7 Agosto 2020 - 20:17:03

Breno Under 15: a tu per tu con Domenico Maifredini, tecnico dei 2005 granata

Le più lette

Benarzole, in attacco arriva Castagna

Il Benarzole trova il suo numero 9 e lo va a pescare con un curriculum di un certo livello....

Zibido Under 14: Cioffi al timone di una squadra rinforzata, pronti a ripartire

«Da giugno abbiamo ripreso le attività e dal 23 agosto iniziamo la preparazione, guidata ancora una volta dal tecnico...

#Calciocultura, ecco il secondo episodio della rubrica sul lato culturale del calcio!

Eccoci al secondo appuntamento con l'esplorazione dei media riguardanti il calcio! Nella scorsa puntata abbiamo preso in analisi alcuni...

Domenico Maifredini è l’allenatore del Breno Under 15, squadra sesta in classifica nei Regionali prima del Covid-19. La sua squadra, dopo un girone complicato caratterizzato da un posto in bassa classifica, ha compiuto un’impresa vincendo quasi tutte le partite di ritorno e classificandosi seconda nella classifica punti. Abbiamo parlato con il tecnico riguardo alla stagione e al periodo di stop causato dal virus.

Come ha vissuto questo periodo di stop?
A livello personale, per quanto riguarda il calcio, avevo capito fin da subito che le cose non si risolvevano presto; quando succedono cose di questo genere, il calcio passa in secondo piano. Non si può mettere a rischio la salute dei ragazzi e delle famiglie, immaginavo fosse una cosa lunga.

Cosa faceva fare ai ragazzi?
Nel primo periodo di stop ho dato da fare ai ragazzi delle schede preparate dai nostri preparatori atletici, mentre io svolgevo la parte tecnica. All’inizio ho spinto molto affinché si tenessero in forma per un’eventuale ripresa del campionato, ma successivamente quando arrivò la notizia dell’annullamento della competizione, abbiamo tenuto in considerazione solo la parte tecnica; poi, quando dovevamo stare chiusi in casa, ho immaginato che qualche ragazzo non avesse lo spazio per fare gli allenamenti e ho mollato un po’ la presa. Con i ragazzi ci siamo sempre sentiti attraverso WhatsApp, la settimana scorsa abbiamo fatto una riunione, prima con i genitori poi con i ragazzi per fare il punto della situazione, per vedere se stessero bene e per mettere giù il programma e i progetti dell’anno prossimo. La voglia di ripartire c’è, da parte di tutti.

Breno Under 15, la rosa dei granata
La rosa del Breno Under 15

Come stava procedendo la stagione?
Abbiamo iniziato male. Dopo il girone di andata eravamo in zona playout, ma nel girone di ritorno le abbiamo vinte quasi tutte. Infatti siamo stati la seconda miglior squadra per punti nel girone di ritorno: venivamo da sei vittorie consecutive e i ragazzi erano molto felici e carichi. Questo stop ci ha spezzato in due le gambe da questo punto di vista. L’obiettivo era diventato i playoff, ma guardavamo anche alla Coppa “Brescia Oggi”, dove eravamo ai quarti di finale, ma ormai la coppa verrà proseguita e completata l’anno prossimo dai 2006.

Che gruppo è il tuo?
E’ un gruppo molto vivace, un gruppo che sa divertirsi e giocare bene allo stesso tempo. In campo sanno farsi valere, c’è spirito di gruppo e di amicizia fra loro e tutti sono riusciti a dare il proprio contributo in tutte le partite. Sono molto soddisfatto.

Avete fatto acquisti a Gennaio?
No, non abbiamo fatto acquisti perché eravamo al completo, non avevamo bisogno di ulteriori ragazzi; fortunatamente ho dei ragazzi molto duttili e con varie caratteristiche, e grazie a loro ho coperto i ruoli quando ci sono stati infortuni e malattie.

Vuole ringraziare qualcuno del lavoro che ha fatto con i ragazzi?
Volevo ringraziare i miei due collaboratori, Cecchini Walter e Finini Peter. Mi hanno aiutato molto con il gruppo, dandomi una grossa mano a prepararli. Devo dire che è anche merito loro se ci siamo ritrovati in questa situazione.

Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli