Lorenzo Bassanello, attaccante classe 2004 del Ponte San Pietro Under 16 Girone c
Lorenzo Bassanello, attaccante del Ponte San Pietro

Qui le pagelle squadra per squadra della nona giornata di Under 16 Girone C! Ogni settimana un giudizio sintetico sulla giornata delle formazioni protagoniste dei quattro gironi di Under 16!

Ciliverghe: voto 9

Prestazione straripante dei mazzanesi, un 5-0 senza appello in quello che era probabilmente il match più importante della stagione fin qui: lo scontro diretto col Darfo Boario. Partita preparata in modo egregio da Sergio Persegani, allenatore che sta lavorando benissimo per raggiungere gli obiettivi stagionali. Damiano Tosi è il mattatore di questo match, con due gol. Si fanno notare anche i due gemelli Bisha colonne di questa squadra, Thomas e Denis, entrambi in gol.

Chiuduno Grumellese: voto 9

Tanto della stagione passava per questa partita contro il Suzzara. Vincere significa rimanere agganciati al treno degli inseguitori della salvezza. Missione compiuta. I punti in classifica salgono a 6, quota che non lascia assolutamente tranquilli ma continua a tenere accesa la fiamma della speranza per il prosieguo della stagione.

Mapello: voto 9

Una stagione quella del Mapello che fino a questo momento aveva regalato alti e bassi. Si può tranquillamente dire che l’alto massimo, giunti alla nona giornata, è arrivato proprio in quest’ultima. Vittoria di altissimo livello contro una delle squadre top di girone, lo Scanzorosciate, che sta e stava facendo benissimo e armata del bomber dell’intera Under 16 questa volta neutralizzato dalla grandissima difesa curata da Alessio Magni. La partenza è stata sprint, poi un calo e ora una risalita di carattere notevole. La stagione del Mapello ha ancora tantissimo da dire e da dare.

Villa Valle: voto 8.5

Il terribile tris di big match consecutivi con Virtus-Ponte San Pietro-Sarnico è finalmente concluso e Andrea Terzi può tornare a sorridere con la bella vittoria 3-1 sulla Rigamonti. Le scorie delle tre difficilissime partite dell’ultimo mese si fanno ancora sentire e ripartire non è facile, specialmente al cospetto di una squadra capace ma ferita come la Rigamonti. Una vittoria che sa di nuovo inizio e che permette di rimanere a poche lunghezze dalla zona playoff.

Ponte San Pietro: voto 8

Il Ghedi non è cliente facile specialmente in casa, ma questo Ponte San Pietro ha qualcosa dentro di speciale. Non c’è la minima intenzione di abbandonare la scia della Virtus Bergamo che viaggia a vele spiegate verso il suo obiettivo stagionale a +4 punti. E indovinate un po’? La decima giornata sarà quella del match più atteso di questo inizio di stagione: il Ponte ospiterà la Virtus in un crocevia mostruosamente importante per la stagione di entrambi!

Sporting Franciacorta: voto 7.5

Dietro al trio di mostri in testa ci sono due squadre che stanno facendo benissimo e ormai non sono più considerabili sorprese, se mai lo siano state. Una è lo Scanzo, l’altra è lo Sporting Franciacorta che vince 1-3 contro il Lemine Almenno. Ennesima vittoria, ennesima prestazione convincente e ennesimo ribadire che questa squadra non è li per caso ma per pieno merito. Attenti tutti, lo Sporting non scherza.

Virtus Bergamo: voto 7.5

Che dire? Punteggio pieno dopo questa vittoria col Brusaporto, miglior difesa del girone e una squadra solida come pochissime. Il migliore biglietto da visita in assoluto per presentarsi allo scontro diretto con il Ponte San Pietro: +4 in classifica, vincere significherebbe andare a +7 e diventare praticamente imprendibili. Il campionato Under 16 Girone C è pronto al suo climax.

