Cimiano Under 16 Girone D
L'undici titolare del Cimiano pronto alla sfida con la Viscontini

Il Cimiano, reduce dalla pesante sconfitta per 4-0 nel derby del Lambro, trova la rivincita battendo 1-0 una buona Viscontini in una partita inaspettatamente accesa e condita anche da polemiche antipatiche in questo match di Under 16 Girone D. Pronti via, un minuto ed è subito letteralmente colossale l’occasione che capita sui piedi di Mattia Falcioni, un nome che sarà ricorrente in questa partita, che calcia male da ottima posizione. I padroni di casa cercano di trovare la rete con conclusioni dalla lunga distanza, ma davvero con poco successo e a volte utilizzando anche soluzioni velleitarie. Il campo è messo in importante difficoltà dalla pioggia e ciò si ripercuote sul gioco, con numerosi scivoloni, controlli mancati e rimbalzi infidi della sfera. La prima, reale, occasione per i blu del tecnico Peri con Volpari che entra in area vince un rimpallo fortunoso e… non trova la rete perché la sfera assume una traiettoria illeggibile e il tiro non viene scoccato. Il match nel primo tempo è sostanzialmente privo di emozioni reali, fino alla fine della prima metà di gara con un accenno di crescita dei Cimiano negli ultimi minuti di frazione. La seconda frazione vede entrare molto più agguerrite entrambe le squadre, gli ospiti con l’espressa volontà di chiudersi e ripartire sfruttando l’instancabile Bazani e i padroni di casa con quella di schiacciare gli avversari nella metàcampo difensiva. La partita assume toni esageratemente accesi, con numerosi scontri duri in campo e tante proteste che però il direttore di gara sceglie di non punire scatenando anche le proteste del pubblico con le due fazioni di tifosi che si beccano ripetutamente. Minuto trentatrè del secondo tempo e la partita trova il suo cruciale e unico punto di svolta: la difesa ospite sbanda pericolosamente, un errato posizionamento degli esterni difensivi permette a Falcioni di ricevere solissimo a un metro dalla porta e mettere dentro a botta sicura. È il gol che deciderà l’esito di questo incontro, con la Viscontini che sul finire di tempo comunque cerca di farsi valere puntando forte sulle cavalcate di un ottimo Bazani che però dovendo fare tutto da solo arriva stanco verso l’area avversaria. Sorride Simone Gazzola per questo 1-0 e sorridono i suoi ragazzi, è una vittoria che permette di riprendere la corsa e le redini di una stagione che stava diventando difficoltosa dopo un grande inizio. Gli ospiti conservano la loro comfort-zone fuori dall’area-retrocessione ma devono necessariamente crescere di tono a livello offensivo.

 

bty

 

IL TABELLINO DI CIMIANO-VISCONTINI UNDER 16

CIMIANO-VISCONTINI 1-0
RETE: 33′ st Falcioni (C).
CIMIANO (4-3-3): Venditti 6, Dreni 6.5, Schiano 6 (22′ st Ranaldi 6), Ferreira 6.5 (1′ st Zagatti 6), Ricca 6, Carrara 6.5, Pozzi 6 (29′ st De Luca sv), Borracino 6, Fasan 6.5, Parise 6 (14′ st Malnati 6), Falcioni 7 (37′ st Etiwy sv). A disp. Nicosia, Sahlian. All. Gazzola 6.5. Dir. Antonazzi.
VISCONTINI (4-3-3): Zandonella 6 (19′ st Giardina 6), Cezza 6 (32′ st Savini sv), Bielli 6.5, Cherubini 6, Villa 6, Ciaramella 6, Gallotti 6, Volpari 6.5 (29′ st Armari sv), Bazani 6.5 (35′ st Herrera Avila sv), Spinola 6.5, Cagliaferro 6 (32′ st Allieri sv). All. Peri 6. Dir. Volpari.
ARBITRO: Sig. Russo sez. di Sesto 6: Potrebbe usare maggiormente i cartellini vista la partita accesa, ma sceglie una direzione più indulgente.

 

 

LE PAGELLE DEL CIMIANO

All. Gazzola 6.5 La partita è ben preparata, il campo difficile complica i piani poichè giocare palla a terra è praticamente impossibile. Le occasioni sono numerose ma i suoi non le sfruttano, almeno fino al gol che sancisce la vittoria.
Venditti 6 Quando impegnato c’è, sbaglia qualche rinvio di troppo e non è sicurissimo nel bloccare palla probabilmente a causa della sfera viscida e scivolosa. Non compie comunque errori di nota.
Dreni 6.5 Spinge con continuità, gli manca un po’ di precisione ma è costante nella sua prestazione. Combatte senza avere paura di scontrarsi con gli avversari in modo anche rustico.
Schiano 6 Tiene bene nella sua zona di competenza ma soffre un po’ sulla cattiveria agonistica di Bazani che lo pressa e spesso lo costringe a sbagliare cose semplici. (22′ st Ranaldi 6).
Ferreira 6.5 Guerreggia senza timore contro gli assalti avversari, sicurissimo e molto cattivo agonisticamente parlando. La difesa è sotto la sua ottima direzione. (1′ st Zagatti 6)
Ricca 6 Parte integrante del buon pacchetto difensivo casalingo, non brilla particolarmente ma non compie errori e gioca semplice e attento a fare poche cose ma di buona qualità.
Carrara 6.5 Buona la sua prestazione in mezzo al campo, si fa vedere e prova a inventare lanciando lungo per le punte che però spesso sciupano malamente calciando male.
Pozzi 6  Centrocampo gestito bene ma con qualche difficoltà di troppo a controllare il pallone, sia per qualche pecca tecnica sia perchè è oggettivamente molto difficile farlo con questo campo. (29′ st De Luca sv)
Borracino 6 Il suo apporto a centrocampo è discreto, tuttavia non riesce a innescare con grande pericolosità gli avanti di casa.
Fasan 6.5 Impegno ecomiabile in fase offensiva, pecca di precisione in zona gol e come tutti gli altri attaccanti è sciupone quando bisogna metterla dentro. Ma comunque c’è, e vivo e si sente.
Parise 6 Soffre d’imprecisione ma è bravo a tenere sempre alto il pressing sulla retroguardia avversaria, da cui infatti poi nasce anche la rete decisiva. (14′ st Malnati 6)
Falcioni 7 Il matador del match è lui, firma l’ottavo gol stagionale e regala gli ennesimi tre punti ai suoi. Prima della rete per la verità è abbastanza egoista e poco preciso in zona rete, ma il gol sana tutto. (37′ st Etiwy sv).

 

LE PAGELLE DELLA VISCONTINI

All. Peri 6 L’atteggiamente della sua squadra è dichiaratemente difensivo, vuole coprire e ripartire ma coprire cosi intensamente priva la squadra delle necessarie energie per pungere.
Zandonella 6 Così così sulla fase di bloccaggio palla, però non compie errori. Rinvii non aiutati assolutamente dal campo infido, spesso sbilenchi. Si fa male ed esce, in bocca al lupo per il recupero! (19′ st Giardina 6)
Cezza 6 Pepe sulla fascia, è piccolo ma tosto fisicamente. Non molla nonostante le difficoltà. (32′ st Savini sv).
Bielli 6.5 Sicurissimo dietro, è una certezza con chiusure e ripartenze coraggiose e di grande cuore. Spinge con costanza, difende con astuzia.
Cherubini 6 Eccessivamente nervoso, nel gioco non brilla particolarmente ma si accende a sprazzi. Non è il suo ruolo e si vede.
Villa 6 Regala battaglia specialmente nel gioco aereo dove si fa valere con grande forza.
Ciaramella 6 Leader vero, incita i suoi compagni con grande ardore e si spinge in ogni direzione del campo a dare aiuto. Purtroppo non è brillantissimo tecnicamente.
Gallotti 6 Come Ciaramella, fa tanta legna in mezzo al campo e tampona sempre in fase difensiva.
Volpari 6.5 A volte egoista, però ha lo spirito del comandante e gioca tanti palloni, sicuramente non tutti precisi ma perlomeno c’è ed è vivo. (29′ st Armari sv)
Bazani 6.5 Pressa tantissimo i difensori avversari costringendoli spesso e volentieri al fallo, tuttavia è davvero troppo isolato per risultare veramente pericoloso per la porta avversaria. (35′ st Herrera sv).
Spinola 6.5 L’esterno è il suo habitat naturale e intepreta il ruolo con grande intelligenza, senza riuscire a pungere perché l’atteggiamento della sua squadra è prettamente difensivo.
Cagliaferro 6 In avanti non si vede, dietro si. Difendere non è nelle sue corde ma ci prova senza timore. (32′ st Allieri sv).