Vidardese, il capolavoro di una doppia promozione ai regionali

Vidardese Giovanissimi

La Vidardese qualifica in un solo colpo le due formazioni della categoria giovanissimi alla fase regionale. Il miracolo sportivo, per un paese che conta soli duemila abitanti è stato compiuto dal Direttore Sportivo, Michele Imparato che in pochi anni è riuscito a rivoluzionare la filosofia della società.

Il ds ringrazia il Presidente Ernesto Bonati ed il Direttore Generale, Davide Rancati che hanno accettato fin da subito la sua filosofia, ed ora i risultati stanno arrivando. Imparato mostra con orgoglio il suo progetto « Abbiamo intrapreso un percorso di crescita importante, affiliandoci all’ Atalanta. I nostri tecnici partecipano a corsi di formazione a Zingonia, centro sportivo della società bergamasca. Questo percorso di collaborazione sta già portando i suoi frutti: due nostri tesserati della categoria Pulcini sono in prova da loro, mentre un ragazzo della formazione Giovanissimi è visionato dagli osservatori bergamaschi».Il campo ha dato le maggiori soddisfazioni alla società di Castiraga Vidardo, in particolare la categoria Giovanissimi che ha visto la formazione guidata da Francesco Paiusco, ex Sancolombano qualificarsi alla fase regionale, merito del secondo posto conquistato alle spalle del Lodivecchio. I classe 2003, hanno legittimato la qualificazione con il miglior attacco( 72 gol fatti) e soli 7 gol subiti.

Vidardese Giovanissimi
Vidardese Giovanissimi

I giovanissimi classe 2004, allenati da Massimo Pesenti hanno vinto il girone collezionando undici vittorie ed un solo pareggio. La corazzata giallo-verde, miglior difesa del campionato e terzo miglior attacco affronterà per la prima volta un campionato regionale. Michele Imparato non nasconde gli obiettivi delle due formazioni: « I giovanissimi 2003, formazione che ho allenato lo scorso anno dovranno cercare la qualificazione ai Regionali A, perché sono una squadra forte e matura, guidata da un ottimo tecnico. Discorso diverso, invece, per i 2004 che dovranno vedersela con squadre molto più esperte, tuttavia i ragazzi hanno le qualità per un posizionamento a metà classifica».

Andrea Faliva