L'undici iniziale del Pontisola di Omar Locatelli
L'undici iniziale del Pontisola di Omar Locatelli

Si interrompe ai quarti di finale il cammino nei play-off dell’Ausonia, prosegue invece quello del Pontisola verso la doppia semifinale contro la Vis Nova. I bergamaschi mettono a segno un vero e proprio colpaccio: costretti alla vittoria per ottenere la qualificazione, i ragazzi di Locatelli riescono ad imporsi per 2-0 sul campo dei neroverdi che a questo appuntamento erano giunti ancora imbattuti. Le due squadre approcciano alla gara in maniera prudente e giudiziosa, facendo ben attenzione a non scoprirsi nelle retrovie. Per tutto il primo tempo i valori in campo finiscono di fatto per annullarsi tra loro: non mancano i tentativi, anche individuali, di scardinare le rispettive difese avversarie, ma il più delle volte vengono disinnescati già in fase embrionale. Non sono quindi numerose le situazioni di pericolo fronteggiate dai due estremi difensori, che devono farsi trovare pronti principalmente su calci piazzati e conclusioni dalla lunga distanza. L’occasione migliore di tutto il primo tempo ce l’ha l’Ausonia, che va a un passo dal vantaggio con il colpo di testa a botta sicura di Origone, ma Mangiapoco è reattivo nel respingere il tentativo. Nella ripresa il copione cambia però immediatamente, perché Rodeschini è bravo e fortunato nello sfruttare un calcio piazzato dalla tre quarti che rompe finalmente gli equilibri: il suo tiro prende una traiettoria beffarda e vanifica il tuffo di Marchesi, colto di sorpresa sul primo palo. L’Ausonia alza il proprio baricentro e accelera la propria manovra per gettarsi all’inseguimento del pareggio, risultato che sarebbe sufficiente per garantirsi la qualificazione. Mangiapoco si fa trovare di nuovo pronto su Origone e sventa l’occasione del possibile pareggio, ma a fare un grande lavoro è tutta la linea difensiva, molto attenta a non concedere varchi. L’Ausonia resta viva fino a pochi minuti dal termine, ma si arrende definitivamente quando Gualdi disegna la rete dello 0-2 con una parabola imprendibile, con la quale scrive la parola fine su partita e qualificazione. «Eravamo costretti a vincere in trasferta e ci siamo riusciti – commenta felice Locatelli – possiamo solo batterci le mani per quello che abbiamo fatto».

AUSONIA-PONTISOLA 0-2
RETI:
2′ st Rodeschini (P), 28′ st Gualdi (P).
AUSONIA (4-3-3): Marchesi 6, Silanos 6 (21’ st Giannotti 6), Comelli 6.5 (30’ st Legarda 6), Mocchi 6.5 (33’ st Donelli sv), Di Mango 6.5, Elli 6 (29’ st Fratto 6), Dell’Acqua 6.5, Castelli 6 (29’ st Mezzapelle 6), Origone 7, Colio 6, Giambertone 6. A disp. Barotac, Astolfi. All. Di Benedetto 6. Dir. Barotac, Campelli, Pucci.
PONTISOLA (4-4-2): Mangiapoco 7.5, Pezzotta 6.5, Rota G. 6.5 (38’ st Bonanomi sv), Rodeschini 7.5, Brusamolino 7, Capizzi 6.5 (36’ st Kowalski sv), Gualdi 7.5, Allieri 7, Volta 6.5 (29’ st Micheli 6), Bassanello 6.5 (31’ st Rota N. 6), Bonassi 6.5 (15’ st Capitanio 6). A disp. Rocca, Cangini, Roncalli, Né. All. Locatelli 6.5. Dir. Locatelli G., Pelicioli, Pinto.
ARBITRO: Scialpi di Legnano 6.5 Direzione sicura e autoritaria.

Ausonia
Marchesi 6 L’incertezza sulla punizione di Rodeschini finirà per costare cara.
Silanos 6 Trova gli spazi intasati e riesce a spingere solo a intermittenza. (21’ st Giannotti 6).
Comelli 6.5 Dopo lo svantaggio diventa più aggressivo. (30’ st Legarda 6).
Mocchi 6.5 Utile in protezione, è quasi un difensore aggiunto. (33’ st Donelli sv).
Di Mango 6.5 Bravo nel limitare la creatività di Bonassi.
Elli 6 Appena può allontana la minaccia. (29’ st Fratto 6).
Dell’Acqua 6.5 Cerca spesso l’inserimento in area.
Castelli 6 Lavora facendo filtro in mezzo al campo. (29’ st Mezzapelle 6).
Origone 7 Due volte vicino al gol, è il più pericoloso dei suoi.
Colio 6 Poche le occasioni per pungere.
Giambertone 6 Partenza promettente, più evanescente col passare dei minuti.
All. Di Benedetto 6 Primo tempo equilibrato, lo 0-1 a inizio ripresa è un brutto colpo.

Pontisola
Mangiapoco 7.5 Un salvataggio per tempo su Origone, parate fondamentali per la vittoria.
Pezzotta 6.5 Mai in sofferenza.
Rota G. 6.5 All’occorrenza è capace di scalare in posizione di centrale. (38’ st Bonanomi sv).
Rodeschini 7.5 Non solo la rete del vantaggio, anche la fase di contenimento è ottima.
Brusamolino 7 Protegge palla con il fisico tenendo alla larga gli avversari.
Capizzi 6.5 Si fa valere nel gioco aereo. (36’ st Kowalski sv).
Gualdi 7.5 Chiude il match con un gran tiro a giro.
Allieri 7 Arretra per difendere il vantaggio, compie tante belle chiusure.
Volta 6.5 Lavora molto per la squadra. (29’ st Micheli 6).
Bassanello 6.5 È determinato nelle sue iniziative. (31’ st Rota N. 6).
Bonassi 6.5 Veloce nel ribaltare l’azione. (15’ st Capitanio 6).
All. Locatelli 6.5 La squadra contiene bene la reazione degli avversari.

LE PAROLE DI LOCATELLI

L’INTERVISTA A DI BENEDETTO


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.