L'Alcione di Gasparro festeggia la vittoria nella finalissima regionale contro la Vis Nova
L'Alcione di Gasparro festeggia la vittoria nella finalissima regionale contro la Vis Nova

La linea che divide le lacrime di gioia con quelle di dispiacere è spesso molto sottile: basta un episodio, una frazione di secondo, un attimo per farti andare dal paradiso all’inferno. Sono i ragazzi di Gasparro ad alzare al cielo la coppa, e negli occhi dei ragazzi si intravede il duro lavoro e la passione che li hanno portati a raggiungere questo grande traguardo. La Vis Nova è invece costretta a leccarsi le ferite: con tanta amarezza e rabbia, i neroverdi hanno dovuto dire addio ai sogni di gloria. Inizia forte l’Alcione, che con grande personalità riesce ad imporre il proprio gioco sfruttando al meglio le grandi doti tecniche dei proprio giocatori. De Laurentis disegna invece un undici molto prudente e questo atteggiamento, almeno all’inizio, non sembra dare i risultati sperati. Bastano infatti otto minuti ai milanesi per passare in vantaggio: Caremoli da calcio d’angolo pesca capitan Felice, che lasciato incredibilmente solo dalla retroguardia di Giussano insacca di testa alle spalle di Cantatore. Prima della fine della prima frazione c’è tempo anche per il raddoppio per l’Alcione. La ripartenza fulminea parte dal grandissimo talento di Valente, che con un filtrante pesca alla grande Mingolla: il tiro del centravanti è respinto corto da Cantatore, il quale non può nulla sul tap-in sotto misura dello stesso Valente. La partita sembra indirizzata verso un’epilogo trionfale per Gasparro, ma ad inizio secondo tempo arriva la svolta: Valenti ingenuamente colpisce con calcio Mastrolembo, con conseguente espulsione. Da questo momento la gara cambia: i milanesi abbassano il proprio baricentro, favorendo così l’avanzata neroverde, che porta i primi frutti al 19’. Con una punizione dalla trequarti Mastrolembo pesca in area De Lauso, che di testa supera Larosa. Gli orange faticano a tenere il possesso del pallone, ed al 24’ arriva la doccia gelida: Cappellini trova con un grande assist a Lettieri, che a porta sguarnita firma il pari. Questa sfida non smette di stupire, e proprio quando i tiri di rigore sembrano destinati a decretare la vincente, arriva un colpo di scena clamoroso. Il signor Copelli, a tempo praticamente scaduto, assegna un rigore molto generoso all’Alcione per un presunto contatto tra Inchingolo e Cantatore. Sul dischetto è glaciale Moscheo, che insacca un penalty pesantissimo e fa così partire la grande festa arancioblù.

VIS NOVA-ALCIONE 2-3
RETI (0-2, 2-2, 2-3): 8′ Felice (A), 23′ Valenti (A), 19′ st De Lauso (V), 24′ st Lettieri (V), 35′ st rig. Moscheo (A).
VIS NOVA (4-4-2): Cantatore 7.5, Ferraresso 6 (11′ st Brunati 6), Mastrolembo 8, Matraxhiu 6.5 (35′ st Baro sv), Mondella 6.5, Cappellini 8, Lettieri 7.5, Beraldo 6.5, De Lauso 7 (35′ st Sade sv), Acquati 6.5, Dodero 6 (1′ st Borgonovo 7). A disp. Dono, Avella, Mazzone, Rossetti, De Ponti. All. De Laurentis 8.5.
ALCIONE (4-3-1-2): Larosa 7, Di Crescenzo 7 (33′ st Merone sv), Caremoli 7.5, Moscheo 8, Rebaudo 8.5 (32′ st Rondanini sv), Gasparetto 7.5, Notarianni 8 (19′ st Colaci 6), Felice 8.5 (23′ st Torresani 6), Valenti 7.5, Locambio 7.5 (12′ st Inchingolo 6), Mingolla 8 (33′ st Pullano sv). A disp. Capoccia, Cozzi, Argint. All. Gasparro 9.5.
ARBITRO: Copelli di Mantova 5.
ASSISTENTI: Montanelli di Lecco e Cossovich di Varese.
ESPULSO: 12′ st Valenti (A).
AMMONITO: 18′ st Notarianni (A).

ASCOLTA L’INTERVISTA A GASPARRO (ALCIONE)

ASCOLTA L’INTERVISTA A FELICE (ALCIONE)

ASCOLTA L’INTERVISTA A MOSCHEO (ALCIONE)

ASCOLTA L’INTERVISTA A VALENTI E MINGOLLA (ALCIONE)

ASCOLTA L’INTERVISTA A DE LAURENTIS (VIS NOVA)

ASCOLTA L’INTERVISTA A CAPPELLINI (VIS NOVA)

ASCOLTA L’INTERVISTA A NIGRO (VIS NOVA)


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.