Rapp Femminile, Casiraghi non basta le Azalee vincono all’ultimo

353
La Rappresentativa Femminile guidata da Roberta Antignozzi
La Rappresentativa Femminile guidata da Roberta Antignozzi

RAPPRESENTATIVA FEMMINILE       1

AZALEE           2

RETI: 25’ st Serna (A), 44’ st Casiraghi (R), 46’ st Crestan (A).

RAPPRESENTATIVA FEMMINILE: Ferrari, Polloni, Grassi, Magri, Pedrini, Nuzzo, Mauri, Marasco, Mariani, Galbusera, Barbini, Cogoli, Maiocchi, Meraldi, Afriyie, Dadati, Giudici, Riella, Castelli, Casiraghi, Valente. All. Antignozzi.

AZALEE: Bogni, Gino, De Carli, Fransato, Berlato, Del Raso, Serna, Masciaga, Peripolli, Crestan, Lunardi, Moro, Brunini, Di Lascio, Magrini, Del Torchio, Roncucci, Solis Rosa. All. Sportelli.

Nonostante ieri sera i fari fossero tutti puntati sulla supersfida di Champions tra Juventus ed Atletico Madrid, a Brugherio le ragazze della Rappresentativa Femminile, guidate da Roberta Antignozzi, hanno continuato il loro percorso di avvicinamento al Torneo delle Regioni nel test match, perso per 2-1, contro le Azalee di Luigi Sportelli. Eppure ad iniziare meglio la partita sono proprio le ragazze in verde che, con il loro sbarazzino 4-3-3 e le perfette geometrie di Camilla Galbusera, giocano gran parte del primo tempo nella metà campo avversaria, senza però mai riuscire a impensierire seriamente Bogni. Inizialmente il gioco le ragazze di Antignozzi lo cercano di sviluppare prevalentemente sulla corsia di destra grazie alla spinta della capitana Elisa Polloni, supportata in avanti dalla rapidità di Linda Mauri. La numero 7 però non è in una delle sue serate migliori e come diretta marcatrice trova l’insuperabile Cecilia Gino, che non le lascia mai il giusto spazio per rendersi pericolosa. Dopo 15’, assodato che dalla corsia di destra non si passa, la Rappresentativa cambia sistema di gioco con i due terzini che vanno subito alla ricerca della centravanti Elena Mariani. La nuova idea tattica dà subito i suoi frutti visto che al 16’ la Mariani viene ben servita da uno spiovente da destra della Polloni, scatta sulla linea della difesa e una volta giunta a tu per tu con la Bogni, Sara Fransato salva tutto e manda la palla in corner. In questo primo frangente il pallino del gioco e tutto in mano della squadra di Antignozzi, ma la difesa di Sportelli tiene bene. Poco prima della pausa ecco che la Rapp si rifà pericolosamente sotto con Alessia Giudici che, servita benissimo da un’imbucata di Virginia Valente, calcia quasi a botta sicura ma trova sulla sua strada un provvidenziale intervento dell’estremo difensore ospite. Nella ripresa il match cambia, con le Azalee che attingono dalla panchina e iniziano la seconda parte di gara con maggior consapevolezza e determinazione. Nonostante ciò il primo brivido al ritorno dagli spogliatoi lo regala ancora la Rapp con Elena Mariani che riceve un bel pallone al limite dell’area e calcia di prima intenzione verso la porta: la traiettoria che disegna è veramente spettacolare, ma altrettanto sfortunata visto che la palla s’infrange sul palo, strozzando l’urlo per il gol. Subito lo spavento le Azalee prendono campo e al 9’ si divorano il gol del vantaggio con Lisa Magrini, che non approfitta di un errore in disimpegno della difesa in verde e, da ottima posizione, calcia alle stelle. Da qui la partita sale d’intensità ed il gol è nell’aria. Al 25’ ecco che le Azalee spezzano l’equilibro sbloccando il risultato: Michela Lunardi prende palla sulla trequarti, sfonda a destra superando facilmente la difesa di casa e una volta giunta in area libera un potente destro ad incrociare che supera Sara Cogoli e sbatte sul palo; sulla ribattuta la più lesta ad andare sul pallone è Jennifer Serna che, a porta libera, segna il più facile dei gol. Da qui le Azalee abbassano un po’ il ritmo e permettono alle ragazze in verde, trascinate da Gaia Barbini, di alzare il baricentro e cercare di pareggiare la partita. Alla fine gli sforzi vengono premiati visto che al 44’ arriva il meritato pareggio con Giulia Casiraghi, brava a farsi trovare pronta sul secondo palo e sfruttare un errore in uscita dell’estremo difensore ospite dopo un cross proveniente da destra. Quando oramai il match sembrava destinato al pareggio, ecco che le Azalee appena prima della fine del match trovano la rete del 2-1 che chiude i giochi grazie alla rapacità di Silvia Crestan, brava a risolvere di potenza una pericolosa mischia in area.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.