento difensivamente, deve migliorare però nella gestione del pallone.
Rignanese 7 Non eccelso per quanto riguarda l’accortezza difensiva, tuttavia ha dei buonissimi piedi per un difensore, come si è notato in occasione del secondo gol.
Rigamonti 7 Segna il gol importantissimo del pareggio (dal 35’st Sangalli s.v.).
Schiano 6.5 Bravo nei lanci lunghi.
Guelmine 7.5 Discreta tecnica, bravo nei movimenti e in velocità; tuttavia poco altruista e spesso in posizione di fuorigioco. Le azioni più pericolose passano quasi sempre tra i suoi piedi.
Catera 8.5 Si prende sulle spalle la squadra, conducendola ad una rimonta nel secondo tempo con un gol, due assist e un repertorio tecnico invidiabile.
Tundo 7.5 Una costante insidia sulla fascia sinistra, come dimostrano il suo gol e il suo assist.

ASCOLTA LE PAROLE DI MISTER DI PINTO, ALLENATORE DEL MUGGIO’

MEDA (4-4-2):

All. Marceca 7 La sua squadra è molto brava a portarsi subito in vantaggio e a difendersi nel primo tempo. Quasi inspiegabile il blackout nel secondo tempo.
Bevilacqua 5.5 Poteva fare di più sui quattro gol subiti, su cui ha colpe evidenti.
Ronzoni 6.5 Prova discreta dal punto di vista difensivo.
Moscardo 6.5 Buono nel tenere Guelmine, vincendo spesso contrasti aerei.
Calcaterra 6 Bravo nei cross, prova rovinata dal gol mangiato sul 3-1, che avrebbe riaperto la partita.
Carriero 6.5 Ottima prova difensiva, mura molti tiri avversari (dal 23’st Bizzozero 6).
Bancolini 6 Commette errori di marcatura che portano a gol avversari.
Zazzarini 6.5 Bravo negli inserimenti.
Ferrario 6.5 Altezza e fisico gli permettono di vincere spesso i contrasti (dal 4’st Guidi 6)
Valensise 7 Suo il gol che apre le marcature, frutto di velocità, senso della posizione e abilità nel crearsi spazi. Prova in decrescendo (dal 18’st Scorpiniti 7).
Ponisio 7.5 Un gol, un assist e lanci notevoli per i compagni che rendono la sua una prova brillante, nonostante la sconfitta.
Crudo 7 Lotta su ogni pallone. La sua rapidità gli permette di creare più di un problema alla difesa avversaria.

ASCOLTA LE PAROLE DI MISTER MARCECA, ALLENATORE DEL MEDA

Ponisio, migliore in campo tra i suoi

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli