Jurgen Seferi, attaccante classe 2003 Virtus Bergamo
Jurgen Seferi, attaccante classe 2003 Virtus Bergamo

È uno spettacolo tutto da vivere quello messo in scena dalla Virtus Bergamo e dall’Aldini, che hanno regalato una partita di qualità. Intensità, aggressività e corsa sono le parole che meglio descrivono questo quarto di finale. I giocatori hanno battagliato per tutti gli 85 minuti di gioco, lasciando aperta ogni possibilità. Il team di Di Nicola ha dato una dimostrazione di come questo gruppo sia capace di soffrire e aspettare senza però concedere chiare occasioni agli avversari, per poi sfruttare e trasformare le proprie chance. Gli ospiti hanno costantemente provato ad avanzare verso l’area avversaria, arrivandoci spesso vicino, ma senza mai riuscire a concretizzare. In campo è regnato l’equilibrio fin dal primo minuto, con entrambe le squadre che hanno iniziato ad attaccare e pressare l’avversario senza concedergli la possibilità di costruire un gioco continuo e fluido. L’incredibile intensità di gioco ha fatto si che i due team mostrassero sia i punti di forza che le debolezze, permettendo all’avversario di prendere le misure e capire al meglio come posizionarsi in campo. La situazione di parità, però, è stata interrotta al 18’ dai padroni di casa che hanno approfittato di una svista della difesa avversaria, che fino a quell’istante era stata impeccabile, per andare in vantaggio: Campana dal limite ha pescato in profondità in area Seferi, bravo a resistere alla pressione e a segnare. L’Aldini tenta di reagire e, sfruttando la fisicità e l’aggressività, prova a far male alla Virtus con ripartenze pericolose ma trova sempre un reparto arretrato concentrato e ben posizionato. Anche i padroni di casa non hanno vita facile ad arrivare nell’area avversaria grazie all’attenzione prestata dagli ospiti nel concedere il minor spazio possibile. I due team si sfidano a suon di occasioni create, senza però concretizzarne nessuna per gran parte del match. La Virtus Bergamo riesce a chiudere definitivamente la pratica partita solo allo scadere del recupero: al 44’ Licini calcia una punizione precisa in area trovando il subentrato Bergamelli, che prende il tempo alla difesa e di testa realizza il gol.

VIRTUS BERGAMO-ALDINI 2-0
RETI: 18′ Seferi (V), 45′ st Bergamelli (V).
VIRTUS BERGAMO (4-3-3): Fenili 7, Masserini M. 7 (1′ st Tarasco 7), Mardare 7, Madonna 7, Campana 7.5 (13′ st Bergamelli 7.5), Licini 7, Ventura 7, Cortinovis 7.5, Palladini 6.5 (24′ st Giorgini 6.5), Seferi 7.5 (36′ st Micca sv), Incarbone 6.5 (1′ st Vitale 7). A disp. Mancin F., Pecis, Diraco. All. Di Nicola 7. Dir. Rota.
ALDINI (4-3-1-2): Rossi 6.5, Attokkaran 7.5, Passerini 6.5, Agrati 7 (35′ st Perani sv), D’Errico 6.5 (30′ st Pasku sv), Gibertoni 7, Iemma 7.5, Ragucci 7 (1′ st Longo 6.5), Musazzi 7, De Cao 7.5, Spano 6.5 (17′ st Gravino 6.5). A disp. Gattelli, Trasforini, Priori, Sosna, Lorenzetti. All. Bresciani 7. Dir. Miani.
ARBITRO: Molino di Sesto San Giovanni 6.

Pagelle

Virtus Bergamo
Fenili 7 Interventi sempre puliti e puntuali.
Masserini 7 Intercetta moltissimi palloni.
Mardare 7 Spinge in fascia, attentoi in copertura.
Madonna 7 Concede davvero pochissimi spazi con delle ottime chiusure, grande prestazione.
Campana 7.5 Recupera un’infinità di palloni, assist di assoluto livello.
13’ st Bergamelli 7.5 Chiude definitivamente la partita con un gol allo scadere.
Licini 7 Forse brilla meno dei suoi compagni ma non sbaglia praticamente nulla.
Ventura 7 Veloce e rapido nelle ripartenze, in più lotta sempre in mezzo al campo.
Cortinovis 7.5 Dà qualità al gioco della squadra, è un elemento fondamentale.
Palladini 6.5 Riceve pochi palloni giocabili ma lavora comunque molto per i suoi.
Seferi 7.5 Attacca lo spazio con grinta, aiuta nel possesso palla. Sblocca il match.
Incarbone 6.5 Fatica a trovare lo spazio contro i difensori avversari ben piazzati.
All. Di Nicola 7 Le occasioni sono poche, ma la squadra è brava a trasformarle.

Aldini
Rossi 6.5 Non sempre sicuro nell’intervenire.
Attokkaran 7.5 Un grande maratoneta: davvero instancabile nella corsa, bravo ad intercettare.
Passerini 6.5 Non sempre brillante con il pallone.
Agrati 7 Fa ripartire l’azione in maniera veloce.
D’Errico 6.5 Si perde Seferi in occasione del primo gol: un errore che pesa.
Gibertoni 7 Blocca molte azioni con interventi precisi, esce spesso palla al piede.
Iemma 7.5 Con un’intensità altissima pressa il portatore di palla mettendolo in difficoltà. Mette in campo una prestazione da mille polmoni, uno dei migliori tra i suoi.
Ragucci 7 Come i suoi compagni mette in campo grinta ed energia, prova di cuore.
Musazzi 7 Lotta con i centrali di difesa, non molla anche se non riesce a trovare il gol.
De Cao 7.5 È l’anima della squadra e tiene vive le possibilità per i suoi fino alla fine.
Spano 6.5 Non è molto incisivo nel gioco dei suoi, la sua classe poteva servire.
All. Bresciani 7 I suoi ragazzi mettono in campo cuore, grinta e voglia: complimenti.

SENTI L’INTERVISTA AL TECNICO DI NICOLA

ASCOLTA LE PAROLE DI BRESCIANI, ALDINI

GUARDA LE FOTO DI SQUADRA


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.