Uesse Sarnico: voto 7.5

L’1-11 al Breno è un risultato che lascia poco spazio all’immaginazione. Un attacco che non conosce limiti o battute d’arresto, sono ora 45 le reti realizzate. La media è presto fatta: cinque gol a giornata messi a segno. Mauro Pozzoni può contare su una squadra fortissima e che trova in lui stesso un enorme plus di esperienza e gestione. L’Uesse Sarnico è appena all’inizio del suo viaggio. Da segnalare la mostruosa prestazione di Daniel Zoppi, autore di ben cinque marcature in questa larga vittoria (classifica marcatori completa sulla nostra App).

Brusaporto: voto 6.5

La Virtus è la Virtus e perdere ci sta, ma contro gli orobici arriva la migliore prestazione stagionale che lascia ben presagire per il futuro. Solidità e attenzione sono notevolissime, forse questa squadra deve fare un piccolo salto mentale per stare tranquilla e cogliere i propri obiettivi stagionali.

Lemine Almeno: voto 6.5 

Un peccato questa sconfitta interna per 1-3 con lo Sporting Franciacorta, perché un risultato positivo avrebbe permesso di fare un grande salto in classifica a quella che resta comunque una squadra che si sta impegnando e sta cogliendo miglioramenti notevoli. Ivan Corti può essere fiero della sua squadra, che ha grandi margini di avanzamento durante la stagione ma è dotata di cuore e qualità.

Mario Rigamonti: voto 6.5

Il momento no non accenna a placarsi, ma contro il buon Villa Valle di Andrea Terzi la sconfitta arriva in modo anche sfortunato, con un probabile rigore contro che forse non c’era. Archetti è un tecnico capace e questa squadra è di livello, lo ha dimostrato in precedenza e può e deve tornare a farlo presto per ricominciare a stupire.

Suzzara: voto 6

Non arriva nemmeno in questa giornata il primo punto per Crescenzo Loffredo, che viene sconfitto da un buon Chiuduno Grumellese per 2-1 in una partita parecchio importante. La situazione inizia a farsi, a livello di classifica, un po’ pesante. Un risultato positivo sbloccherebbe questi ragazzi e gli permetterebbe di concludere la stagione in modo sereno e consci delle proprie potenzialità.

Scanzorosciate: voto 6

Inattesa battuta d’arresto per lo Scanzo con il Mapello, che l’allontana un po’ dalla zona nobilissima della classifica. Le occasioni e il gioco ci sono ma non arrivano i gol, anche a causa di una grande difesa del Mapello che colpisce quando ha la possibilità non lasciando scampo agli ospiti.

Darfo Boario: voto 5.5

Sconfitta molto pesante quella contro il Ciliverghe di Persegani, per 5-0. Una caduta che complica notevolmente i piani dei darfensi, che però non deve far gettare al vento quanto di buono fatto fino ad ora per tornare a correre veloce. Una prestazione, quella contro i mazzanesi, insufficiente sopratutto sotto il punto di vista mentale: queste partite dovrebbero stimolare i giocatori in automatico.

Ghedi: voto 5.5

Il Ponte San Pietro sfodera in casa del Ghedi una prestazione mostruosa e perfetta, che non permette ai padroni di casa di fare il proprio gioco e li imbriglia con trame di gioco rapide e illeggibili. Il Ghedi incassa un 1-5 che non deve però scalfire le certezze di una squadra che ha messo in cascina fino ad ora ben 14 punti e che si trova a 5 dalla zona playoff. Un obiettivo molto difficile, ma la stagione è ancora da scrivere.

Breno: voto 5.5

La sconfitta della scorsa settimana, 9-0 col Ponte San Pietro, aveva ricevuto un pesante 4.5 come voto. Questa volta il punteggio è anche peggiore, 1-11, ma il voto è più alto. Tanto va all’impegno profuso contro uno squadrone come il Sarnico e sopratutto all’essere riusciti ad andare in gol nonostante una situazione molto pesante a tutti i livelli e una partita già persa. Prima o poi una soddisfazione arriverà per questi giovani.