Quando la finale sembra a portata di mano arriva un uno-due che che lancia il Tau Calcio in paradiso e manda a casa una Vis Nova che avrebbe francamente meritato di più. Per lo meno in virtù di quanto fatto vedere nella prima frazione di gioco quando in campo si è vista una sola squadra: la Vis Nova. Ma il calcio, capace di regalare emozioni forti sempre, questa volta non ha premiato i brianzoli. Sul risultato finale non hanno certo inciso le qualità tecniche, la Vis Nova ha dimostrato di essere superiore, semmai la determinazione dei toscani che anche quando sembravano fuori dai giochi hanno trovato la forza per reagire. E forse sta tutta qui la differenza.

Nel primo tempo, come detto, solo Vis Nova. Al 15’ minuto Sala parte palla al piede, sfera fuori di poco. 17’ minuto, ancora un capolavoro di Sala, per Allegretti che batte Di Biagio ma Pistarelli annulla per posizione di fuori gioco segnalata dall’assistente D’Angelo. 20’ minuto Sormani arriva in ritardo su una bella palla vagante non controllata dalla difesa e l’azione sfuma. 21’ minuto, Schiavo calcia da fuori area ma Di Biagio è attento. 30’ minuto, errato disimpegno della formazione toscana, Sala si avventa sulla sfera ma Di Biagio esce a terra e sventa. 32’ minuto, si vede il Tau ed è pericolosissimo con Bartolini che calcia una rasoiata da fuori terra su cui Badini sembra però avere il controllo. 33’ minuto, ancora Tau ma per fortuna dei brianzoli Rocco, solo davanti a Badini, cerca un improbabile passaggio verso un compagno che non c’è. Primo tempo che si chiude sul risultato di 0-0.

In avvio di ripresa sofferenza pura per la Vis Nova, il Tau Calcio carica a testa bassa e i brianzoli non riescono ad uscire palla al piede e men che meno con qualche disimpegno organizzato. Sala davanti è troppo solo e riuscire a tenere qualche pallone non è facile perché sempre circondato da tre o quattro avversari. Anzi, ad un certo momento sembra anche farsi vivo un pizzico di sconforto e un vistoso calo fisico. Ma nessuno molla, Pozzi e Iorino alzano le barricate, Abbiati è stravolto e il filtro a centrocampo non è più lucido, ma di vere e proprie occasioni da rete il Tau non le crea e nell’unica vera, 12’, Badini blocca sicuro. Quando le forze sembrano essere al lumicino arriva la giocata del campione, quella che potrebbe cambiare la sorte e l’inerzia della partita. Rapido capovolgimento di fronte e palla a Sala che infila Di Biagio. Sembrerebbe essere il colpo del kappaò ma il Tau ha ancora energie e soprattutto forza mentale. E al 32’, quando si è ad un passo dal compiere l’impresa arriva la rete di Gigante che pareggia i conti. Palla al centro, manco il tempo che le lancette compiano un giro che arriva il raddoppio di Tirinnanzi. 2-1, sfuma il sogno della Vis Nova che comunque ha dimostrato di poter giocare alla pari con le formazioni più forti della penisola.

«Peccato – le parole del tecnico Morganti – questi ragazzi avrebbero meritato di giocarsi la finale ma resto orgoglioso di questa stagione. Chiaro, si vuole sempre il massimo risultato ma quello che abbiamo fatto, arrivando fino a qui, non toglie comunque nulla alla nostra stagione. Ci è mancata un pizzico di lucidità nel momento finale, per assurdo il nostro gol ci ha tagliato le gambe, ci siamo sentiti troppo sicuri». Parole condivisibili, la Vis Nova ha fatto una grande gara, la finale sarebbe stata più che meritata.

Vis Nova Giussano-Tau Calcio Altopascio 1-2
RETI: 25’ st Sala (V), 32’ st Gigante (T), 33’ st Tirinnanzi (T).
VIS NOVA GIUSSANO: Badini, Pozzoli, Di Pentima, Pozzi, Torino, Rovelli, Sormani, Abbiati, Sala, Schiavo, Allegretti. A disp. Sidoti, Frigerio, Beraldo, Lanfranco, Troiani, Acquati, Zatti, Cappellini, Sala. All. Cristian Morgandi.
TAU CALCIO ALTOPASCIO: Di Biagio, Giannotti, Di Vita, Ceccarelli, Quilici, Cecilia, Oliva, Bartolini, Manfredi, Rocco, Ceraolo. A disp. Calu, Vitolo, Carmignani, Marioni, Lleshi, Vitrani, Fiorentini, Gigante, Tirinnanzi. All. Gabriel Pucci.
ARBITRO: Pistarelli di Fermo (D’Angelo di Perugia e Lauri di Gubbio).