Nicolò Migliore un leone tra i pali del Lesmo

2222
Nicolò Migliore, portiere dell'Under 16 del Lesmo
Nicolò Migliore, portiere dell'Under 16 del Lesmo

Da un estremo all’altro. Con queste poche parole potremmo riassumere l’inizio della carriera di Nicolò Migliore, portiere classe 2003 del Lesmo. «Ho iniziato a giocare a calcio al Muggiò quando avevo 5 anni e mi sono subito appassionato a questo sport» – esordisce il calciatore per presentarsi ai nostri microfoni –  «Dopo qualche anno però mi sono iscritto ad un campus a Cinisello Balsamo e ho deciso di andare a giocare proprio al Cinisello. Qui nel corso della prima stagione ho ricoperto sempre il ruolo di prima punta perché mi piaceva giocare in attacco, ma a metà del secondo anno il nostro portiere è andato via ed io, essendo l’unico che riusciva a stare in porta, ho dovuto sostituirlo fino a fine campionato. Da lì in poi mi sono appassionato al ruolo di portiere e a fine stagione mi sono fatto notare durante un torneo organizzato dalla Folgore Caratese, che mi ha preso. Ho iniziato così una lunga avventura che è durata ben 5 anni e che è terminata a dicembre, quando ho deciso di trasferirmi al Lesmo». Sul motivo del recente cambio di maglia e sui primi mesi in questo nuovo ambiente Migliore si dilunga e spiega che: «Stavo cercando nuovi stimoli e mi è piaciuto molto il progetto proposto dal Lesmo, così ho deciso di venire qui a giocare. Inoltre conoscevo già l’allenatore dei portieri Fabio Corti, che mi aveva allenato alla Folgore, e il direttore generale Marco Puleo, il che mi ha definitivamente convinto. Devo anche dire che mi sto trovando molto bene con i nuovi compagni di squadra, c’è un bel rapporto e spesso mi vedono come un leader». L’aria nuova sembra dunque aver fatto bene al giovane portiere che è andato a rinforzare un Lesmo terzo in classifica nel girone D e con tante ambizioni: «L’obiettivo è di vincere il campionato, ma sarà dura perché La Dominante non si ferma mai e abbiamo perso lo scontro diretto in casa. Dobbiamo concentrarci per le ultime partite e puntare almeno al secondo posto perché possiamo farcela». Il suo apporto in campo potrebbe rivelarsi fondamentale nella fase finale della stagione e Migliore spera di poter ripetere la prestazione offerta nella gara contro la Vimercatese, dove il Lesmo è riuscito a strappare un pareggio importantissimo grazie alle sue parate. In conclusione il promettente portiere si ritaglia un piccolo spazio per parlare delle prime esperienze nelle categorie superiori e dei progetti futuri: «Fino ad ora ho giocato con la Juniores, con la Rappresentativa Provinciale Under 17  e mi sono anche allenato con la prima squadra in Seconda Categoria. Ho avuto quindi tante occasioni che mi hanno fatto crescere molto. Per il futuro invece mi piacerebbe arrivare a giocare in Eccellenza, Serie D o Serie C, anche se il sogno è quello di vincere e combattere con la maglia dell’Inter, la mia squadra del cuore sin da bambino». Migliore dunque è appena all’inizio di un viaggio lungo e faticoso verso il suo obiettivo, ma sembra avere tutte le carte in regola per ottenere con sudore e umiltà la chiave del cassetto contenente i suoi sogni.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.