Alcione Under 16 Girone D
I ragazzi dell'Alcione Under 16 Girone D pronti alla sfida con l'Enotria

Qui le pagelle squadra per squadra della settima giornata del Girone D! Ogni settimana un giudizio sintetico sulla giornata delle formazioni protagoniste dei quattro gironi di Under 16!

Alcione: voto 10
Primo 10 dell’anno nel girone D, ed è più che meritato. Voto frutto di una vittoria di altissimo livello contro una rivale storica come l’Enotria in uno scontro che valeva la testa del raggruppamento, per altro fuori casa. Ciò che sorprende di questa squadra è la spaventosa crescita mentale avuta in qualche settimana: la prestazione non eccelsa contro l’Ausonia è dimenticata, in campo scende una squadra cinica e concreta che sa soffrire e sa attaccare: le due vette, quella della classifica e quella dei marcatori (classifica marcatori completa sulla nostra App) si colorano di arancione e i ragazzi di Fontana lanciano un fortissimo grido di battaglia che rimbomba per tutti i campi di Under 16 girone D.

Schuster: voto 9
Lo Schuster non scherza più: è una vittoria di grande prestigio quella nel miniderby dei due quartieri confinanti, cioè Cimiano e quartiere Feltre. Sala su rigore sigla l’1-0 contro quella che la settimana scorsa era stata capace di infliggere il primo dispiacere all’Ausonia. Sono ora tredici i punti in classifica in Under 16 girone D, a appena 2 punti da Enotria e Calvairate, che ad onor del vero hanno però un match giocato in meno.

Masseroni: voto 8.5
Vittorio Villa può gioire per quanto messo in campo dai suoi ragazzi, cioè un cuore gigantesco e un bel gioco di grande qualità. Il Segrate di Simone Pezzella è tutto fuorchè un avversario semplice, e lo dimostra in questo incontro mettendo in difficoltà i biancorossoblù che però con grande caparbietà e coraggio ribaltano lo svantaggio e vincono 2-1 in casa,in quello che sta diventando un campo osticissimo per tutti.

Calvairate: voto 8
L’avversario non era un colosso del girone, è da premettere, ma questa squadra ha ormai abbondantemente svestito della sorpresa per vestire quelli della certezza: 0-4 alla Folgore Pavia che, complici i risultati sugli altri campi e una partita in meno, permette ai milanesi di issarsi al terzo posto e sventolare fianco a fianco con la bandiera rossoblù dell’Enotria. Da segnalare il reparto offensivo del Calvairate, terzo migliore del girone con 20 reti realizzate, dietro solo a Alcione (26, una partita in più) e Enotria (22, stesso numero di partite). Terza migliore del girone è anche la difesa, con soli 6 gol subiti, dietro ad Alcione (5) e Ausonia (4) che hanno giocato un match in più.

Viscontini: voto 8
Vittoria di fondamentale importanza per Pierangelo Peri e i suoi ragazzi, contro un avversario diretto che non mollerà fino alla fine, il Basso Pavese. La squadra di casa coglie il doppio vantaggio e rischia in seguito di tirare un “calcio al secchio” rovinando tutto e facendosi rimontare sul 2-2, prima del provvidenziale e preziosissimo gol del 3-2. La stagione è ancora lunghissima e difficilissima, ma c’è un raggio di luce all’orizzonte.

Sant’Angelo: voto 8
Otto ad una squadra che non vince ma pareggia? Certo, perché bisogna osservare quale fosse l’avversario e quale fosse la situazione in classifica di una o dell’altra: questa partita era infatti un testacoda e l’avversario era l’Ausonia, per altro fuori casa. Pareggio di grande prestigio per gli ospiti guidati da Bazzarin. La situazione in classifica resta molto difficoltosa e un punto non smuove molto, ma a livello morale e mentale può essere un grande segno per questi ragazzi e significare un riscatto e un punto di svolta.

Sancolombano: voto 7.5
Quella con il Fanfulla è una sfida di grande sofferenza ma anche una dimostrazione di carattere notevole a fronte di un avversario più quotato. I padroni di casa, come spesso capita, giocano un bel calcio funzionale e divertente ma faticano a concretizzare con continuità, e il Bano ne approfitta per strappare un punto importantissimo che lo proietta a 7 in classifica. Doppietta di Iacobazzi decisiva.

