16 Maggio 2021

Scanzorosciate, Matteo Speranza sul futuro: «Ho varie opzioni fra le quali scegliere, ma non escludo la permanenza»

Le più lette

Darfo Boario: Francesco Cannarozzi e Norman Fontana riconfermati in neroverde

Due importanti conferme arrivano da via Rigamonti: Francesco Cannarozzi e Norman Fontana resteranno in neroverde per un’altra stagione. La...

Torino-Roma Primavera 1: i granata lottano per 94 minuti ma Tall dà la zampata vincente allo scadere

Una delle partite più belle dell'anno, un'altalena di emozioni che alla fine premia la squadra di De Rossi. Un...

Pianezza-Orbassano Under 16, vittoria dei rossoblù pianezzesi nel segno di Yasser, la fotogallery completa

La fotogallery completa di Girolamo Cassarà dell’amichevole di domenica in via dei Gladioli vinta 1-0 dalla squadra di Diego Di...

Il futuro di Matteo Speranza è ancora un libro aperto, tutto da scrivere. Allo Scanzorosciate da un anno, il tecnico dei giallorossi non ha ancora ben chiaro quale sarà il suo futuro. «Sto ancora valutando cosa fare, ci sono varie opzioni fra le quali scegliere. Non escludo una permanenza, allo Scanzo mi sono trovato molto bene. L’ambiente è tranquillo, chi ne fa parte trasmette serenità e non mette alcun tipo di pressione. Il settore giovanile è uno dei migliori nel bergamasco a livello dilettantistico, purtroppo ho potuto lavorare con continuità soltanto due mesi».

Tornei e Under 18. Malgrado il poco tempo speso con la squadra, Speranza ha comunque instaurato un ottimo rapporto con i suoi ragazzi: «Ci sentiamo sempre per messaggio. Fin quando ci è stato possibile, abbiamo lavorato sul campo, rispettando protocolli e distanziamenti. Lavorare online invece è qualcosa che ho preferito evitare di fare». Per fortuna, le sedute dietro ad una telecamera potrebbero a breve diventare soltanto un brutto ricordo. Infatti, a sei mesi dall’ultima partita giocata, si fa strada l’ipotesi di un immediato rientro in campo. A maggio e a giugno potrebbero essere programmati tornei e amichevoli, così da poter riprendere a giocare. Sulla questione, il tecnico giallorosso ha detto: «Se così fosse, sarei felice per i giovani. Dopo un periodo di inattività così lungo, è giusto che possano tornare a fare ciò che amano. Anche se, onestamente, credo che la mancanza dei tre punti possa togliere un po’ di sale alle sfide. Non mancherà la competizione, certo. Ma sarà limitata». Ciò su cui Speranza non ha alcun dubbio è invece l’inserimento della categoria Under 18 per la prossima stagione: «Penso che sia un ottimo modo per tutelare dei ragazzi fermi da due stagioni. C’è il rischio di giudicarli nella maniera sbagliata, proprio perché non hanno potuto né allenarsi, né disputare le partite. Con una categoria in più invece tutti potrebbero dimostrare il proprio valore».

Ambizione. Se l’avvenire è in gran parte ancora incerto, c’è però una certezza. Speranza continuerà a gravitare attorno al mondo del football. Qualcosa di poco scontato, fino a qualche anno fa, quando il tecnico dello Scanzo sembrava non volerne più sapere: «Quando ho smesso di fare il calciatore, sono diventato maestro di sci. Del calcio mi ero stufato. Ma poi Giuseppe Biava, mio grande amico, è diventato allenatore della Juniores nazionale del Ponte San Pietro e mi ha chiesto di dargli una mano. Da lì, la passione mi ha riavvolto». Tecnico da cinque stagioni, Speranza ha allenato, oltre ai blues, ad Olginate, il Villa Valle, il Lemine e, appunto, lo Scanzorosciate. E il domani è tutto da scoprire. «L’ambizione è quella di arrivare il più in alto possibile. Perché no, magari anche in una società professionistica. Purtroppo, le possibilità per un giovane allenatore sono poche. I dirigenti hanno poco coraggio e le panchine vengono affidate sempre agli stessi nomi. Spesso mi chiedo il perché…». Non si sa se la domanda di Speranza troverà mai una risposta. Al contrario, il suo futuro è un giallo la cui soluzione verrà svelata, prima o poi. Basta attendere ancora qualche settimana, quando i motori del prossimo anno si inizieranno a scaldare per davvero. E anche il futuro dell’attuale tecnico dello Scanzo sarà finalmente rivelato.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli