10 Agosto 2020 - 04:50:00

Under 16 Girone C: le pagelle della 13ª giornata

Le più lette

Città di Varese Serie D, per il reparto offensivo c’è Alessandro Capelli. «Giocare all’Ossola sarà emozionante»

Quinto arrivo per il Città di Varese che pochi minuti fa ha annunciato l'esterno offensivo Alessandro Capelli, giocatore cresciuto...

PDHAE, ufficiali tre nuovi innesti per Cretaz

Come anticipato sul giornale, il PDHAE ufficializza tre nuovi innesti che vanno a rendere quasi completa la rosa di...

Un enorme balzo verso il futuro: la Pro Sesto presenta un nuovo logo e progetti innovativi

Un enorme balzo verso il futuro, un passo da gigante. La nuova Pro Sesto si è svelata ufficialmente nella...
Avatar
Umberto Maria Porreca
Nato e cresciuto sulla costa Abruzzese, a Milano da sei anni per trovare me stesso e la mia strada. Milanista da battaglia, amante del buon cibo, venerazione per Federico Buffa e amore sconfinato per Fabrizio De André.

Qui le pagelle squadra per squadra della tredicesima giornata di Under 16 Girone C! Ogni settimana un giudizio sintetico sulla giornata delle formazioni protagoniste dei quattro gironi di Under 16!

Mario Rigamonti: voto 10

Contro la Virtus era arrivata una sconfitta veramente rocambolesca, frutto anche di una rete annullata e della maggiore esperienza degli orobici. Contro il Ponte San Pietro, al momento del match seconda forza del girone, arriva una vittoria che è il premio al grandissimo lavoro di Federico Archetti e dei suoi ragazzi. L’1-2 con cui i bresciani trionfano in casa di una superpotenza come il Ponte è firmato da Consoli a sei minuti dal fischio finale. Una settimana da Dio.

Villa Valle: voto 9.5

Secco 3-0 allo Sporting Franciacorta in una partita veramente importantissima e decisiva e scontro diretto, che riporta definitivamente in lotta per i playoff la truppa del campione d’Italia Andrea Terzi. Una prestazione di qualità, perché come si è sempre detto questa squadra ha le potenzialità per fare bene ma deve crescere mentalmente. Vincere aiuta a vincere.

Lemine Almenno: voto 9.5

Questo girone di andata che volge al termine (mancano due settimane al giro di boa) ha aiutato tutti gli interessati a comprendere che il Lemine ha armi validissime ma riesce a sfoderarle solo a fasi alterne. Però la vittoria 2-3 con il Ciliverghe è un trionfo sofferto, duro, ottenuto con cuore e grandissima abnegazione e sacrificio per la causa. Una vittoria che proietta fuori dalla red-zone, almeno temporaneamente, i bravissimi giovani di Ivan Corti. Fuga da Alcatraz.

Suzzara: voto 9.5

I primi tre punti della stagione arrivano alla tredicesima giornata, e sono un traguardo agognato e fortemente voluto dalla truppa di Loffredo che ha giocato un intero girone in apnea, soffrendo e combattendo con gli avversari e con i propri demoni. Una vittoria che può essere una liberazione morale e mentale per questa squadra. La salvezza è un risultato ancora difficile e distante, ma al momento conta poco perché l’animo e lo spirito restaurati possono donare un senso diverso alla stagione del Suzzara. Giorno della liberazione.

Mapello: voto 9

La formazione di Magni pare aver ingranato finalmente la marcia giusta: 3-1 interno al Chiuduno che prolunga il bel momento di questa squadra, in agguato in caso qualcuno faccia passi falsi per agguantare le posizioni di alto livello. La stagione è stata fino ad ora costellata di alti e bassi, una partenza ottima e in seguito un calo, mostrando più che altro qualche problema a livello di testa che però pare ora passato in secondo piano premiando il grandissimo lavoro del tecnico e del suo staff. Io sono ancora qua.

Uesse Sarnico: voto 8.5

I due scontri diretti persi in due settimane avrebbero potuto portare conseguenze devastanti a livello morale alla squadra di Pozzoni. Niente di tutto questo. Quella che scende in campo contro il Brusaporto è una squadra ferita e affamata ma pienamente lucida e con idee chiarissime ben messe in mostra in campo. La giostra del gol dei bergamaschi riprende a girare a pieno ritmo con questo 6-1, sono 57 i gol realizzati fino ad ora. Fast and furious.

Scanzorosciate: voto 8.5

Il 2-4 contro il Ghedi è una vittoria di miele, perché la contemporanea clamorosa caduta del Ponte regala a Pandini addirittura il secondo posto in classifica a -6 dalla Virtus. Non c’è più bisogno di citare Stefano Ferrari, assorto a assoluto dominatore dell’area di rigore di tutta l’Under 16: DICIASSETTE realizzazioni (classifica marcatori completa sulla nostra App)!. E la quattordicesima giornata cade a fagiolo, perché in casa lo Scanzo ospiterà proprio la capolista per uno scontro dal sapore onirico. Lasciami sognare.

