21 Giugno 2021

Cassina Calcio – Olimpic Trezzanese Under 17: Brignoli e Fecchio consegnano ai rossoverdi il settimo sigillo consecutivo

Le più lette

Acos Treviglio Promozione: tris di qualità in arrivo dal mercato

L’Acos Treviglio comincia a sistemare i primi tasselli della rosa in vista della prossima stagione. In attesa dell’ufficialità, il...

Dove saremo Regionali: i test match che seguiremo dall’Under 17 all’Under 14

Tornano in campo per il sesto weekend consecutivo i regionali (con test match, molti dei quali di lusso), torna...

Speranza Agrate-Spezia Serie C Femminile: scopri gli scatti più belli del pareggio tra le ragazze di Danilo Brambilla e Jacopo Erbetta

Termina con un pareggio l'avventura della Speranza Agrate tra le mura amiche. Lo Spezia di Erbetta riesce infatti a...
Avatar
Mattia Polver
Vivo la mia vita una designazione alla volta

Appannato dalla nebbia che si deposita sulle rive della Martesana il Cassina dirada le nubi dell’incertezza grazie a un secondo tempo di grande determinazione per piegare la resistenza dell’Olimpic Trezzanese. Un ostacolo insidioso, considerando anche il ko dell’andata, aggirato grazie alla fame di punti che i ragazzi di Bertolotti hanno messo in campo per restare a braccetto con la Cosov in testa alla classifica. Il principale demerito degli arancioneri è stato subire l’immediato gol del pareggio a causa di una distrazione difensiva, oltre all’incapacità di riuscire a concretizzare una mole di gioco importante. Di fronte un Cassina lento, compassato, ma comunque pericoloso quando ha potuto scagliare le sue frecce. Se vogliamo anche sfortunato, dal momento che il vantaggio trezzanese scaturisce da un autogol (goffo rinvio di testa da parte di Santoro che sbatte sulla nuca di D’Addato) e che l’unico legno del match viene colpito dalla zuccata di Colombo su spunto di Brignoli a sinistra. Il folto centrocampo di Angiolelli si rivela arma vincente per conquistare la supremazia territoriale, con l’ottimo Terlizzi a fungere da elastico per trainare la squadra. Il lavoro di triangolazioni e inserimenti riesce però solo in parte, e i pericoli per La Fortuna sono principalmente dalla distanza, punizioni comprese. Da apprezzare su tutti il tentativo di rovesciata da parte del solito Terlizzi. Entrati finalmente in gara, anche i rossoverdi escono allo scoperto, minacciando la porta avversaria con la stessa moneta: i tagli delle due ali e le percussioni centrali delle mezz’ali; prima variante che si concretizza in occasione del momentaneo pari (Brignoli taglia alle spalle dei centrali su un lancio lungo di Galbiati e sfrutta l’indecisione del duo Dodi-Formenti), seconda opzione per la stoccata da due passi di Ghessi sul tracciante di Raiano, miracolo di Dodi. L’Olimpic subisce l’atteggiamento pungente degli avversari e riduce di molto il proprio fatturato offensivo. Punizioni, angoli, l’assedio rossoverde va a segno con la zuccata di Fecchio direttamente dalla bandierina. A seguito del mancato appuntamento tra lo spiovente di Terzoli e la corsa di Fumagalli, la copertina è tutta per Raiano, il quale si brucia tutte le dita per le occasioni fallite in ripartenza. L’episodio favorevole all’Olimpic si concretizza comunque poco dopo metà frazione, quando La Fortuna sfida la sorte su un rischiosissimo retropassaggio e rinvia addosso all’arrembante Fumagalli: il numero sette, quasi incredulo, perde l’orientamento della sfera e conclude a lato. Un killer instinct che si rivelerà fatale, poiché la volée alta del neoentrato Landolfo chiude i giochi sulla sfida e lascia un po’ di amaro sulle bocche arancionere.

cassina calcio olimpic trezzanese under 17
L’Olimpic Trezzanese non riesce a replicare il successo ottenuto all’andata

