Pro Sesto - Vis Nova Under 16: Vis Nova
Pro Sesto - Vis Nova Under 16: l'undici iniziale della Vis Nova

Dopo le pagelle delle squadre del Girone A, ecco il turno dei quelle del Girone B: nella giornata di domani troverete sempre sul nostro sito le pagelle degli altri due gironi di Under 16, ovvero il C e il D. Buona lettura!

Seregno: voto 9.
La Regina di questa giornata è senza ombra di dubbio il Seregno. La squadra di Galimberti sta vivendo un momento a dir poco magico: dopo aver calato il tris la scorsa settimana in casa della Lombardia Uno, gli azzurri contro ogni pronostico hanno fatto un sol boccone dell’Olginatese. Il Seregno, un’autentica “ammazza grandi” che sta pian piano diventando anch’essa grande.

Pro Sesto: voto 8.5.
Non senza difficoltà la Pro Sesto conquista lo scettro di unica inseguitrice del duo in vetta formato dalla Vis Nova e l’Olginatese. I ragazzi di Schenato, usciti vincitori da una vera e propria battaglia contro un’ottima Lombardia Uno, danno continuità nella rincorsa al vertice che, se i biancocelesti continueranno con questo ritmo, sarà più che alla portata.

Vis Nova: voto 8.
Sempre più inarrestabili i neroverdi di Nigro, autori di una grande vittoria che assomiglia molto ad un’impresa ai danni di una grandissima Tritium.  Un 3-4 rocambolesco, ennesima dimostrazione di forza di una squadra che sembra aver preso il ritmo dopo un inizio con il freno a mano tirato.

La Dominante: voto 7.5.
Riparte alla grande La Dominante. I ragazzi di Ibba travolgono uno spento Villa per 0-6, dimostrando, oltre alle qualità tecnico-tattiche, grande capacità di concentrazione in un match che sarebbe potuto diventare ostico, soprattutto nei primi minuti.

Casatese: voto 7.5.
Vola e trascina con sé i suoi ragazzi il tecnico Casiraghi. Una Casatese esagerata stravince in trasferta contro uno spento Varedo e conquista la seconda vittoria consecutiva, che lancia Casiraghi and co verso le posizioni nobili della classifica.

Bresso: voto 7.5.
Rialza la testa alla grandissima il Bresso. Dopo una debacle clamorosa non tanto per il risultato quanto per l’entità della sconfitta, i bressesi ripartono in quarta, anzi quinta marcia! Gervasoni, con l’ausilio, ancora una volta, di bomber Bossi, fa valere il fattore “Deledda” contro lo Schiaffino, uscito con le ossa rotte dal match dello scorso sabato.

Arcellasco: voto 7.
L’Arcellasco non porta a casa tre punti ma la prestazione contro la Folgore vale un voto molto alto per i ragazzi di Crimella. Reduci da una striscia di risultati da incubo, l’Arcellasco con forza e coraggio gioca a viso aperto in casa della Folgore, portandosi addirittura avanti di due lunghezze. Il risultato finale dice 2-2: un punto guadagnato che aiuta molto anche per il morale.

Manara: voto 7.
Due punti in due partite potrebbe sembrare un risultato non esaltante, ma non è il caso del Manara. La squadra del tecnico Riva strappa un punto fondamentale a Sondrio in una trasferta che nascondeva mille trappole. Il vantaggio immediato di Mauri ha fatto assaporare agli azzurri il colpaccio, prima di insaccare il pari a metà ripresa.

Sondrio: voto 6.5.
Un Sondrio bello ed efficace solo a metà sbatte contro un buon Manara. La squadra di Togni, nonostante un secondo tempo di alto livello, non riesce a ribaltare completamente il passivo maturato nella prima frazione. Una prestazione positiva ma il pareggio ottenuto ha il sapore di due punti persi.

Lombardia Uno: voto 6.
Chiamarla crisi forse è affrettato, ma senza dubbio il secondo stop consecutivo della Lombardia Uno fa riflettere. La squadra di Lo Re, al secondo appuntamento importante nel giro di due settimane, cade ancora sotto i colpi della Pro Sesto. La gara contro la Folgore Caratese può e deve rappresentare una svolta.

Olginatese: voto 6.
Per valutare l’Olginatese bisogna andare oltre al risultato. La sconfitta con il Seregno, soprattutto per come è maturata, lascia tanto amaro in bocca ai ragazzi di Pelucchi, i quali hanno però dimostrato per l’ennesima volta grandissime qualità sia di gioco che individuali. La vetta della classifica non è abbandonata, bensì solamente condivisa con la Vis Nova ed i ragazzi bianconeri hanno tutte le carte in regola per ripartire come sanno fare.

Tritium: voto 6.
Fallisce ancora l’appuntamento con i tre punti la Tritium, caduta tra le mura amiche contro la Vis Nova. La vittoria manca ormai da troppo tempo, ma i biancocelesti hanno dimostrato contro una grande Vis Nova di meritare zone della classifica ben più nobili: c’è sia margine che qualità per fare bene.

Schiaffino: voto 5.5.
Torna con i piedi per terra lo Schiaffino di Bellini. Dopo le due vittorie consecutive i rossoneri sbattono contro la muraglia alzata dal Bresso, maturando una sconfitta pesante soprattutto per l’entità del passivo maturato.

Folgore Caratese: voto 5.
Cade in picchiata la Folgore Caratese. La squadra di Campi viene fermata clamorosamente in casa sul pari dall’Arcellasco, correndo anche il rischio di perdere. Da una squadra come la Folgore ci si aspettava e serve molto ma molto di più. Un bilancio negativo che necessita assolutamente di un cambio di rotta radicale.

Varedo: voto 5.
Prosegue la crisi del Varedo. Dopo aver perso la scorsa settimana lo scontro diretto contro lo Schiaffino, i ragazzi di Doria crollano in casa sotto i colpi di una grande Casatese. Un ruolino di marcia non all’altezza che sicuramente farà riflettere il tecnico.

Villa: voto 5.
Resta fanalino di coda il Villa, uscito con le ossa frantumate dal confronto casalingo contro La Dominante. La squadra di Bosco, oltre alla crisi legata ai risultati, sta affrontando un momento negativo anche sotto l’aspetto mentale. Il lavoro affidato al tecnico sarà fondamentale per i prossimi impegni dei bianconeri per cercare di rimettersi in carreggiata in questa stagione.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.