Il biglietto per la finalissima con i padroni di casa di Bergamo va a Monza che, dopo una partita infinita, ha la meglio di Brescia ai calci di rigore. Un esito che, per quanto visto in campo, è giusto visto il maggior numero di occasioni da rete dei brianzoli (a partire dai due legni colpiti da Mascioni in avvio e Vicario nel primo supplementare). Brescia esce consapevole di aver dato il massimo e di non essere riuscita a far scoccare la scintilla nei momenti clou. Partita decisa, di fatto, tutta nel primo quarto di gara quando – dopo il legno di Mascioni – Brescia trova il vantaggio con la punizione dalla lunga distanza di Olivini che soprende Migliore. Pochi istanti più tardi ecco il pareggio ospite con il penalty realizzato da Palumbo e procurato da Mascioni. Ma più che del pareggio, Brescia in quel momento si è preoccupata delle condizioni di Bolzoni che, nello scontro con Mascioni, ha ricevuto un colpo al volto. Il portiere dello Sporting Desenzano ha provato a resistere, ma pochi istanti dopo il pareggio, ha fatto spaventare tutti. Dopo i primi momenti concitati (dove è intervenuto il Delegato Alberto Paquali a prestare soccorso) i sanitari l’hanno trasportato al Pronto Soccorso di Seriate. Alla fine, solo tanto spavento, con il portiere che ha tranquillizzato tutti in serata, intevenendo alla cena al “Borgo le Muratelle”. La partita sembra poter decollare nella ripresa quando Albanese, Palumbo e Mascioni portano pericoli alla porta di Bianchetti. Brescia, dalla sua, è protagonista di una seconda frazione in crescendo che tra il 20’ e il 35’ dà l’impressione che possa volgere a proprio favore. Il centrocampo gira e Bara ha una buona occasione per il 2-1. Le ultime occasioni dei tempi regolamentari sono brianzole con Vicario (prodezza sulla linea di Ferraglio) e Nania. Nei supplementari il meglio è tutto nel primo: Lembo, in una ripartenza nata da uno scontro di gioco tutto brianzolo tra Mascioni e Caglio, si divora il 2-1; poi è Vicario a colpire il palo con una magnifica punizione a giro. I rigori, poi, hanno eletto la squadra di Gargioni.

BRESCIA-MONZA 2-5 DCR (1-1 DTS)
RETI (1-0, 1-1):
12’ Olivini (B), 16’ rig. Palumbo (M).
SEQUENZA RIGORI: Palumbo (M) gol, Abbiw (B) alto, Vicario (M) gol, Lembo (B) parato, Malvezzi (M) gol, Ceresera (B) gol, Lettieri (M) gol.
BRESCIA: Bolzoni 7 (17’ Bianchetti 6.5), Olivini 7 (38’ st Azzini 6), Abeni 6, Ferraglio 7.5, Mezzaro 6.5, Ceresera 6.5, Maranza 6.5 (9’ sts Abbiw 5), Otabie 6 (3’ pts Lembo 6), Casella 6.5, Bettelli 6 (6’ st Pellizzari 6), Rossato 6 (15’ st Bara 6). A disp. Cipriani. All. Mazzuchelli 6.5.
MONZA: Migliore 7.5, Malvezzi 6.5, Albanese 6.5, Palumbo 7, Sapienza 7, Zanchi 6.5, Mascioni 7 (9’ sts Corti sv), Caglio 6, Steganini 6 (30’ st Lettieri 7), Nania 6.5, Vicario 7. A disp. Pugliese, Matera, Scogniamiglio, Atzei, De Rosa. All. Gargioni 7.
ARBITRO: Allegri di Mantova 6.5.
ESPULSO: 10’ pts Mezzaro (B).

I ragazzi della Rappresentativa Under 17 di Brescia
I ragazzi della Rappresentativa Under 17 di Brescia