Ivan Corti e Sergio Persegani
Ivan Corti, tecnico del Lemine Almenno, e Sergio Persegani, tecnico del Ciliverghe

Qui le pagelle squadra per squadra della sesta giornata del Girone C! Ogni settimana un giudizio sintetico sulla giornata delle formazioni protagoniste dei quattro gironi di Under 16!

Virtus Ciserano Bergamo: voto 9
Inizio di stagione semplicemente spaventoso per i talentuosi ragazzi di Di Nicola, che nella sesta giornata affrontavano l’esame Villa Valle. La formazione di Terzi è un osso duro e fa tremare a più riprese i bergamaschi, che nel momento più difficile e discusso del match (episodio dubbio in area dei padroni di casa) colgono il definitivo 2-0 con lo strepitoso Di Nardo. Testa della classifica dell’Under 16 Girone C solitaria mantenuta.

Uesse Sarnico: voto 9
Mauro Pozzoni è un tecnico di altissima caratura e la sua creatura di quest’anno lo sta dimostrando. La sconfitta all’esordio con il sorprendente Scanzorosciate è dimenticata, quinto risultato utile consecutivo (4 vittorie, 1 pari tra l’altro in epica rimonta) e nel sesto atto del campionato 2019/2020 arriva una convincente vittoria per 5-1 contro il validissimo Mapello di Alessio Magni. Nota di merito per Luca Benti, straordinario bomber che sale a 9 reti realizzate in stagione, il numero più alto di tutta l’Under 16 alla pari con Lo Monaco dell’Aldini e Sala della Vis Nova.

Lemine Almenno: voto 8.5 
Straordinaria vittoria per la truppa di Corti ai danni del Darfo Boario, per 0-2, che vale un bel salto in avanti nella lotta salvezza che si protarrà fino alla conclusione del campionato. Prestazione convincente e di livello, per una squadra con grandi margini di miglioramento sul medio-lungo periodo.

Sporting Franciacorta: voto 8.5
Terza vittoria consecutiva nelle ultime quattro partite, ed è un colpo clamoroso: abbattuto lo Scanzorosciate rivelazione di stagione. La partenza dello Sporting non è stata positiva in questa annata, con un punto nei primi tre match giocati. Super riscatto nelle successive tre: nove punti in tasca e stagione raddrizzata.

Ciliverghe: voto 8.
La banda Persegani sfiora la superimpresa contro una delle due dominatrici del girone, il Ponte San Pietro. Due volte in vantaggio e due volte raggiunti i giovani di Mazzano, per una prestazione che è un ottimo segnale ed un passo avanti per la crescita di un gruppo sano e valido che può fare molto bene.

Mario Rigamonti: voto 7.5
Archetti prosegue nella sua marcia di ottimo livello, sono undici i punti in classifica. Il trionfo (3-0) contro il Chiuduno Grumellese permette alla Rigamonti di fare un grande salto in graduatoria visti anche i risultati contemporanei delle rivali e di portarsi a ridosso del podio dominato dalle big del girone. Attenzione a questa formazione, osso duro per tutti.

Ghedi: voto 7
L’avversario, il Breno, non era un top di classifica, è vero. Ma un 7-2 non si vede spesso ed è indice di un team che sa giocare a calcio ed ha una idea di gioco funzionale.  Squadra valida e di sostanza, non semplice da affrontare per nessuno questo Ghedi che mira alle zone nobili della classifica e darà filo da torcere a tutte le dirette rivali.

Brusaporto: voto 7
Stagione non semplicissima fino ad ora, ma contro il Suzzara arrivano tre punti pesanti e fortemente voluti da una squadra fisica e di grande carattere, che non lotterà per la salvezza ma per qualcosa in più con il proseguire dell’annata. Notevole fin qui la stagione di Hoefer, miglior marcatore della squadra con quattro realizzazioni e leader tecnico.

Suzzara: voto 6
La classifica non sorride alla formazione di Crescenzo Loffredo, ancora ferma a zero punti. Questa settimana però il voto non può essere negativo perché le prestazioni iniziano ad essere valide e quella contro il Brusaporto lo conferma. Con un po più di fortuna e di cinismo potrà lottare per l’obbiettivo salvezza. Da aggiustare sicuramente la fase difensiva.

Villa Valle: voto 6
L’avversario era di livello altissimo, la Virtus, e la conseguente sconfitta per 2-0 non merita una insufficienza anche perché la prestazione è stata valida e il match ha svoltato su una situazione di difficile interpretazione con un possibile rigore negato e conseguente rete decisiva dei padroni di casa sul ribaltamento di fronte.

Scanzorosciate: voto 6
Una sconfitta inattesa e una prestazione in calo per lo Scanzo, dominante in questo primo giro di stagione ma sorpreso dallo Sporting Franciacorta in casa per 1-2 nell’ultimo incontro. Un piccolo stop non è grave, per quella che rimane comunque la rivelazione di stagione e non vuole che la propria bella storia trovi altre interruzioni.

Ponte San Pietro: voto 5.5
Un passo indietro per quella che fino a questo momento era stata una delle due dominatrici del girone, questo 2-2 contro il Ciliverghe che ha rischiato di divenire una sconfitta visto il fatto che è andata in svantaggio due volte. Il Ponte è una formazione valida ma per tenere testa alla capolista serve essere perfetti sempre. Sul piano del gioco forse c’è bisogno di un passo in avanti.

Mapello: voto 5.5
La partenza di stagione lasciava presagire una stagione di elevatissimo livello per i giovani di Magni, che però nelle ultime tre hanno incontrato più difficoltà e sono anche stati sfortunati. Dovranno tornare a giocare come hanno dimostrato di saper fare per lottare per i traguardi che una squadra di qualità come questa merita. La sconfitta nell’ultimo match, 5-1 contro il Sarnico, è pesante ma arriva contro una formazione di altissima caratura.

Darfo Boario: voto 5
Scontro diretto con il Lemine Almenno perso e situazione di classifica che si complica un po’. Niente di grave, però ci si aspetta che tra le mura amiche arrivino altre prestazioni da una squadra buona e di cuore come il Darfo. Serve un pronto riscatto perché le inseguitrici sono in crescita e perdere terreno potrebbbe essere rischioso, anche se la stagione è ancora molto lunga.

Chiuduno Grumellese: voto 5
Sconfitta non leggera con la Rigamonti, formazione probabilmente più avanti in costruzione di gioco e qualità generale.
L’unica vittoria, datata prima giornata contro il Breno, inizia ad essere un po’ distante. Una scossa e un risultato positivo probabilmente aiuterebbe i ragazzi a ritrovare entusiasmo e gioco. La qualità non manca.

Breno: voto 5
Periodo purtroppo nero per la formazione di Ignazio Pennacchio, che palesa difficoltà di gioco importanti. Serve sicuramente un passo in avanti notevole per lottare per l’obiettivo salvezza, prima di perdere troppo terreno e rendere l’impresa più complicata. Migliorare la fase difensiva è il primo passo da fare, una vittoria sarebbe terapeutica anche a livello morale.