Ispra-Marnate 5-0: Inno alla Gioia Ispra, triplete per Paracchini

444

Gli occhi al cielo, la Coppa Varese tra le mani e la sensazione di aver fatto qualcosa che verrà ricordato a lungo, grazie a una vittoria in finale che va ben oltre il risultato e mette la ciliegina sulla torta di una stagione praticamente perfetta. Vince e conquista il trofeo l’Ispra, al termine di novanta minuti che hanno messo in mostra tutte le grandi qualità della squadra di Paracchini, un mix formidabile tra tecnica individuale e tattica, che non hanno lasciato scampo agli avversari. Non ha demeritato il Marnate, che soprattutto nel primo tempo è riuscito a giocarsela ad armi pari, ma la grande occasione dei ragazzi di Montuoro, capitata sui piedi di Dabbabi, si è spenta sul palo. «Quel palo avrebbe potuto cambiare la partita», dichiarerà un ugualmente soddisfatto Montuoro al termine. La sfortuna da una parte, la precisione di un Verde ispiratissimo dall’altra. L’esterno dell’Ispra prima mette in crisi la difesa avversaria, poi, al 32’, porta in vantaggio i suoi con una punizione mancina precisa a fil di palo. Il Marnate non supera lo shock dello svantaggio e, poco prima dell’intervallo, subisce anche il raddoppio di Cazzulli, che ribadisce in rete una respinta corta di Aloisi, sfortunato nel deviare in porta il pallone con la schiena. Nella ripresa Montuoro cerca di pescare il jolly mischiando le carte, ma la grande occasione di Macchi per riaprire la partita viene disinnescata da Contini, reattivo in uscita. Marnate inizia a non crederci più e l’Ispra guadagna campo, chiudendo i giochi a un quarto d’ora dal termine, quando Lamorte mette davanti alla porta Dardha, regalando al terzino l’assist del 3-0. Nel finale spazio per Bertuzzo e Gioia, che fissano il punteggio sul definitivo 5-0 che manda in Paradiso l’Ispra, ma non deve demolire quanto di buono fatto dal Marnate. «Adesso non abbiamo più niente da vincere – dichiara Paracchini – Chiudiamo il ciclo di una squadra da ricordare». La felicità è effimera, ma il ricordo una tripletta di vittorie non svanirà mai. Perché “con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”.

Ispra 5
Marnate 0
RETI: 32′ Verde (I), 43′ Cazzulli (I), 28′ st Dardha (I), 43′ st Bertuzzo (I), 45′ st Gioia (I).
Ispra (4-3-3): Contini 7, Della Marra 7, Dardha 7.5, Becerri 7, Petri 7 (42’st Mondelli sv), Cerutti 7 (42’st Macella sv), Verde 7.5 (24’st Gioia 7), Piras 7 (38’st Talerico sv), Cazzulli 7, Magistri 7, Lamorte 7 (40’st Bertuzzo 7). A disp. Cigolini. All. Paracchini 7.5.
Marnate (4-2-3-1): Aloisi 6, Pogliana 6 (11’st Rossi 6), Dabbabi 6.5 (28’st Dedè 6), Briglia 6 (22’st Castelli 6), Pannozzo 6.5 (17’st Morgante 6), Casati 6.5 (14’st Turra 6), El Jabri 7 (35’st Cattaneo sv), Alampi 6 (1’st Carugo 6), Macchi 6.5, Candiani 6.5, Gasparri 6.5 A disp. Castenetto. All. Montuoro 6.5.
Arbitro: Fera di Gallarate 7.
Ammoniti: Dardha e Lamorte (I), Aloisi, Casati, El Jabri e Candiani (M).

ASCOLTA L’INTERVISTA A PARACCHINI
ASCOLTA L’INTERVISTA A MONTUORO

Ispra
Contini 7 Coraggioso e preciso nelle uscite.
Della Marra 7 Raramente sbaglia gli interventi. Solido e intelligente.
Dardha 7.5 Accelerazioni, difesa, pressing e un gol come ciliegina sulla torta. Pendolino.
Becerri 7 Quando il Marnate ci prova, lui non si scompone e ferma tutti.
Petri 7 Si abbassa a gestire il pallone e regge il centrocampo con saggezza.
Cerutti 7 Con lui alle spalle i suoi esterni possono attaccare senza paura.
Verde 7.5 Segna, subisce falli e crea gioco. Semplicemente decisivo.
Piras 7 Corsa, gamba e nessuna paura dei contrasti. Tenace.
Cazzulli 7 Una vera occasione davanti al portiere, un gol. Letale.
Magistri 7 Nel secondo tempo apre il campo con dei filtranti precisi.
Lamorte 7 Quando prende palla gli avversari vanno in crisi.
All.Paracchini 9 Quando vinci una volta può essere fortuna. Sempre è bravura.

Marnate
Aloisi 6 Due di sbavature, un ottimo intervento.
Pogliana 6 Resta basso per limitare Verde.
Dabbabi 6.5 Prova a spingere, ma è costretto ad abbassarsi per evitare guai.
Briglia 6 Il pressing c’è, la precisione un po’ meno.
Pannozzo 6.5 Sfrutta al meglio il fisico per fare muro.
Casati 6.5 Riesce a limitare al meglio Cazzulli. Cosa riuscita a pochi.
El Jabri 7 Inizia a marce basse, nella ripresa cambia ritmo. Leader.
Alampi 6 Non riesce a trovare la quadra e soffre l’inferiorità in mezzo.
Macchi 6.5 Tanto movimento, nella ripresa le sue accelerazioni creano pericoli.
Candiani 6.5 Primo tempo sottotono, nella ripresa prende in mano il gioco.
Gasparri 6.5 Parte alto, poi si sposta in difesa. Si gioca tutto e non demerita.
All. Montuoro 6.5 La grande occasione si spegne su un palo a metà primo tempo. A un passo dall’impresa ma essere qui è già storico.

GUARDA LE FOTO DELLA GIORNATA


Queste partite la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.