Darfo Boario: voto 8

Otto ad una squadra che ha perso? Si, otto ad una squadra che ha perso. La sconfitta 1-2 con la Virtus è una beffa atroce per la banda di Norman Fontana, che passa in vantaggio con Damioli e fa traballare come pochissime altre hanno fatto la regina del girone, ma viene infine raggiunta e superata dal rigore di Albertini al termine di quella che è senza tanti dubbi una delle migliori prestazioni stagionali dei ragazzi delle terme. A un passo dal cielo.

Virtus Ciserano Bergamo: voto 7.5

La vittoria col Darfo è l’ennesima gigantesca dimostrazione di forza caratteriale di questa squadra, che sta mettendo in campo anche spiccatissime doti da incassatrice. Sa soffrire, va sotto ma trova lo spirito giusto per reagire e colpire in modo letale. Non deve diventare una abitudine quella di soffrire e risorgere dalle ceneri, perché non sempre si possono avere le gambe e il cervello giusti per rimontare specialmente in una categoria dura quale è la Under 16 girone C. La prossima partita sarà un grande campo di prova in questo senso perché il campo dello Scanzorosciate è durissimo e perché questi ultimi sono una squadra in pienissima forma e che il proprio tecnico sta facendo girare come un ingranaggio perfetto. Ercolino sempre in piedi.

Ciliverghe: voto 6.5

2-3 interno con il Lemine che priva la truppa di Persegani dell’allungo in chiave salvezza. Però arriva su un campo in condizioni più che critiche e contro una squadra che del mordere le caviglie e il lottare nel fango fino all’ultimo ha fatto il proprio credo. Il rammarico c’è anche perché le squadre che precedono in classifica il Cili hanno perso e sarebbero state scavalcate in caso di vittoria. Niente da buttare comunque, ripartire dalla prossima contro il Chiuduno e tornare a macinare gioco come fatto in precedenza. Cade la pioggia.

Ivan Corti e Sergio Persegani
Ivan Corti e Sergio Persegani, tecnici del Lemine Almenno e del Ciliverghe, rivali nella tredicesima giornata

Ghedi: voto 6.5

Periodo molto duro per il Ghedi, che era partito in questa stagione a spron battuto e sta trovando ora molte difficoltà. Per carità, contro questo Scanzo è normalissimo, la situazione in classifica resta tranquilla ma le inseguitrici si fanno sempre più grandi nello specchietto retrovisore e adesso bisogna dare tutto per chiudere bene il girone d’andata riaprendo il libro in quello di ritorno e scrivendo un’altra storia. Rush.

Ghedi Under 16 girone c
La rosa del Ghedi Under 16 Girone C al gran completo

Chiuduno Grumellese: voto 6

Il Mapello, come sempre detto, è una squadra che quando è in giornata è muro difficilissimo per chiunque. Questa tredicesima era una di quelle giornate e il 3-1 con cui il Chiuduno cade è esemplificativo di ciò. C’è urgenza di fare risultati per evitare la voragine dalle squadre più avanti che stanno crescendo e lavorano per ampliare il divario di punti dalla zona caldissima e preservare la categoria in Under 16 girone C. Lo strano percorso.

Ponte San Pietro: voto 5.5

Un tonfo che fa rumore e risuona in tutti i campi del raggruppamento, è questo l’1-2 interno con la Rigamonti. Un risultato che giunge, si può dire, a sorpresa poiché la formazione di Pirovano aveva convinto notevolmente nelle scorse settimane ottenendo 4 punti in due partite tra Virtus e Sarnico. Uno stop che complica la situazione in graduatoria, con l’Uesse che si rifà sotto tornando a vincere e lo Scanzo che si appropria del secondo posto in solitaria vincendo. E domenica prossima si fa visita al campo del Darfo, formazione in formissima e molto pericolosa. Occhi aperti.

Brusaporto: voto 5.5

Il Sarnico era probabilmente il peggiore avversario possibile da incrociare in questo momento: una squadra fortissima in cerca di riscatto. Il 6-1 è un risultato che non lascia grossi dubbi su quale sia stato l’andamento del match. Pur vero è che il Brusa, oltre questa partita, era in un periodo positivo e deve tornarci nel più breve tempo possibile per inseguire i propri obiettivi stagionali. Inversione di marcia.

Breno: voto 5.5

Il Suzzara è la formazione più vicina in graduatoria, eppure è sembrata superiore e non di poco nei confronti del Breno, vincendo per 0-4. Prima vittoria stagionale per gli avversari, che fino ad ora avevano messo in cascina si un solo punto, ma una sostanziale differenza di preparazione e gioco. L’operato di Claudio Sandrini rappresenta un campione ancora troppo piccolo per essere analizzato, quel che è certo è tuttavia che in campo non scende lui ma la squadra, premesso che la Under 16 girone C è comunque un raggruppamento durissimo. Cast away.


Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli