28 Ottobre 2020 - 10:18:56
sprint-logo

Rhodense Under 15, Casella prima dell’esordio in campionato: «Conosciamo bene il Seguro, ma non sarà facile»

Le più lette

Lombardia ferma, nel resto d’Italia giocano solo i Regionali. Arriva il comunicato LND

Nella serata di giovedì la Lega Nazionale Dilettanti ha emanato il tanto atteso comunicato riguardo alle categorie che non...

Atletico Torino Eccellenza: Francesco Dessena è il nuovo tecnico gialloblù

Novità importanti in casa Atletico Torino. Cambia la guida tecnica della prima squadra, che sarà l'esperto Francesco Dessena. Sia quest'estate...

Trambusto a Settimo: il tecnico Piazzoli si dimette e attacca il Ds Bellantuono

Vincenzo Piazzoli si dimette dall'incarico di tecnico delle violette. La decisione è arrivata nella serata di ieri e la...

È cominciata il 27 agosto l’ottava stagione del giovanissimo allenatore Mattia Casella che, dopo anni tra Bresso ed Enotria, è pronto a iniziare il suo secondo anno tra le fila della Rhodense. La squadra composta da ragazzi classe 2006 è ripartita col piede sull’acceleratore, disputando quattro amichevoli da cui l’allenatore ha sicuramente ottenute risposte convincenti: «Il gruppo è rimasto praticamente quello dello scorso anno, con qualche innesto per puntellare la rosa. Ho avuto la fortuna di allenare questi ragazzi già nella passata stagione dove abbiamo ottenuto risultati importanti sia nella fase provinciale che in quella regionale. Il precampionato che abbiamo fatto è stato sicuramente positivo, ho avuto buone sensazioni e non sono preoccupato in vista del campionato che andremo a giocare. È chiaro però che non siamo ancora al nostro livello massimo e l’intento è quello di continuare a migliorarci».

Il lungo stop ha penalizzato tutte le società sportive che si presenteranno ai nastri di partenza domenica 27 settembre, ma ha ridato in questo momento maggior entusiasmo e voglia di giocare a migliaia di ragazzi. «La cosa che mi ha colpito maggiormente – commenta Casella – è stata rivedere l’energia e la gioia di ritornare a giocare tutti insieme. Prima dell’interruzione dei campionati si erano create delle relazioni e dei rapporti, tra me e i ragazzi e tra i ragazzi stessi, molto importanti e solidi. La forza mentale è stata la caratteristica che più ci ha contraddistinto nella scorsa stagione e il mio auspicio è che possa essere di nuovo il nostro vantaggio in quella che andremo ad affrontare».

Per affrontare un campionato così difficile come quello Élite non dovrà mancare la costanza nelle prestazioni e la disponibilità da parte di tutti a dare il massimo per il raggiungimento dell’obiettivo finale. Casella però, sotto questo punto di vista, è stato chiaro: «Non ho particolari aspettative e non vivo neanche la pressione degli ottimi risultati ottenuti dai 2005 l’anno scorso. Dobbiamo pensare a noi stessi e concentrarci sui mezzi a nostra disposizione. La base da cui ripartire è molto buona e, grazie anche ai nuovi innesti, sarà determinante conoscersi sia dentro che fuori dal campo, al fine di lottare tutti per un obiettivo comune». Intanto nella prima giornata di campionato la Rhodense ospiterà, tra le mura di casa, il Seguro, una squadra per nulla sconosciuta al giovane tecnico arancionero. «Credo che i nostri primi avversari, come del resto gran parte delle altre squadre, si siano rinforzate parecchio rispetto all’anno scorso. Li abbiamo già affrontati nella fase provinciale della passata stagione, quindi sappiamo contro chi andremo a giocare, ma questo non vuol dire che abbiamo già i tre punti in tasca, qualsiasi partita sarà difficile».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli