23 Giugno 2021

Base 96 – Seguro Under 17: grimaldello Mendillo, il Seguro apre la serratura di Mangiacotti e vola sempre più in alto

Le più lette

Speranza Agrate Eccellenza: Santangeli e Bandini sono i primi volti nuovi per Pizzi

Terminata la stagione, la Speranza Agrate si assicura i primi due colpi in entrata in vista del prossimo campionato...

Monza-Inter Under 18: Ballabio spegne due volte i sogni di gloria dei biancorossi, Monguzzi fuori dalla final four

Il Monza ci prova ma non basta, l'Inter bissa il 4-1 dell'andata e tiene fuori dalla fase finale del...

Coppa Angelo Quarenghi, a fine agosto a San Pellegrino Terme torna il torneo più importante per la categoria Under 14

Dopo lo stop forzato, la Coppa Angelo Quarenghi tornerà a dare spettacolo. A darne notizia è il comitato organizzatore,...

Nei momenti più importanti, a volte, la tensione bussa alla porta e chiede il permesso di entrare nella testa, nei pensieri. Ed è la tensione il filo conduttore della partita tra Base 96 e Seguro, che danno vita ad una partita molto ruvida, che vede gli ospiti portare a casa i tre punti, grazie alla doppietta di capitan Mendillo. A fare la differenza è l’approccio di gara più offensivo da parte dei ragazzi di Angorato e Acquaro, che si battono per quasi tutta la gara alla pari con quelli di Mangiacotti, che forse pagano la tattica troppo attendista e l’assetto più difensivo. Una prima frazione spenta quella di Seveso, in cui, soprattutto nella prima parte, entrano in gioco le strategie e le tattiche ragionate in settimana dai tecnici delle rispettive squadre. Il tecnico di casa, in particolare, dispone i suoi con un modulo altamente difensivo, che ostruisce per la maggiore le iniziative ospiti, spesso bloccate dai cinque di dietro, che non lasciano quasi mai scampo alle folate dei trequartisti azzurri. Se nei primi venti minuti l’unica azione degna di nota è un mancino non troppo potente di Filannino, che sfiora l’esterno della rete e termina a lato, è proprio al ventesimo che arriva l’episodio chiave, che sblocca la partita e smuove gli equilibri: Quindici galoppa sulla corsia di destra, appoggia in mezzeria per Bertoli, che inventa e pesca in posizione, forse, dubbia Mendillo, il quale davanti a Chierico non perde lucidità ed appoggia comodamente in rete sul secondo palo. Un episodio che Angorato e Acquaro andavano ricercando, ma che genera polemiche e fa perdere di senso la strategia della Base. Ecco che, quindi, la reazione è immediata, così, qualche minuto più tardi è Severino a costruire una grande occasione, calibrando dal nulla una splendida gittata che trova Putaro in piena area, ma quest’ultimo è poco lucido e spedisce a lato. La partita diventa, dunque, più frizzante, con gli ospiti a rispondere e a sfiorare il raddoppio con il colpo di testa di Ferrando prima, e col sinistro al limite di Bertoli che non crea però troppi problemi a Chierico. È alla mezz’ora che arriva l’occasione migliore per i padroni di casa: Sade disegna una parabola dolcissima che trova la forte deviazione di Lorenzo Lelli, che calcia a botta sicura ma trova un intervento miracoloso da parte di Gambazza, che sventa la minaccia e allontana la sfera, mandando i suoi al riposo in vantaggio. Nella ripresa i ritmi calano soprattutto per i padroni di casa, che stanchissimi, concedono diverse occasioni agli ospiti. Le conclusioni sono in maggioranza deboli e facili per Chierico, che si oppone, in ordine, a Quindici, Bertoli e Garufi. Reclamano, invece, i padroni di casa, per un presunto tocco di mano in area da parte di un difensore avversario e per i pochi cartellini estratti dal direttore di gara. Mangiacotti, nonostante ciò, prova ad invertire le tendenze, ma i cambi sono leggermente tardivi, e così a pochi minuti dalla fine arriva il raddoppio ospite, ancora una volta con Mendillo, che riceve uno splendido invito dalle retrovie da parte di Patruno e fredda Chierico in uscita, depositando la rete dello 0-2 finale, regalando una vittoria dolcissima per gli azzurri, che rimangono saldamente in testa alla classifica. Nero è invece l’umore in casa Base 96, dove non si placano gli animi: dopo le polemiche di settimana scorsa contro la Caronnese, altri episodi dubbi scatenano l’ira dei rossoverdi, che possono comunque apprezzare una prestazione meritevole.

IL TABELLINO DI BASE 96 SEGURO UNDER 17

BASE 96 – SEGURO 0-2
RETI: 20’ Mendillo (S), 38’ st Mendillo (S).
BASE 96 (5-4-1): Chierico 6.5, Lelli Lu. 5.5, Rossetti 6, Cazzaniga 6 (16’ st Bernasconi 6), Lelli Lo. 6.5, Bellet 6.5, Sade 6.5 (12’ st Polito 6), Filannino 5.5 (37’ st Borghi sv), Putaro 6, Severino 6, Elli 6.5 (24’ st Meco 6). All. Mangiacotti 6. A disp. Grassi, Casiraghi. Dir. Discianni.
SEGURO (4-2-3-1): Gambazza 7.5, Quindici 6.5, Morlacchi 6, Patruno 7, Tortorelli 7, Ferrando 6.5, Mendillo 8, Crepaldi 6.5, Gaino 6.5 (21’ st Mastore 6), Bertoli 7.5 (41’ st Festari sv), Garufi 7 (35’ st Bizzarri sv). All. Angorato-Acquaro 7. A disp. Santarella, Vacca, Branduardi. Dir. Mendillo.
AMMONITI: Quindici (S), Tortorelli (S), Ferrando (S).
ARBITRO: Di Napoli di Legnano 6.

LE PAGELLE DI BASE 96 SEGURO UNDER 17

BASE 96 (5-4-1)

Chierico 6.5 Si oppone bene alla maggior parte delle conclusioni avversarie, sui due gol-fotocopia non può nulla.
Lelli Lu. 5.5 Incide poco sulla corsia di destra, bene in fase di spinta ma poco concentrato dietro.
Rossetti 6 Le due reti arrivano sì dal suo lato, però è sempre attento e preciso in ogni circostanza.
Cazzaniga 6 Al centro della retroguardia non sfigura, prima della sostituzione la sua prova è pienamente sufficiente.
Lelli Lo. 6.5 Soprattutto nelle prime battute è una roccia, poi si spegne leggermente con il fluire del tempo, comunque bene.
Bellet 6.5 Autorevole là dietro, risolve ogni situazione nel migliore dei modi e non sfigura mai.
Sade 6.5 Pimpante, i calci di punizione sono sempre pericolosi, usa bene la rapidità.
Filannino 5.5 Rimandato, troppe volte crea e non argina situazioni di difficoltà, nella ripresa cala e non riesce ad impostare con serenità.
Putaro 6 Con l’assetto tattico imposto da Mangiacotti era prevedibile che sarebbero arrivati pochi palloni, molto lavoro sporco ma poca lucidità nell’unica occasione che ha.
Severino 6 Più che apprezzabile il moltissimo lavoro oscuro: pressa, argina, avvia ripartenze. Quest’oggi manca l’inventiva, che perde ulteriormente nella ripresa, quando cala.
Elli 6.5 Uno dei più positivi: sempre nel vivo del gioco, molte ripartenze le avvia lui, purtroppo per la Base, senza successo.
All. Mangiacotti 6 La strategia pianificata è chiara sin dall’inizio: disposizione difensiva, aggressività e omogeneità nell’occupazione del campo. Forse attende troppo per i cambi e la doppietta di Mendillo lo condanna.

base 96 seguro under 17
Gli undici titolari scelti da Mangiacotti

SEGURO (4-2-3-1)

Gambazza 7.5 S’infila il mantello da supereroe per un giorno: sicurissimo nelle uscite alte, riflessi eroici su ogni conclusione avversaria, uno dei migliori in campo.
Quindici 6.5 Spinge con una foga titanica sulla corsia di destra, contribuisce all’azione del momentaneo 0-1. Promosso.
Morlacchi 6 Approccio più timido rispetto al compagno di reparto, Sade dalla sua parte sguscia via più volte. Comunque sufficiente.
Patruno 7 In ombra per buona parte di gara, cala il jolly allo scadere inventandosi un assist degno del Professore con la p maiuscola.
Tortorelli 7 Guida alla perfezione la retroguardia, dalle sue parti Patruno non riesce a sfondare e lui è un muro.
Ferrandi 6.5 Più “attaccante aggiunto” che difensore: nelle palle alte spesso c’è il suo zampino, è comunque diligente dietro.
Mendillo 8 Chiamatelo “grimaldello”, legge con intelligenza ogni situazione di gioco, si inserisce alla perfezione in entrambi i gol.
Crepaldi 6.5 Instancabile, il suo apporto di generosità è fondamentale a centrocampo, dove rincorre ogni seconda palla.
Gaino 6.5 Tanto lavoro sporco anche per lui quest’oggi, non ha grandi occasioni, ma fondamentale è il suo taglio nella rete dello 0-1.
Bertoli 7.5 Agisce sulla trequarti, nasconde palloni con continuità, inventa e distribuisce, chiamatelo “Il mago”.
Garufi 7 Le sue serpentine sulla sinistra sono la specialità di casa, sicuramente non incisivo come altri suoi compagni, ma assai prezioso.
All. Angorato-Acquaro 7 La partita a livello fisico resta equilibrata per tutti gli ottanta minuti, ma i suoi danno dimostrazione di grande potenziale offensivo, sfruttando al meglio le poche occasioni a disposizione.

base 96 seguro under 17
Acquaro e i suoi undici titolari, prima della gara contro la Base 96

ARBITRO: Di Napoli di Legnano 6 Qualche episodio dubbio c’è, ma nel complesso la partita scorre bene senza alcun problema.

base 96 seguro under 17
Di Napoli della sezione di Legnano, arbitro di Base 96-Seguro Under 17

 

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A MANGIACOTTI (BASE 96)

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA AD ACQUARO (SEGURO)

 

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli