22 Giugno 2021

Alcione, esonerato Emanuele Pischetola: decisione presa in prima persona dal Presidente Marcello Montini

Le più lette

Altabrianza Promozione, presentato lo staff tecnico: c’è ancora Frigerio, ai saluti Gualandris

L'Altabrianza inizia a programmare la prossima stagione a partire dalla riconferma dell'allenatore Carlo Frigerio. L'ex calciatore biancoblù, dalla stagione...

Il Calcio Lecco approda nel calcio femminile, ufficiale la partecipazione al prossimo campionato di Promozione

Iniziano a delinearsi i profili delle formazioni che andranno a comporre i gironi di Promozione della prossima stagione calcistica....

Senna Gloria Promozione: due pezzi grossi della difesa ai saluti

Aria di fermento in casa Senna Gloria. Il mercato si infiamma e in attesa di buone nuove in entrata...
Andrea Barilaro
Andrea Barilaro
Responsabile dei campionati giovanili regionali della Lombardia

Emanuele Pischetola è stato esonerato dall’Alcione. Non c’è tregua per i sismologi milanesi, già al lavoro da diverse settimane per monitorare la zona ovest del capoluogo lombardo. Si conferma dunque una primavera ricca di “scosse” quella degli orange. La prima, come raccontato nelle ultime settimane, ha caratterizzato l’asse tra via Olivieri e via Cilea, con il ritorno clamoroso di Alessandro Tonani. La seconda, più recente ma altrettanto forte, ha visto l’addio di Marco Berti dopo una vita in orange. Se l’addio dell’allenatore milanese – almeno apparentemente – aveva le sembianze di una cosiddetta scossa di “assestamento”, il licenziamento di Emanuele Pischetola avvenuto lo scorso venerdì ha scatenato un vero e proprio terremoto in via Olivieri. Sia per le modalità con le quali il tecnico è stato esonerato, che per le tempistiche con le quali si è sviluppata la vicenda.

Le modalità. Alla base dell’allontanamento del tecnico ci sarebbe un litigio con Marcello Montini, Presidente e patron dell’Alcione. Il tutto avrebbe avuto luogo nella giornata di venerdì, probabilmente al termine di un allenamento proprio in via Olivieri. La scelta sarebbe stata dunque presa direttamente da Montini, la quale è stata seguita da un celere quanto inequivocabile comunicato stampa: “Alcione Milano comunica che in data odierna si interrompe la collaborazione con direttore tecnico e mister Emanuele Pischetola”. Poche parole, brevi e concise, che decretano l’interruzione di un rapporto – almeno apparentemente – solido e proiettato con forza verso la prossima stagione sportiva, che sarebbe coincisa con la seconda in maglia Alcione per l’allenatore e direttore tecnico Pischetola.

Le tempistiche. Ciò che stupisce di più sono le tempistiche con le quali si è arrivati a questa rottura. Il tecnico era infatti ben saldo sulla panchina di Under 16, con la quale sarebbe dovuto scendere in campo nella giornata di sabato in un test mach contro i pari età della Pro Patria. Allenatore ma non solo, Pischetola in Alcione ricopriva anche il ruolo di direttore tecnico dell’agonistica, sia per la società “madre” che per l’Atletico. Insomma, tutti gli indizi portano a pensare ad una rottura tanto istantanea quanto fulminea, oltre che decisamente inaspettata. La normale conseguenza è l’incertezza che regna attorno al futuro della panchina di Under 16, con il direttore sportivo Manuel Gasparro che è ora costretto a tornare sul mercato alla ricerca del profilo giusto per rimpiazzare Pischetola.

L’avventura in orange. Emanuele Pischetola era approdato in via Olivieri la scorsa estate, con il compito di ricoprire un duplice ruolo: quello di direttore tecnico e quello di allenatore. La grande fiducia della società per il tecnico la si coglie chiaramente con la panchina affidatagli: l’Under 15 Élite. Chiamato a rimpiazzare un volto storico come Alessandro Tonani (campione regionale nel 2013), Pischetola ha avuto in mano le redini di una panchina da sempre speciale per l’Alcione. Nonostante l’approccio al campionato sia stato tutt’altro che perfetto (sconfitta per 2-0 contro la Folgore Caratese), i baby orange guidati dall’ormai ex Alcione hanno avuto modo di riscattarsi nelle altre due uscite prime dello stop definitivo ai campionati, battendo per 2-0 prima la Solbiatese e poi il Seregno.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli