Under 16 Girone A, Tritium
L'Under 16 della Tritium

Continua a stupire La Dominante, mentre la Tritium contro ogni pronostico sbanca Olginate. Ancora flop per la Lombardia Uno mentre Pro Sesto e Vis Nova proseguono il testa a testa a distanza: ecco le pagelle della 9° giornata.

La Dominante: voto 9.
Il nostro più grande errore nei pronostici di inizio anno continua a stupire ed a macinare vittorie. Il terzo posto condiviso non è altro la normale conseguenza del lavoro e della dedizione che ci mettono settimanalmente Ibba ed i suoi ragazzi. Il 4-1 fantastico contro il Seregno ne è la prova: chapeau.

Tritium: voto 9.
Sembra aver ingranato finalmente la marcia giusta la Tritium. La trasferta proibitiva, almeno sulla carta, contro l’Olginatese si è trasformata in un trionfo assoluto. Una prova di forza incredibile in ottica campionato, e ad oggi ogni obiettivo sembra alla portata.

Pro Sesto: voto 8.
Ancora una vittoria per i biancocelesti. Ancora una prova di grande classe in un campo non semplice durante una giornata potenzialmente ricca di insidie. La squadra di Schenato ne fa 4 a Casatenovo e da uno strappo importante al campionato, con il terzo posto distante adesso ben sei punti.

Vis Nova: voto 8.
Voto otto come le reti realizzate ad Arcellasco, in una partita semplice solo sulla carta. Il parziale a fine primo tempo segnava infatti i neroverdi avanti solamente di un gol. La squadra di Nigro ha poi dilagato nella ripresa, mettendo in campo tutto il proprio grandissimo talento.

Sondrio: voto 7.5.
Un viaggio di ritorno certamente lungo ma al miele per il Sondrio. La vittoria di Varedo proietta i ragazzi di Togni al terzo posto in classifica: la normale conseguenza quando si ha talento ed un tecnico preparato capace di tirare fuori il meglio dai suoi ragazzi.

Bresso: voto 7.
Torna a fare bottino pieno il Bresso sul campo di un Villa in cerca di punti salvezza. I blues grazie ad un Bossi in grande spolvero hanno avuto la meglio nella vicina trasferta di Greco, guadagnandosi così una posizione in classifica che non può nonfar sognare.

Manara: voto 7.
Servivano punti e così è stato. Il Manara si mette in una posizione comoda in classifica dopo questa grande giornata. La traferta milanese contro la Lombardia Uno ha infatti regalato un punto importante alla squadra di Riva, contro la ben più quotata Lombardia Uno.

Schiaffino: voto 6.5.
Un pari non può mai soddisfare pienamente, ma per le modalità con le quali è arrivato il punto casalingo contro la Folgore rappresenta un buon risultato. La squadra di Bellini si è presentata molto rimaneggiata alla sfida contro i Caratesi, ma con grande forza è riuscita a strappare un pareggio in rimonta che vale oro.

Folgore Caratese: voto 6.5.
Una prova di carattere quella messa in mostra dai ragazzi di Campi a Paderno. Certo, i tre punti avrebbero fatto davvero comodo con questa situazione di classifica, ma il tecnico biancoceleste può ben sperare per le prossime giornate.

Casatese: voto 6.
Tenere testa alla Pro Sesto non è semplice per nessuno. La Casatese è caduta in casa contro la seconda della classe, ma e è riuscita comunque a tenerle testa almeno nella prima frazione.

Seregno: voto 5.5.
Dopo la frenata della scorsa settimana arriva invece uno stop per il Seregno. La sfida contro La Dominante avrebbe potuto sancire una piccola fuga al terno posto, invece la squadra di Galimberti è stata fermata dai ragazzi di Ibba in un match che non li ha visti praticamente mai entrare del tutto in partita.

Varedo: voto 5.5.
Dopo due risultati utili consecutivi si ferma il Varedo. L’effetto Brienza non è bastato per fermare un Sondrio in grande spolvero, in una gara approcciata non nel migliore di modi dai padroni di casa. E’ però altrettanto vero che non sono queste le sfide da vincere in ottica salvezza.

Lombardia Uno: voto 5.5.
Un periodo non dei migliori culminato con un pari dal sapore amaro tra le mura amiche. La Lombardia Uno di Lo Re frena contro il Manara, non riuscendo a tornare alla vittoria contro un avversario, almeno sulla carta, più che alla portata.

Villa: voto 5.5.
Dopo il buon pari di Varedo il Villa effettua un piccolo passo indietro. Uno stop prevedibile quello con il Bresso, ma a non soddisfare a pieno il tecnico Bosco è stato l’approccio alla partita più morbido del solito.

Arcellasco: voto 5.
La sfida contro la Vis Nova era proibitiva, è vero, ma il tracollo avuto nella ripresa non è un segnale confortante. Dopo un inizio positivo, la squadra di Crimella nella ripresa è letteralmente uscita dalla partita, permettendo agli ospiti di prendere il largo.

Olginatese: voto 5.
Prosegue il periodo no dell’Olginatese, caduta anche in casa contro la Tritium. L’emergenza infortuni è ancora presente nella squadra di Pelucchi, ma una reazione dei bianconeri è necessaria al più presto. La vetta della classifica adesso è lontana ma nulla è compromesso.