Segrate: voto 6.5

Una squadra di livello elevato questo Segrate che soffre purtroppo di blackout improvvisi che le impediscono di stare con le big. Ciò che accade con la Masseroni è esemplificativo: vantaggio, campo tenuto benissimo, idee e coraggio fino a un punto di svolta che rovina tutto. In questo caso è un clamoroso pasticcio difensivo quando ormai il primo tempo pareva aver detto tutto: i due difensori centrali non si intendono, retropassaggio  del primo e rinvio addosso a Misin del secondo, che genera un clamoroso pallonetto che genera l’1-1. Nel secondo tempo gli avversari rientrano meglio e trovano il definitivo 2-1.

Enotria: voto 6
La sconfitta è importante, perché con l’Alcione non esiste una partita poco importante essendo una classicissima del calcio milanese e lombardo. Ma non è tutto da buttare, assolutamente. L’approccio al match è buono ma i rossoblù non riescono a tenerlo per tutti gli 80 minuti e soccombono in casa 2-4. Un brutto colpo, ma Adriano Sapia è un allenatore di livello e saprà tenere i suoi sulla corda e farli ripartire immediatamente perchè la strada è ancora lunghissima.

Fanfulla: voto 6
Ahi Fanfulla. Non arriva una sconfitta, è vero, ma arriva una non-vittoria che mette per l’ennesima volta in mostra il principale e unico difetto importante di questa formazione: il cinismo nel concretizzare le occasioni da rete importanti che questa domenica sono ben quattro. Il Sancolombano ne approfitta e coglie un pareggio 2-2 che lascia l’amaro in bocca ai bianconeri. Più freddezza in zona gol e si può sognare.

Cimiano: voto 6
Beffata dal rigore di Sala la truppa di Gazzola, fino a qui tra le più belle realtà della stagione. Lo Schuster passa e impedisce ai rossoblù di lanciarsi tra le stelle, dopo l’esaltante vittoria della settimana precedente ai danni dell’ex capolista Ausonia. Il tecnico dei ragazzi di Via Don Calabria dovrà essere bravo nel rialzare la tensione e rimettere in moto la squadra.

Ausonia: voto 5.5
Un punto nelle ultime due partite, un segnale di stanchezza mentale probabilmente. Se però la sconfitta contro il Cimiano è giunta comunque contro una squadra molto pericolosa, il pareggio testa-coda con il Sant’Angelo arriva contro una formazione che si dovrà giocare la salvezza fino alla fine ed era ferma a 1 punto. Il reparto offensivo inizia a preoccupare: tra le prime quattro della classe i neroverdi hanno il peggiore attacco con 15 reti, a fronte di un Alcione a 26 realizzazioni, un Enotria a 22 e un Calvairate da 20 marcature, queste ultime due formazioni per altro con una partita in meno. La perdita di due veri e propri matador come Giambertone e Origone, che stanno facendo benissimo nelle rispettive nuove squadre si fa sentire in questo momento e l’ottimo Colio non basta. Può tuttavia sorridere la difesa: è la migliore del girone, con 4 sole reti subite.

Basso Pavese: voto 5.5
Il voto va al carattere, alla rimonta da 2-0 a 2-2 contro la Viscontini con cui arriva comunque una sconfitta che complica i piani di Ornigotti in chiave salvezza. Era uno scontro diretto molto importante e l’approccio non è stato quello adatto a un match così fondamentale. Potenzialità ci sono, bisogna metterle in mostra.

Folgore Pavia: voto 5
In una giornata in cui le dirette concorrenti riescono, alcune, ad ottenere risultati importanti, per la Folgore arriva una pesante sconfitta 0-4 contro il Calvairate. L’avversario era durissimo, è anche vero però che se si vuole puntare alla salvezza bisogna cambiare qualcosa e dare di più negli 80 minuti, altrimenti la questione inizia a farsi molto molto complicata. Migliorare la fase difensiva, la peggiore del girone con 29 gol incassati, potrebbe essere un punto da cui iniziare per risalire.


Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE