Brescia-Varese Giovanissimi 1-2: Ribaltone con De Rosa, rabbia Brescia

1374

Finisce con l’esultanza di Varese per una finale riconquistata a distanza di sei anni e con l’amarezza di Brescia per una sconfitta difficile da digerire per quanto visto in campo, soprattutto nel primo tempo. Questione di sfortuna, di errori di mira e di una serie di decisioni di Garatti di Lovere tutt’altro che facili da accettare. Tre episodi su tutti nel mirino dei bresciani: il 2-0 annullato a Idrissou per un fuorigioco che non c’era (forse c’era un contatto con Paglialonga, quello sì…), un rigore non concesso su Idrissou e il penalty conquistato (e poi realizzato) da De Rosa che ha permesso di ribaltare il risultato. Rigore che, va detto, è maturato all’altezza della linea di fondo campo per un contatto alquanto veniale. Episodi che hanno pesato nel risultato e lasciato Brescia con un’amarezza difficile da digerire anche perché, rispetto a Varese, si è dimostrata di un livello superiore. Occasioni, tante, propiziate dai “piccolini” Mora, Ignazzitto e Pernuzzo, con il solito Idrissou là davanti a fare sportellate e tenere sulla corda Paglialonga e Raso. Perché Varese balla, soprattutto in mezzo e sulla corsia di destra dove Antonelli è preda delle incursioni di Ignazzitto. Minuto 21: palla sradicata da Pasini proprio ad Antonelli, servizio per Pernuzzo che – dal fondo – serve Idrissuou. Il resto è coordinazione, mancino e palo-gol. Il centravanti bresciano pochi istanti dopo vede annullarsi il 2-0 e, in seguito, lo manca sparando addosso a Nisi. Nel mezzo, però, altra occasione mancata da Brescia con la punizione tesa calciata da Pasini sulla quale Castelnuovo arriva un attimo dopo all’altezza del secondo palo. Varese è bloccata, davanti Romano, De Rosa e Canaglia non hanno soluzioni. Ma partite simili “girano” con una giocata, e quella la pesca il centravanti del Morazzone che – dai quaranta metri – vede Pelanda non al suo posto e prova l’impossibile (1-1). La partita cambia direzione, De Rosa diventa un pericolo costante per Castelnuovo e, a un quarto d’ora dal termine, trova il penalty (molto generoso) che ribalta tutto. Brescia è come se fosse smarrita e Cardace manca il ko su punizione dal vertice. Ma Brescia ha mille risorse, oltre alla qualità c’è l’orgoglio e nel finale va per due volte vicina ai supplementari con le conclusioni ravvicinate di Sarasini e Lazzari sulle quali è straordinario Nisi. E domenica, a Cologno al Serio, potrebbe essere il giorno della storia per i Giovanissimi di Varese, per una Coppa spesso sfiorata ma mai arrivata.

BRESCIA-VARESE 1-2
RETI (1-0, 1-2):
21’ Idrissou (B), 4’ st De Rosa (V), 20’ st De Rosa (V).
BRESCIA: Pelanda 5.5, Castelnuovo 6.5, Pasini 6.5, Mora 7, Alberti 6.5, Lazzari 6.5, Resinelli 6.5 (18’ st Gatti 6), Taglietti 6.5 (31’ st Sarasini 6.5), Idrissou 7, Ignazzitto 7.5, Pernuzzo 7 (11’ st Sola 6). A disp. Dikouk, Lecchi, Minessi, Alberga, Bertoglio, Ursea. All. Abate 7.
VARESE: Nisi 8.5, Antonelli 5.5 (28’ Premoli 6), Moschetto 6.5, Municchi 5.5 (27’ Maresca 6), Raso 6.5, Paglialonga 7, Gardoni 6.5, Nappi 6 (18’ st Cardace 6), De Rosa 9, Romano 6 (32’ st Cioffi sv), Canaglia 6 (22’ st Pallaro 6). A disp. Mazzone, Schioppa, Esposito. All. Milani 7.
ARBITRO: Garatti di Lovere 5.
AMMONITI: Gardoni, Romano (V), Pasini, Alberti, Ignazzitto (B).

I ragazzi dell'Under 15 di Brescia
I ragazzi dell’Under 15 di Brescia
I ragazzi della Rappresentativa di Varese Under 15
I ragazzi della Rappresentativa di Varese Under 15

1 COMMENTO

  1. Buonasera,
    volevo solo fare i complimenti al Sig. Basso, ero seduto vicino a lui in semifinale, ed ha seguito la partita con un’attenzione maniacale, ed infatti ne è uscito un articolo ben fatto e corrispondente a quanto successo.
    Complimenti non vedo l’ora di leggere l’articolo sulla finale.
    Buon lavoro.
    Andrea.