Cairate Curatolo
Pasquale Curatolo, allenatore del Cairate

Cairate nel segno della continuità dal punto di vista tecnico, con Pasquale Curatolo già pronto per la nuova stagione. Nelle intenzioni societarie il 2019/20 dovrebbe essere l’anno del rilancio sia con la prima squadra (militante in Seconda Categoria) che con il Settore Giovanile. Le premesse che possa essere davvero la stagione del rilancio ci sono tutte, a cominciare dalla struttura di Via Matteotti che, dopo tre anni di attesa, ha visto i lavori di ammodernamento annunciati. Il campo sintetico è finalmente realtà, così come gli spogliatoi riqualificati: un biglietto da visita non indifferente per la società che – in queste prime settimane di luglio – ha fatto registrare già nuove adesioni di calciatori. «Registriamo con piacere l’interessamento di diverse famiglie alla nostra proposta – rivela Pasquale Curatolo – Da parte nostra c’è tutta la volontà di ricostruire il settore giovanile nel migliore dei modi. L’aspetto strutturale è importante e ne stiamo vedendo i benefici già in queste settimane». Cairate che, dopo una stagione difficile che ha visto il ritiro in corso d’opera dell’Under 19 Regionale B, è pronta a ripartire dal gradino provinciale sotto la guida di Antonio Curatolo, mentre i Giovanissimi Under 15 proseguiranno con Andrea Gaudioso. Previsioni incoraggianti anche per l’Attività di Base dove si prevede il ritorno degli Esordienti e l’allestimento di tre squadre Pulcini.

La vetrina dei grigiorossi sarà la prima squadra in Seconda Categoria che, dopo una stagione conclusa al sesto posto, è pronta a giocarsi le carte per l’approdo in Prima Categoria. Pasquale Curatolo ha confermato in blocco l’ossatura della squadra che, nel girone di ritorno, ha tenuto lo stesso passo del San Michele. L’unica defezione di rilievo è stata quella di Luca Fiumicelli che ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo. Per rimpiazzarlo è pronto Davide Marazzi, nella scorsa stagione al Senago in Prima Categoria. Per la difesa ecco la coppia esperta Mattia Castellaneta e Mario Sommella, mentre davanti c’è il ritorno sulla scena di Giovanni Gagliano. «La prima squadra è fondamentale nel nostro progetto di rilancio. Con i quattro innesti abbiamo sistemato la rosa nel modo giusto e siamo pronti al campionato di Seconda, una categoria che non si può più prendere sottogamba», prosegue Curatolo.

I ringraziamenti di Curatolo, infine, sono per l’amministrazione comunale: «Il ritardo nei lavori ci ha complicato le cose in questi anni ma adesso si può finalmente partire nel modo giusto. Grazie all’amministrazione che ci ha concesso l’uso esclusivo della struttura fino alla pubblicazione del bando nella prossima primavera».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.