Lodi-Varese Giovanissimi 0-3 L’urlo di Cologno al Serio: Varese Campione!

1224

Il portone della storia si apre alle 16:32 di domenica 5 maggio: Varese, per la prima volta, è campione Giovanissimi. Quel traguardo accarezzato più volte negli ultimi anni è realtà grazie alla prova superba contro Lodi, annichilita con un 3-0 che sta fin troppo stretto ai ragazzi di Alessio Milani. Varese campione dopo un percorso pressoché netto, lasciando sulla propria strada vittime illustri come Milano nel girone e Brescia in semifinale. Con Lodi è stata una partita praticamente segnata fin dal principio, con la superiorità emersa fin dalle prime battute anche se – per festeggiare il vantaggio – si è dovuto aspettare fino al 25’ quando sugli sviluppi di un corner Paglialonga ha incocciato la traversa e la palla è battuta oltre la linea della porta di Riboni. Gol che spianato la strada, arrivato dopo le occasioni mancate per una questione di centimetri da Romano, De Rosa e Moschetto. Spreco che avrebbe potuto costare caro e che, a qualcuno, ha fatto venire alla mente la nefasta finale dei ’98 di Vittuone contro Legnano. Ma questa volta il destino non si è preso gioco di Varese che, dopo il vantaggio, ha cercato il raddoppio con Romano salvo poi andare in affanno nei primi minuti della ripresa. La folata di Lodi è durata poco, giusto un paio di tentativi di Ouaquit (il migliore dei suoi) perché poi Varese ha ritrovato distanze e spirito giusto, con De Rosa emblema della «garra» con una galoppata lungo la linea laterale e Romano col mancino che ha costretto Riboni ad allungarsi. E la punta della Sestese la chiude virtualmente prima del quarto d’ora con un colpo d’alta scuola mentre la retroguardia lodigiana chiamava un improbabile off-side. Maresca, un altro da medaglia d’oro, manca di un nulla il tris ma sul conseguente angolo è la zuccata di Nappi a chiudere i conti. Giusto così, perché nulla si improvvisa e Alessio Milani è la dimostrazione che avere le idee chiare fin dall’inizio porta a grandi risultati. «È un’impresa fatta da un grande gruppo, giusto equilibrio di fisica e tecnica. Non abbiamo mai perso e questo mi riempie d’orgoglio», le parole del tecnico campione.

LODI-VARESE 0-3
RETI: 25’ Paglialonga (V), 13’ st Romano (V), 35’ st Nappi (V).
LODI (4-3-3): Riboni 7, Cotet 6 , Lipomi 6.5 (27’ st Piumella sv), Cabrini 6.5 (29’ st Viganò), Ambrogi 6.5 (32’ st Frisenna sv), Barzaghi 7, Angella 6.5 (35’ Gamberale 6.5), Cani 6 (12’ st Filia 6), Ventura 6, Ouaquit 7, Ehhy 6 (30’ pt  Balzani 6.5). A disp. Petkov. All. Antoniazzi 6.5.
VARESE (4-3-1-2): Nisi 7, Moschetto 7.5, Premoli 7.5, Maresca 8 (32’ st Municchi sv), Raso 7.5 (12’ st Esposito 7), Paglialonga 9, Gardoni 8 (5’ st Nappi 8), Cardace 8, De Rosa 7.5 (27’ st Pallaro), Sosto 8 (36’ st Antonelli sv), Romano 8. A disp. Mazzone, Schioppa, Canaglia, Cioffi. All. Milani 10.
Arbitro: Dell’Orto di Sondrio 6.5. (Bruno di Seregno, Longoni di Seregno).