La formazione dell'Ispra Under 16
L'Ispra Under 16

Rammarico e rabbia Ispra, sospiro di sollievo Accademia Varesina per aver ottenuto quanto prefissato. L’interminabile partita di sabato pomeriggio ha confermato quanto si sapeva fin dall’estate, ovvero che l’Ispra è un gradino avanti a tutti come singoli e organizzazione. Ma nel calcio c’è un “piccolo” dettaglio, il risultato: e il 3-3, per il modo in cui è maturato, può far contenta solo l’Accademia che è riuscita a ribaltare una causa che a cinque secondi dal termine dell’infinito recupero pareva persa.

UN PAREGGIO ARRIVATO SUL FILO DI SIRENA

La formazione dell'Accademia Varesina

Un’azione convulsa che ha premiato la zampata di Sorrentino proprio all’altezza della linea di porta: Accademia che “chiama” il gol, l’Ispra che protesta e l’arbitro Paganini che – dopo aver convalidato – decreta immediatamente la fine dopo aver espulso Locati per proteste. Ma l’Ispra ha da fare mea culpa perché la possibilità di evitarsi un recupero pieno di paure l’ha avuta eccome, con il calcio di rigore procurato da Cerutti che Baglio ha spedito fuori (35’ st). Ispra più fisica che Bani ha provato ad arginare con un 3-5-2, anche se le difficoltà della mediana non hanno consentito di attuare il piano completamente

«In mezzo soffrivamo e arrivavano i lanci lunghi, ma quei palloni erano tutti dell’Ispra. Quando siamo andati palla a terra si sono viste cose importanti. Il 3-3? Era dentro di molto».

Ispra che è partita meglio peccando però di mira davanti a Gini con Cataldi e Pezzi (due volte), e l’Accademia – su un rapido ribaltamento – passa con Zaverio che, scatta col tempo giusto, e sul secondo controllo castiga Locati. Ispra che pareggia due minuti più tardi con una punizione fantastica di Giuliani dai venti metri e, nei primi minuti della ripresa, c’è il sorpasso firmato dal pallonetto dal limite di Cataldi. Ispra che prova a legittimare ma al quarto d’ora c’è il pari Accademia con il penalty procurato da Zaverio e realizzato da La Rosa. Cerutti, su una punizione dal vertice, grazie alla complicità di Gini riporta i suoi avanti: pareva tutto scritto per la fuga, ma l’errore di Baglio e il “mischione” finale hanno deciso per un epilogo differente.


Questa partita la trovi integralmente sul giornale di domani insieme alle pagelle. Ricordati inoltre di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione. Sempre utilizzando la nostra applicazione puoi trasformati in un nostro reporter. Abbiamo inserito una nuova funzionalità, si chiama appunto YouReporter e con un semplice clic ci puoi trasmettere una foto o un filmato direttamente alla redazione. I risultati poi li trovi anche sul sito alla sezione apposita.

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Al servizio dei giovani e dello sport dal 1957, è il nostro motto. Abbiamo l’ambizione di formare e informare, intanto contribuendo a migliorare la cultura sportiva. Abbiamo introdotto alcune importanti novità sull’edizione multimediale: le interviste a fine gare dei protagonisti le potete ascoltare integralmente attraverso i file originali, lo stesso dicasi per le reti da palla inattiva o le fotogallery. Vogliamo proporre il calcio sotto una nuova forma, attraverso il filtro dei numeri, delle statistiche e allora ecco un’ampia sezione dedicata alle prove individuali. Focus portieri con le classifiche dei meno battuti, spazio ai bomber e al minutaggio / gol. Infine, per difensori e centrocampisti, tutte le medie voto compilate seguendo le indicazioni degli addetti ai lavori e dei nostri inviati.