IL TABELLINO DI CASSINA CALCIO – OLIMPIC TREZZANESE UNDER 17

CASSINA CALCIO-OLIMPIC TREZZANESE 2-1
RETI (0-1;2-1): 10’ aut. D’Addato (C), 12’ Brignoli (C), 10’ st Fecchio (C).
CASSINA CALCIO (4-3-3): La Fortuna, Rossi, D’Addato, Colombo, Santoro, Galbiati, Raiano (37’ st Longo), Ghessi, Peterlin, Fecchio (28’ st Viera), Brignoli (20’ st Vincenzi). A disp. Remonti, Antonini, Padula, Galvani, Cellamare. All. Bertolotti. Dir. Peletti, Calanni, Peterlin
OLIMPIC TREZZANESE (4-1-4-1): Dodi, Formenti J, Medda, Salimbeni, De Marco, Formenti N., Fumagalli, Francesconi (22’ st Landolfo), Terlizzi, D’Adda (32’ st Pernice), Terzoli. A disp. Brusamolino, Giatti, Pisacane, Sagnibene, Tarenzi. All. Angiolelli. Dir. Consoli, Medda.
ARBITRO: Piazza di Treviglio 6 Pur senza topiche clamorose, la direzione non convince, specie nell’uso dei cartellini. Espulsione finale evitabile.
ESPULSO: 41’ st De Marco (O).

cassina calcio olimpic trezzanese under 17
Tommaso Colombo, vice-capitano rossoverde, si dimostra affidabile

LE PAGELLE DI CASSINA CALCIO – OLIMPIC TREZZANESE UNDER 17

CASSINA CALCIO
All. Bertolotti 6.5 I tre punti ci sono, la prestazione meno.
La Fortuna 6.5 Sul pezzo quando conta, rischia il frittatone nella ripresa quando rinvia addosso a Fumagalli.
Rossi 6.5 Esegue il piano partita con diligenza in un bel duello con Terzoli dove si fa rispettare anche con le cattive.
D’Addato 6.5 Oltre all’autogol imposta buoni fraseggi sulla corsia mancina offrendo un appoggio sicuro.
Colombo 6.5 Fa buona legna in mediana. Soffre come tutti l’avvio sonnolento e fatica a dettare i tempi.
Santoro 6.5 Più sgravato da compiti di copertura, agisce con sicurezza di testa e spazza via quando occorre.
Galbiati 7 Prestazione senza dubbio valida fatta di letture prive di incertezze. Si dimostra vero capitano.
Raiano 7 Svaria molto sul fronte d’attacco ed è piuttosto sciupone nella ripresa quando potrebbe chiuderla (37’ st Longo sv).
Ghessi 7 Sale in cattedra quando la contesa si fa più maschia. Charruoso come i mediani urugagi.
Peterlin 6.5 Buon bomber d’area, si fa trovare pronto e apre bene gli spazi per gli inserimenti dei compagni.
Fecchio 6.5 Decisamente meglio nella ripresa, dove fa valere le doti fisiche e soprattutto tecniche (28’ st Viera 6).
Brignoli 6.5 Sul gol esegue ottimamente il movimento. Da manuale e da rivedere al replay (20’ st Vincenzi 6.5).
A disp. Remonti, Antonini, Padula, Galvani, Cellamare.

OLIMPIC TREZZANESE
All. Angiolelli 6 Capo d’accusa principale la lentezza nei cambi quando i suoi si spengono.
Dodi 6.5 Si affida molto al proprio istinto, con tutti i pregi (salvataggio su Ghessi) e i difetti (vedi primo gol).
Formenti J. 6 Forse l’unico a soffrire la pressione e la preoccupazione della sfida. Ne esce fuori una gara accorta e timorosa.
Medda 6.5 Non si fa patemi nello scendere e crossare, anche piuttosto bene. Non trova però il connubio vincente.
Salimbeni 6.5 Dà la giusta quantità e qualità in impostazione. Può velocizzare ulteriormente la manovra.
De Marco 6 Qualche pasticcio di troppo che costa caro. Espulsione ingenerosa a giochi ormai fatti.
Formenti N. 6 È più grintoso nel gemello ma non esente da colpe sul gol del pari, dove sbaglia la comunicazione col portiere.
Fumagalli 6.5 Forse l’emblema del massimo sforzo arancionero. Ottima intesa con D’Adda, apprezzabile la generosità.
Francesconi 6 Dopo un incipit promettente, si spegne lentamente sbagliando davvero tanto (22’ st Landolfo 6).
Terlizzi 6.5 Bravi i compagni a non isolarlo, bravo lui a proporsi per lo scambio. Non può essere lui il finalizzatore.
D’Adda 6 Arpiona i palloni da cui partono le offensive, poi un calo fisico in parallelo con la squadra (32’ st Pernice sv).
Terzoli 6.5 Gli manca qualcosa per graffiare in profondità con i suoi traccianti insidiosi nel cuore dell’area.
A disp. Brusamolino, Giatti, Pisacane, Sagnibene, Tarenzi.

LE PAROLE DI BERTOLOTTI (CASSINA CALCIO)
LE PAROLE DI ANGIOLELLI (O.TREZZANESE)


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli