Solbiatese Ispra Under 17 Cardani Colombo
Giorgio Cardani e Mattia Colombo

Morazzone, Accademia Varesina, Ispra: la Solbiatese di Giuliano Carlomagno ha chiuso il trittico di scontri diretti con sette punti e la consapevolezza che la strada tracciata è quella giusta per arrivare in fondo. Certo, la macchina non sarà ancora perfetta come la vorrebbe il suo mentore, ma in questo momento basta e avanza per fare bella figura e ottenere i risultati. «Abbiamo un obiettivo importante per la società che è quello di provare a fare il meglio possibile, ma dobbiamo anche preparare i ragazzi per la prossima categoria – il pensiero di Carlomagno – C’è ancora da lavorare, ed è quello che facciamo in settimana». Con l’Ispra i neroazzurri hanno ottenuto tre punti pesanti dopo ottanta minuti intensi, concedendo qualcosa in avvio e poi azzannando il match tra il tramonto del primo tempo e l’alba della ripresa quando sono arrivati il calcio di rigore di Giorgio Caradani e il raddoppio ad opera di Colombo, abile a farsi largo tra le maglie della difesa isprese e scaraventare, da posizione defilata, il pallone del 2-0. E dire che le primissime battute di gioco lasciavano presagire qualcosa di diverso visto che l’Ispra, grazie al 4-3-3 con i due esterni offensivi larghi (Cerutti e Coppola) era riuscita in alcune occasioni a sfondare. E così da una percussione di Cerutti ecco il servizio per Giuliani che, dal limite dell’area, colpisce in pieno la traversa (5′). La retroguardia neroazzurra prende le misure con il passare dei minuti, guadagnando quei due metri che si riveleranno poi decisivi per disinnescare le velleità future ispresi. Il primo sussulto dei locali arriva al 26′ quando Sottocasa, sugli sviluppi di un calcio di punizione laterale, manca di un nulla l’impatto con la sfera dopo l’incomprensione tra Oniscodi e Sardo. L’episodio che sblocca il match arriva allo scadere del tempo quando il contatto tra Piras-Cardani viene sanzionato da Cariati col calcio di rigore. In avvio di ripresa, dopo il 2-0 di Colombo, la Solbiatese potrebbe dilagare ulteriormente visto che l’Ispra si perde nelle praterie della mediana e in una sorta di immobilismo difensivo. Colombo, da posizione decentrata, vede la strada sbarrarsi dai riflessi di Oniscodi, poi sul corner di Sinicco Scali è Giorgio Cardani a mancare il bersaglio di testa per poco. Per la Solbiatese è sempre tempo di “calcio ragionato”, con la manovra impostata spesso dalla prima linea partendo da Brosco e Andreotti per poi coinvolgere Bernasconi, pronto sempre a trovare la via d’uscita migliore. L’Ispra, invece, si perde sul più bello in mezzo con Baranzini e dietro con Agostini e Cavallazzi. Da un sussulto, però, ecco che tutto può cambiare quando Bernasconi commette un ingenuo fallo in piena area, con Cerutti che trova il gol della speranza a venti dal termine. La Solbiatese può arrotondare con Colombo sugli sviluppi di una punizione laterale, Pavia (sul perfetto passaggio di Sinicco Scali che lo manda in porta e sulla palla riconquistata su Baglio), Giorgio Cardani (dopo un pallone perso da Zanarella sulla propria tre quarti). Ispra che barcolla, resta in piedi grazie al suo portiere, ma trova sulla propria strada Franzoni che, a due minuti dal termine, si supera letteralmente sulla frustata di testa di Coppola su calcio d’angolo. «È solo la seconda giornata di campionato e la strada è molto lunga: siamo entrati scarichi nel secondo tempo e l’abbiamo pagata col gol del 2-0. La difesa è praticamente nuova ma la squadra c’è: sono certo che ci rialzeremo subito», ha detto Michele Mazzetti.

SOLBIATESE-ISPRA UNDER 17 IL TABELLINO

SOLBIATESE-ISPRA 2-1
RETI (2-0, 2-1): 38′ rig. Cardani Giorgio (S), 2′ st Colombo Mattia (S), 19′ st rig. Cerutti (I).
SOLBIATESE (4-3-1-2): Franzoni 7.5, Medde 6.5, Tavernini 6 (35′ Zonta 6.5), Brosco 7, Andreotti 7, Bernasconi 6.5, Crespi 6 (18′ st Pavia 6), Sinicco Scali 7, Cardani Giorgio 7, Colombo Mattia 7, Sottocasa 6.5. A disp. Finotti, Mezi, Cardani Riccardo. All. Carlomagno 7. Dir. Andreotti.
ISPRA (4-3-3): Oniscodi 7.5, Sardo 6.5, Agostini 6 (35′ st Lepre sv), Baranzini 6 (8′ st Oliva 6), Cavallazzi 6 (39′ st Zanarella sv), Piras 7, Coppola 6.5, Giuliani 7 (40′ st Baglio sv), Vismara 6 (15′ st Pellegatta 6), Lamorte 6 (31′ st Cataldi sv), Cerutti 6.5. A disp. Mazzina. All. Mazzetti 6. Dir. Baglio.
ARBITRO: Cariati di Varese 6.
AMMONITI: Piras (I), Giuliani (I), Medde (S), Sardo (I), Andreotti (S).

SOLBIATESE – ISPRA UNDER 17 LE PAGELLE

SOLBIATESE
Franzoni 7.5
La parata su Coppola nei minuti finali vale tutta la sua partita.
Medde 6.5 Nel primo quarto d’ora patisce Cerutti poi prende le misure e alleggerisce nel modo giusto.
Tavernini 6 Sotto pressione in avvio con Coppola, poi riesce a respirare. Esce per infortunio dopo uno scontro di gioco. (35′ Zonta 6.5 Entra a freddo ma è subito padrone della situazione. Si vede anche sulle palle inattive).
Brosco 7 Alza il piede e disinnesca un paio di pericoli aerei. Partecipa all’impostazione dalla retrovia.
Andreotti 7 Gestisce la situazione con calma e personalità. Tassello fondamentale anche per quanto riguarda l’avvio dell’azione.
Bernasconi 6.5 A lui il compito di giostrare la situazione e raramente è impreciso. Commette il fallo da rigore che porta al 2-1.
Crespi 6 Dà un buon supporto ai compagni.
Sinicco Scali 7 Corre, rincorre e lotta fino alla fine. Ci prova e serve i compagni con palloni precisi.
Cardani Giorgio 7 Nel momento cruciale è freddo per portare i suoi avanti. Nella ripresa va vicino per due volte a chiudere i conti.
Colombo Mattia 7 Fa la voce grossa nella sua zona. A inizio ripresa mette virtualmente il risultato al sicuro costruendosi il gol.
Sottocasa 6.5 Sacrificio e sempre pronto a offrire una soluzione.
All. Carlomagno 7 La squadra ha un suo assetto e prova a giocare secondo la sua filosofia.

Solbiatese Ispra Under 17 Solbiatese
La Solbiatese al completo

PAGELLE ISPRA
Oniscodi 7.5
Assoluto padrone della situazione. Nel momento di sbilanciamento tiene viva l’Ispra con due grandi parate.
Sardo 6.5 Affonda il colpo più volte in avvio di gara, poi lentamente si abbassa e nel finale finisce per perdersi.
Agostini 6 Troppo a strappi e in partite del genere queste sono cose che vanno evitate.
Baranzini 6 Spesso senza meta e troppo fuori dal coro. La sua zona è spesso senza presidio.
Cavallazzi 6 Troppo molle quando c’è da tenere duro e dare qualcosa in più. La Solbiatese ne approfitta e affonda.
Piras 7 Leader della squadra: dietro sbroglia situazioni difficili e cerca di dare ordine, poi Mazzetti lo avanza a metà e si fa valere anche nel nuovo ruolo.
Coppola 6.5 In avvio con i suoi affondi sulla destra mette paura alla Solbiatese. Si perde un po’ con il passare del tempo.
Giuliani 7 Passaggi filtranti per i compagni che andavano sfruttati meglio. Manca un po’ di costanza ma è ampiamente promosso.
Vismara 6 Tanta volontà. Esce che non aveva più benzina.
Lamorte 6 Potrebbe accendere la scintilla ma finisce per restare nella terra di mezzo. Non sempre la gestisce bene.
Cerutti 6.5 Pronto ad andare al duello senza tirarsi indietro. Accorcia su rigore e cerca di essere il riferimento per i compagni.
All. Mazzetti 6 Nella partita con la diretta concorrente è mancata qualcosa. Le attenuanti ci sono.

Solbiatese Ispra Under 17 Ispra
L’Ispra schierata al completo

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.