Ispra-Besnatese 1-1, Paracchini è vicino al traguardo. Ospiti tra gli applausi

359

Si può vincere anche pareggiando e l’esultanza nello spogliatoio dell’Ispra è la fotografia migliore del concetto. Non è finita finché non è finita, ma con Union Tre Valli e Cas.Mo nei prossimi centottanta minuti è facile pronosticare la strada che prenderà il campionato. Paracchini, giustamente, fa il pompiere: «Festeggio quando è matematico ma adesso siamo molto più vicini», ma è consapevole che il più è fatto. Ispra che festeggia, Besnatese che esce tra gli applausi dei propri sostenitori: Marantelli, nonostante le assenze e i mancati rinforzi dall’alto, l’ha giocata alla pari ed esce con una dose di rimpianti per quello che avrebbe potuto essere e non è stato. «Ai ragazzi non si può rimproverare nulla. Chi ha giocato ha dato tutto», ha detto il tecnico besnatese dopo aver ricordato ai suoi che non è ancora finita. Ospiti più aggressivi, con Giacchino a lottare quasi contro tutti là davanti. L’Ispra, che ha in Lamorte il valore aggiunto sul fronte offensivo, vede strozzarsi l’urlo del vantaggio dai riflessi di Tortorella che è decisivo su Cazzulli proprio sulla linea. Pochi minuti dopo è la Besnatese a fermare l’urlo quando la traversa dice no alla zuccata di Milani in area piccola sugli sviluppi di un calcio di punizione. Una sorta di partita a scacchi, dove – in alcune circostanza – sarebbe stato necessario maggior vigore da parte del direttore di gara Martini. Sul finire del primo tempo è l’Ispra a sfiorare il gol quando Cazzulli ha mancato per pochi centimetri l’impatto sul servizio di Lamorte. L’episodio che indirizza la gara è al 9’ della ripresa quando Martini punisce un tocco col braccio in area di Milani (già ammonito) sulla punizione di Magistri: penalty e rosso per il centrocampista besnatese. Cammarata è implacabile e segna l’inizio del nuovo round. Marantelli inserisce Bertoldo e viene subito ripagato con la punizione laterale per la testa di Giacchino che vale l’1-1. Cova, da fuori, non va lontano dal bersaglio, mentre sul fronte Ispra le occasioni sono di Lamorte (rovesciata) e Sanchez. Besnatese che non si arrende, Ispra che sfrutta tutte le armi e tira un sospiro di sollievo quando Contini silenzia l’ultima punizione di Cova da metà campo. Per la celebrazione ufficiale è solo questione di giorni.

Ispra-Besnatese 1-1
RETI (1-0, 1-1): 12′ st rig. Cammarata (I), 20′ st Giacchino (B).
ARBITRO: Martini di Varese  5.5. In alcune circostanze serviva personalità.
ESPULSI: 9′ st Milani (B), dopo il triplice fischio Bertoldo (B).

ISPRA
All. Paracchini 7 Il traguardo è davvero vicino.
Contini 6.5 Nel finale non è infilato come a Capolago.
Dalla Marra 6.5 Mette il presidio, alla fine bada all’essenziale.
Lamorte 6.5 Pensiero superiore ma è spesso raddoppiato.
Becerri 7 Guarda alla sostanza.
Piras 6.5 Dà equilibrio.
Cerutti 6.5 Bardelli non è un buon cliente ma riesce ad contenerlo.
Gioia 6.5 Buoni spunti finché ne ha. (37’ st Sanchez sv).
Cammarata 7 L’uomo dei piazzati. Rigore che pesa. (17’ st Petri 6).
Cazzulli 6 Pistola scarica. Lascia due gol da un metro non da lui.
Magistri 7 Cerca la conclusione, recupera e innesca.
Dardha 6.5 Tiene sul passo.
A disp.: Mondelli, Bertuzzo, Macella, Talerico, Zavattari, Bosisio.
Dir.: Crugnola.

BESNATESE
All. Marantelli 7 Scelte obbligate e sfiora l’impresa.
Tortorella 7 La parata in avvio su Cazzulli vale quanto un gol.
Borin 6.5 Un 2002 che fronteggia i ’98. (17’ st Bertoldo 7).
Gennaro 7.5 Personalità da vendere. Limita Lamorte.
Guenzani 7 Legge le traiettorie e dà man forte quando serve.
Bonizzoni 6.5 Gioca d’esperienza.
Milani 6.5 Traversa e rigore causato: sfortunato.
Bardelli 6.5 Spirito di squadra. Lottatore. (42’ st Matute sv).
Macchi 7.5 Interventi puntuali e ragionati. Non passa nessuno.
Giacchino 7.5 Lotta, si abbassa a ricevere e aiuta dietro alla fine.
Cova 6.5 Catalizzatore.
De Angelis 6 Si sacrifica.
A disp.: Soldi, Grande, Cavallero, Galli, Ferioli, Duchini.
Dir.: Tortorella.

GUARDA LE FOTO DELLE SQUADRE


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.