Boris Bentil
Boris Bentil

Nel pomeriggio di martedì sono andati in scena i quarti di finale del Torneo delle Province. A sfidarsi sul campo di Sedriano sono state due serie candidate alla vittoria finale: Vecchi capitanava la rappresentativa di Milano; mentre Mazzuchelli guidava la rappresentativa di Brescia. Le due squadre si mostrano da subito molto attente alla fase difensiva più che all’offensiva. Per tutta la prima frazione di gioco il 4-3-3 di Milano non riesce mai ad essere sfruttato, a causa delle ali che rimanendo troppo strette portavano lo sviluppo del gioco dove Brescia poteva difendere al meglio grazie all’ottima densità che riuscivano a creare con le due linee, di centrocampo e difesa, molto compatte. Elemento, però, che non gli ha mai permesso di rendersi veramente pericolosi se non con iniziative solitarie tendenzialmente firmate da Bentil. La seconda frazione vede alcuni accorgimenti tattici di Vecchi che portano Milano ad arrivare con maggior facilità in porta, sono stati invertiti i due esterni alti e l’inserimento di Marini ha permesso di trovare la profondità con maggior facilità. Al quarto minuto, con un’azione cercata molto in precedenza, arriva il vantaggio bresciano. Bentil scappa alle spalle dei difensori e servito alla perfezione da Pellizzari con la punta alza il pallone quanto basta per mettere fuori gioco Di Fiore. Dopo il vantaggio gli ospiti diventano più guardinghi faticando ad uscire dalla propria metà campo con un possesso ragionato, fattore questo che li porterà ad avere solo un’occasione sul finale con un diagonale di Rossato. Milano, invece, inizia a premere e arriva a colpire due pali: il primo di Marini al ventesimo con Bolzoni fuori dai giochi, e il secondo in seguito a una conclusione deviata da Bolzoni e scoccata da Schiavoni. Nonostante la grande pressione portata la rete di Brescia non riesce ad essere violata e per questo motivo i ragazzi di Mazzuchelli staccano un pass per le finali. A fine gara Vecchi commenta: «Ci è mancato solo il gol. Il nostro portiere ha fatto una parata. Son partite dove purtroppo la palla non va dentro». Mazzucchelli dopo i festeggiamenti analizza il match: «Siamo stati più attenti del solito e siamo stati equilibrati. Nel secondo siamo stati timorosi e abbiamo rischiato, per fortuna il nostro portiere è stato attento».

MILANO-BRESCIA 0-1
RETE: 4’ st Bentil (B).
MILANO: Di Fiore 6, Spaggiari 6, Pasquadibisceglie 6.5 (40’ st Rizzo sv), Grittani 6.5, Franchini 6.5, Cellerino 6.5 (40’ st Noera sv), Ravani 6 (38’ st Damiant sv), Mohamed 6, Ruffo 6 (4’ st Marini 7), Schiavoni 6, Imbrogno 6.5 (17’ st Scarpenti 6). A disp. Omes, Dauria, Maggi. All. Vecchi Luca-Vecchi Cristian 6. Dir. Commisso-Maggioni.
BRESCIA: Bolzoni 7, Azzini 6, Abeni 6.5, Ferraglio 6.5, Mezzaro 7, Ceresera 6.5, Pellizzari 6.5 (40’ st Cipriani sv), Otabie 6, Bentil 7.5 (23’ st Casella 6), Morandi 6, Rossato 6. A disp. Olmi, Antonioli, Bara, Abbiw, Maestrelli, Richiedei. All. Mazzucchelli 6.5. Dir. Ferrentino-Maranza.
ARBITRO: Rufi di Lodi 6.5 La partita non è scorretta e lui la gestisce bene nonostante le pressioni.
AMMONITI: Ceresera (B), Otabie (B).

PAGELLE MILANO 4-3-3
Di Fiore 6 Effettua una sola parata e la effettua bene.
Spaggiari 6 Fatica a spingere ma in difesa è sempre molto attento.
Pasquadibisceglie 6.5 Le azioni più pericolose arrivano anche grazie alle sue continue sovrapposizioni.
Grittani 6.5 Stoico su Bedil nonostante il miss-match fisico.
Franchini 6.5 Sempre molto attento e spesso in anticipo.
Cellerino 6.5 Comanda con ottima intelligenza il primo passaggio.
Ravani 6 Nel primo tempo è in ombra, esce bene nel secondo con personalità.
Mohamed 6 Fatica a far da collante fra i reparti.
Ruffo 6 I difensori lo costringono a giocare solo spalle alla porta.
4’ st Marini 7 Con la sua rapidità cambia il match.
Schiavoni 6 Si muove molto ma incide poco.
Imbrogno 6.5 Tanti cross e dribbling anche dopo il cambio fascia bene.
All. Vecchi 6 La prepara molto bene, ma la fortuna non lo guarda.

PAGELLE BRESCIA 4-2-3-1
Bolzoni 7 Due uno contro uno ottimi e una parata di piede aiutata dal palo, salvatore.
Azzini 6 Si preoccupa più di difendere che di offendere con buoni risultati.
Abeni 6.5 Non lascia un metro a Ruffo limitandolo molto.
Ferraglio 6.5 Aiutandosi anche con qualche fallo tattico la sua difesa regge bene.
Mezzaro 7 Corre e si sacrifica per tutti i suoi compagni con chiusure spettacolari.
Ceresera 6.5 Regge gli urti avversari con personalità.
Pellizzari 6.5 Fatica ad arrivare sul fondo con continuità stringendosi spesso, ma ha il merito di servire un grande assist.
Otabie 6 Viene chiamato a un lavoro asfissiante per aiutare sulla destra che lo limita in attacco.
Bentil 7.5 Mattatore di giornata sigla il gol della vittoria e tiene in ansia tutta la retroguardia avversaria.
Morandi 6 Perde spesso la posizione.
Rossato 6 Fa il lavoro sporco puntando sempre gli spazi creati da Bentil.
All. Mazzucchelli 6.5 Prepara molto bene la fase difensiva e viene premiato.

LE INTERVISTE: ASCOLTA VECCHI

LE INTERVISTE: ASCOLTA MAZZUCCHELLI


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.