18 Giugno 2021

Obiettivi e progetti del tecnico Giampiero Varesi, nuova guida del BM Sporting per la categoria under 16

Le più lette

Pro Patria-Giana Erminio Primavera 3: i tigrotti trovano la prima vittoria in casa con Avinci e Piran, la rete di Colombara addolcisce la sconfitta...

Ultima giornata del campionato di Primavera 3: Pro Patria e Giana Erminio scendono in campo con lo stesso obiettivo,...

Valzer allenatori: Nisticò-Rivoli, Fornello-CBS, Ivano Sorrentino-Carrara

Panchine delicate che iniziano a definirsi nel girone B di Eccellenza. A 90’ dal termine di questo campionato particolare...

Città di Varese-Bra Serie D: giallorossi di corto muso, Lala mantiene il secondo posto

Un'ottima presentazione del Città di Varese, riconosciuta anche dal tifo incondizionato per 90' e oltre di un pubblico che...

Giampiero Varesi, è il tecnico sportivo della squadra BM Sporting, società sportiva che nasce dalla fusione dei due club calcistici di Baisano e Masate. Il tecnico prima di iniziare questa collaborazione ha indossato diverse maglie e numerose scarpette da calcio. La guida racconta così della sua passione:«Prima di diventare un allenatore, ho giocato a calcio per moltissimo tempo, incominciai in CSI con il calcio a sette. Ho smesso all’età di 50 anni. Nella mia lunga esperienza ho giocato in molte realtà sportive della zona di Spino D’Adda e in differenti categorie. Raggiunsi anche la serie D nella Trevigliese». Dopo anni passati a giocare sul campo, Giampiero Varesi, cambia prospettiva e diventa un tecnico sportivo, oltre che punto di riferimento per molti giovani calciatori. L’avventura ebbe inizio casualmente come mi racconta la guida del BM Sporting. « Un giorno un mio amico che faceva già il tecnico sportivo, mi chiese di accompagnarlo ad una partita; iniziai così come secondo allenatore al Valentino-Mazzola. L’anno dopo seguii la categoria allievi e il periodo di splendore durò per sei anni, finché a causa di un momento di declino la società fallì. Continuai ad allenare sul territorio della bergamasca in squadre come la Grumellese, poi a causa di una serie di motivi tra cui la fine del mio lavoro, mi sono avvicinato alla zona di Milano, e da quest’anno alleno gli under 16 della BM Sporting». La BM Sporting è una realtà dinamica, fondata in due momenti diversi. La prima fase di questa fusione è avvenuta nel 1993, mentre la seconda del 1998. È una società che negli anni ha saputo crescere investendo nel futuro di tutti i suoi iscritti, oggi più di 250. Inoltre il club dispone di strutture come palestre e centri sportivi dove i ragazzi hanno la possibilità di iniziare a lavorare in modo serio e concreto, aiutandoli così in un percorso sportivo solido. Chiedo all’allenatore come si trova in questa società e le sue prime sensazioni sulla squadra:« Mi trovo molto bene con tutto lo staff. Il BM Sporting, è una società che si è subito dimostrata ben organizzata, con a cuore la formazione dei ragazzi. Vedo una progettualità e impegno da parte di tutti per far crescere il settore giovanile, questi fattori si allineano e coincidono anche con il lavoro sulla prima squadra. Essendo stato abituato ad allenare categorie regionali e nazionali è evidente che mi serve del tempo per calarmi nuovamente nelle realtà provinciali. Il gruppo è abbastanza ben strutturato, possiede delle potenzialità e sicuramente può ambire a buoni risultati durante il campionato; penso che potremmo arrivare alla quinta o alla quarta posizione e che con un duro lavoro in futuro si possa aspirare e lottare per i campionati regionali. I ragazzi devono sedimentare alcuni aspetti, ci sono delle carenze che vanno colmate, la rosa per ora ha poca fisicità e lo si denota da alcune situazioni e questo traspare anche durante gli allenamenti. Credo sia necessario stimolare agonismo e aggressività sul campo affinché si possa salire di categoria. Ci sono dei ragazzi che meriterebbero di fare il salto, ma bisogna essere sempre consapevoli delle proprie possibilità e non dare illusioni». Giampiero Varesi è un tecnico coerente, che non regala complimenti e soprattutto è una guida che vuole infondere ai ragazzi la serietà e il sacrifico che uno sport come il calcio richiede. La preparazione atletica è lo strumento per poter arrivare sul campo preparati e per poter far fronte agli avversari. Domando al tecnico che tipo di allenatore si ritiene e simpaticamente mi risponde così:« come ogni allenatore che si rispetti, sono un pò presuntuoso e ritengo che ogni tecnico creda che il proprio metodo sia il migliore. Tralasciando gli scherzi, sono convinto che non esista nessuna tecnica precisa, ma semplicemente è doveroso calarsi nella realtà con cui si lavora e capirne lacune e punti forti. Bisogna avere l’intelligenza di comprendere la squadra, capirne la struttura e comportarsi di conseguenza. Non vale un regola fissa se non quella di essere sempre consapevoli dei limiti di partenza». La società anche in questo periodo di incertezze ha dimostrato di avere sempre pronti ottimi progetti  per i giovani calciatori, e fino a due settimane fa i ragazzi hanno continuato ad allenarsi in presenza. Il tecnico mi descrive come prosegue il lavoro da casa: « Abbiamo iniziato con la squadra a creare dei momenti di condivisone attraverso le piattaforme online. Due volte alla settimana facciamo esercizi di potenziamento muscolare  e di coordinamento. Questo è un modo per rimanere in contatto e per far vivere ai ragazzi un momento oltre che di preparazione anche di socialità». L’impegno da parte della guida Giampiero Varesi e di tutta la società è davvero notevole. Le iniziative non sono mai mancate e l’impegno a far sentire i ragazzi parte di una famiglia è uno stimolo importante,  soprattutto in questo periodo storico che siamo costretti a vivere. Da qualche mese, dopo il primo look-down il BM Sporting si era già organizzato, e durante questo secondo stop non si è fatto trovare impreparato. In accordo con l’assessorato di Maisate e Baisano e con l’aiuto dei sindaci; il club calcistico ha creato una serie di sedute telematiche di allenamento, sessioni disponibili e aperte non solo ai membri della società, ma anche a chiunque avesse voglia di allenarsi. Le sedute si sviluppano durante due giorni della settimana: il martedì, dalle ore 18 alle ore 19 per la pre agonistica, e il mercoledì dalle 19 alle 20 per l’agonistica. Il link può essere utile per i molti giovani calciatori costretti come tutti a stare in casa. Iniziative come queste sono il segnale da parte di chi vive il calcio, che la passione e la dedizione non possono essere mai fermate.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli