25 Giugno 2021

Alcione, è ufficiale il clamoroso ritorno di Alessandro Tonani: guiderà l’Under 15 Élite

Le più lette

Brusaporto Serie D: ecco le prime conferme nel parco giocatori a disposizione di Filippo Carobbio

Il Brusaporto è stato uno dei primi club a confermare il proprio tecnico, Filippo Carobbio, e anche il Direttore...

Torneo Eusalp, Pellegrino e Garavini trascinano la Lombardia: tris coi fiocchi contro la Liguria

Alessandro Pellegrino, Leonardo Garavini, Luca Mastrolembo, Matteo Medici. Il primo decisivo con una doppietta da subentrato nella ripresa, il...
Andrea Barilaro
Andrea Barilaro
Responsabile dei campionati giovanili regionali della Lombardia

“Stiamo registrando diverse scosse, sarà un’estate ricca di cambiamenti”. Con questa frase undici mesi fa aprivamo l’articolo del passaggio di Alessandro Tonani dall’Alcione all’Accademia Inter. A un anno di distanza, gli stessi sismologi che rilevarono movimenti sull’asse milanese, si trovano nella medesima situazione. Sono confermate forti scosse tra via Olivieri e via Cilea, le quali tuttavia hanno già dato ufficialmente vita a un vero e proprio terremoto: Alessandro Tonani, dopo una stagione all’Accademia Inter, torna all’Alcione. Un dietrofront clamoroso, un ritorno che porta con sé un’infinità di interrogativi: in poche parole una notizia capace di cogliere impreparati anche i più rinomati sognatori.

Cambio di casacca. Ma andiamo con ordine. Tutto ebbe inizio nel dicembre del 2019, quando Alessandro Tonani abbandonò verso la fine del girone d’andata la guida dell’Under 15 orange. Che da quel momento qualcosa tra il tecnico e la società di via Olivieri sia cambiato è innegabile, come testimonia la notizia trapelata in primavera: Alessandro Tonani passa all’Accademia Inter. Un cambio tanto epocale quanto burrascoso, dopo una vita trascorsa in una società che, per diversi anni, fu del presidente-papà Fabrizio. Un’avventura nuova e stimolante, che avrebbe tutto per consacrare definitivamente il giovane tecnico, al quale è affidata la panchina dell’Under 15 Élite. Sebbene l’inizio di campionato sia stato incoraggiante (due vittorie e un pareggio nelle prime tre uscite), l’esordio con la casacca nerazzurra si dimostra da subito ricco d’insidie, una su tutti: l’emergenza sanitaria. Il lungo periodo lontano dai campi sicuramente non ha giovato all’ambientamento di Tonani in via Cilea, il quale non ha resistito alla corte del suo primo vero amore: l’Alcione.

Tonani ma non solo. “Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”. Una frase che, almeno sulla carta, potrebbe consegnarci una chiave di lettura attendibile per capire il dietrofront di Alessandro Tonani. Non è da escludere però che ci possa essere altro: divergenze tecniche? Organizzative? Quel che sappiamo con certezza è che sono ore caldissime quelle che stanno caratterizzando la primavera in via Cilea. L’addio di Tonani sembrerebbe infatti essere solamente la prima avvisaglia di un’estate burrascosa per i nerazzurri, soprattutto per quanto riguarda altri possibili “scossoni” che ci sarebbero nell’aria.

Ritorno al passato. Per il tecnico milanese è già tempo di pensare alla prossima stagione. Se possa essere il campionato del definitivo rilancio è sicuramente prematuro dirlo, mentre non sembrano esserci dubbi sulla squadra che allenerà: l’Under 15 Élite. Una scelta quasi obbligata dal palmarés del giovane allenatore, il quale è definibile un vero e proprio guru di tale categoria. Il titolo regionale ottenuto nel 2013 è solamente la ciliegina sulla torta di una carriera – seppur ancora tutta in divenire – assolutamente di alto livello. L’ultima apparizione nella fasi finali di Tonani risale al 2019, quando con i classe 2004 – all’ora Under 15 – si fermò ad un passo dalla finalissima, arrendendosi solamente in semifinale contro la corazzata Virtus Bergamo capitanata da Luca Cavalli. Archiviato il passato, è tempo di pensare al futuro e alle sfide che porta con sé. Tonani avrà il compito di guidare il gruppo dei 2008: una rosa formata da ragazzi giovanissimi, reduci da un anno abbondante di inattività e letteralmente “catapultati” nel calcio dei grandi.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli