25 Gennaio 2021

Accademia Varesina – Caronnese Under 14: per Di Nenno un Bongiorno solo per i tre punti

L'Accademia Varesina ha la meglio della Caronnese nel match di Under 14 trovando la rimonta con Bongiorno e Mancini

Le più lette

San Marco Under 15: la avventura di Marco Bonfanti, alla guida dei 2006 bustocchi

Marco Bonfanti, allenatore dell’Under 15 della San Marco, è arrivato quest’anno nel club bustocco e siede sulla panchina dei...

Città di Varese, tutto pronto per il ritorno di Ebagua

Era nell'aria da un po', ma ora si può dire che è tutto vero: Giulio Osarimen Ebagua torna a...

Giuseppe Dell’Aquila e quell’audio che sta facendo il giro dei Social contro il governo del calcio: Vergogna, state distruggendo le società

Dalla Calabria con furore, in questo caso dalla provincia di Alessandria, ma senza dimenticare le sue origini di calabrese...

Accademia Varesina nel segno del suo “dieci” Bongiorno contro la Caronnese: due gol che hanno avuto il potere di svegliare dal torpore la squadra e indirizzarla verso un traguardo che – a livello di prestazione – pare un premio eccessivo per la squadra di Di Nenno. Il 3-2 di Vedano Olona porta sì i tre punti ai locali ma resta anche la sensazione che servirà lavorare (soprattutto a livello di concentrazione) se si vuole arrivare allo step successivo. Errori e leggerezze non d’Accademia, a cominciare dalla situazione che ha portato al vantaggio caronnese con Robbiati, bravo a castigare con un siluro all’incrocio dal limite la retroguardia andata in tilt sull’impostazione da dietro. Ma a non avere il motore a pieni giri è stato anche il reparto mediano, a partire proprio dal suo giocatore simbolo Marius Anghel: volenteroso ma impreciso, “salvato” solo per l’assist che ha portato Mancini a realizzare il gol del 3-1; davanti, invece, l’impegno di Yehya è stato lodevole ma quando c’è stato da sentenziare è mancata la cattiveria necessaria. Sul versante Caronnese, invece, le cose sono andate meglio a livello di gioco ma male per quanto riguarda il risultato, con la doppia traversa al 41′ della ripresa colpita dalla conclusione di Accoto (fentente che si stampa sul legno e mentre scende ribatte sulla parte alta) che è l’emblema della partita e dei primi centoquaranta minuti stagionali. «Anche questa volta è girato tutto storto come con l’Accademia Inter settimana scorsa – ha detto a caldo il tecnico Brugnone – Costruiamo e giochiamo ma veniamo puniti dalle situazioni, come è stato per il 3-1 che era in fuorigioco. Comunque sono contento dei ragazzi che non hanno mai mollato».
Squadra ospite dimostra di essere entrata in campo con più fame rispetto all’Accademia: Maggioni, sulla sinistra, trova il fondo e il salvataggio della retroguardia, poi è Montagno a provarci con un tiro centrale che Malnati blocca a terra. Per il vantaggio è comunque questione di minuti: la difesa dell’Accademia va in difficoltà sulla pressione di Robbiati il quale, dal limite, non lascia scampo a Malnati. Pochi minuti dopo l’Accademi rischia grosso sul cross dalla destra di Luca e la zuccata nel cuore dell’area di Montagno, poi è Bongiorno a prendere in mano la situazione. Il numero 10 locale è l’unico in grado di poter imprimere il cambio di passo con le sue giocate e, dopo aver servito Yehya davanti a Dell’Orto o provato la conclusione diretta a incrociare, al 23′ trova il pareggio con una punizione mancina all’incrocio dal limite dell’area. Pareggio che non porta la scossa a livello di prestazione nell’Accademia che, a inizio ripresa, appare ancora senza le giuste idee ma al primo affondo trova il gol del 2-1 con il colpo di testa di Bongiorno sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Lo stesso Bongiorno si prova, poi, con una punizione rasoterra da posizione defilata sulla quale Dell’Orto è vigile e reattivo. Mancini, che con il suo ingresso ha portato dinamismo sulla corsia destra, firma il 3-1 su servizio lungo di Anghel dopo essersi trovato praticamente solo davanti al portiere: per gli ospiti la posizione di Mancini era irregolare e qualche dubbio resta. Partita virtualmente in archivio ma nel lungo recupero concesso da Maranto la Caronnese è andata a un passo dall’impresa: Montagno è freddo dal dischetto nel trasformare il penalty del 3-2, poi nell’ultimo assalto Accoto ha colpito la traversa ben due volta prima che Casagrande mancasse il colpo di testa vincente. «Settimana scorsa a Inveruno abbiamo colpito noi la traversa nel recupero che sarebbe valsa il pareggio, stavolta il destino ci ha ridato quello che ci spettava – ha detto Di Nenno – Come prestazione non siamo stati i soliti: siamo mancati in mezzo e sono stati commessi degli errori. Non siamo questi comunque ma teniamoci buoni i tre punti».

ACCADEMIA VARESINA – CARONNESE UNDER 14: IL TABELLINO

Acc.Varesina-Caronnese 3-2
RETI (0-1, 3-1, 3-2): 14′ Robbiati (C), 23′ Bongiorno (A), 16′ st Bongiorno (A), 32′ st Mancini (A), 40′ st rig. Montagno (C).
ACC.VARESINA (4-4-2): Malnati 6.5, Balconi 6.5, Currà 6, Di Silvestro 6, Cremona 6, Mantovani 6.5, Fiore 6.5, Anghel 6, Yehya 6, Bongiorno 8 (38′ st Zeoli sv), Piatti 6.5 (6′ st Mancini 7). A disp. Trombetta, La Notte, Barilla, Minelli, Amodeo. All. Di Nenno 6. Dir. Mantovani.
CARONNESE (4-2-3-1): Dell’Orto 6.5, Fusaro 6 (39′ st Tarabbia sv), Maggioni 6.5, Cattaneo 6.5 (30′ st Vendramin sv), De Rosa 6.5, Robbiati 7.5 (18′ st Alongi 6), Luca 6.5, Lategana 6 (23′ st Accoto 6.5), Banfi 6.5 (27′ st Casagrande 6), Inviti 6.5 (14′ st Maestroni 6), Montagno 7. A disp. Zecca, Aradi. All. Brugnone 6. Dir. Areddia.
ARBITRO: Maranto di Gallarate 5.5. Lascia correre in alcune situazioni al limite e sulle punizioni regola male la barriera: i passi non sono metri.
AMMONITI: Inviti (C), Lategana (C), Bongiorno (A), Malnati (A).

ACCADEMIA VARESINA – CARONNESE UNDER 14: LE PAGELLE

ACCADEMIA VARESINA
Malnati 6.5 Pronto sulle conclusioni di Cattaneo e Montagno, al resto ci pensa la traversa nel recupero.
Balconi 6.5 Paga dazio a livello fisico ma è tignoso e lotta fino alla fine.
Currà 6 Nel primo tempo pare un po’ sottotono, nella ripresa prova a invertire la rotta ma si macchia del rigore finale.
Di Silvestro 6 In cerca della meta e della ragione. A volte pretende di strafare e paga dazio: i tiri dai trentacinque metri del primo tempo sono l’esempio.
Cremona 6 Serve più determinazione nei momenti cruciali. Quando c’è da badare al sodo bisogna farlo senza pensarci.
Mantovani 6.5 Mette un paio di rattoppi nel primo tempo. Nel complesso tiene la baracca.
Fiore 6.5 Le idee sono anche buone, ma serve di più per metterle in pratica. Stringe i denti fino alla fine.
Anghel 6 Il punto di riferimento della mediana per qualità tecniche e fisiche. Non è la sua giornata ed è il primo a saperlo. Però chi dà del tu alla palla trova sempre il colpo giusto, come in occasione dell’assist per Mancini.
Yehya 6 Ci fosse il premio al più volenteroso sarebbe senz’altro suo. Lotta ma manca l’ultimo controllo quando c’è da decidere.
Bongiorno 8 Il faro della squadra. Nel torpore iniziale si capiva che era l’unico a poter combinare qualcosa. Magia su punizione poi colpo di testa vincente e aiuto quando serve ai compagni: due gol e firma d’autore sul match.
Piatti 6.5 Va a dar manforte dietro in un paio di occasioni sulle discese di Maggioni. (6′ st Mancini 7 Entra col piglio giusto: si presenta con uno scatto da centometrista sulla destra, poi al momento giusto colpisce).
All. Di Nenno 6 Troppa imprecisione da parte dei suoi. I tre punti sono un premio eccessivo per quanto espresso.

accademia varesina caronnese under 14 accademia varesina
L’Accademia Varesina al completo

PAGELLE CARONNESE
Dell’Orto 6.5 Smanacciata decisiva su Yehya al 20′ e attento sulla punizione rasoterra di Bongiorno nella ripresa.
Fusaro 6 Deve vedersela con Bongiorno che non è certo il miglior avversario. Una distrazione nel primo tempo e rischia grosso.
Maggioni 6.5 Pronto quando c’è da spingere e, infatti, trova il fondo un paio di volte con pericolosità. Sul suo piede anche una potenziale occasione per il sorpasso.
Cattaneo 6.5 Pratico ed efficace nella sua posizione. Risponde presente ai suoi compiti.
De Rosa 6.5 Deciso in un paio di chiusure su Piatti. Gestisce le situazioni con la giusta esperienza.
Robbiati 7.5 Il passo è di quelli che possono far male. Incursioni mai banali e buoni servizi per i compagni. Pronto quando c’è stato da capitalizzare l’errore altrui.
Luca 6.5 Infaticabile anche se a volte, preso dalla fretta, non gestisce il pallone come dovrebbe.
Lategana 6 Per dare il massimo serve restare sempre concentrati. Rischia in avvio quando Anghel lo anticipa, poi prende le misure. (23′ st Accoto 6.5 Due traverse con lo stesso tiro sono un record).
Banfi 6.5 Riferimento offensivo della squadra. Fosse stato più veloce avrebbe punito tre volte l’Accademia.
Inviti 6.5 Bacchetta in mano per far giostrare la zona pesante del campo. Sempre pensante.
Montagno 7 Viaggia che è un piacere fino all’ultimo istante. E dal dischetto è implacabile nel dare speranza.
All. Brugnone 6 Punito eccessivamente, la squadra ha dimostrato di avere un’anima.

accademia varesina caronnese under 14 caronnese
L’undici di partenza della Caronnese


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli