12 Aprile 2021

Ciliverghe-Scanzorosciate Under 17: pareggio rocambolesco! Lorandi e Bisha guidano la rimonta gialloblù

Le più lette

Crudelizia: Arrigo Sacchi, il Signor Nessuno che rilanciò in grande stile il Milan

Il Milan fine anni ottanta del neo presidente Silvio Berlusconi, in procinto di progettare il futuro, decise di affidare...

Città di Sangiuliano Eccellenza: dal Fanfulla arriva Agyemang per l’attacco

Rinforzo offensivo per il Città di Sangiuliano che ufficializza l'ingaggio di Emmanuel Akwa Dei Agyemang. Il classe 1998, cresciuto...

Renate-Monza Under 17: Comi a tutto campo, Baioni all’incrocio e doppietta di Adamo, Panterine da urlo

Con quattro gol, il Renate batte il Monza e continua a mietere vittime importanti in questo percorso di test-match....

Termina in parità tra Ciliverghe e Scanzorosciate: il 2-2 finale non racconta però l’altalena di emozioni che ha portato a un’incredibile rimonta dei locali, ornata da pali e traverse, un rigore sbagliato e due gol annullati per fuorigioco. È stata una corsa sulle montagne russe, con le due compagini intente a disputarsi fino all’ultimo il trionfo.

Partono a razzo gli ospiti, che infatti vanno in vantaggio dopo tre minuti grazie a Jezm: pallonetto meraviglioso da fuori area a scavalcare il portiere che, immobile, può solo osservare la sfera insaccarsi. Il Ciliverghe fatica a uscire palla al piede e in impostazione mancano le giocate dei centrocampisti; i bergamaschi invece pressano bene in ogni zona del campo e tengono strette le linee. Al 25′ però un improvviso contropiede offre ai ragazzi di Persegani l’occasione per il pareggio, ma, dopo una finta a rientrare strepitosa che lascia sul posto il difensore avversario, Velo trova solo il palo con il suo bel destro a giro. Gli entusiasmi dei bresciani vengono però presto gelati dal solito Jezm, che al 33′ raddoppia: cross da destra a spiovere in area, il numero 9 giallorosso in torsione colpisce di testa e appoggia preciso nell’angolo basso imparabilmente: 2-0 e intervallo.

La ripresa trova uno Scanzorosciate meno pimpante e in generale i ritmi delle due contendenti si abbassano. Bisogna attendere così il 7′ per l’episodio chiave: calcio di rigore assegnato agli ospiti per un tocco di mano in area di Fasci. Dal dischetto si presenta Bertocchi che calcia forte e angolato; Saleri, estremo difensore del Ciliverghe, vola a distendersi sulla sua destra e miracolosamente respinge, salvando i suoi dal colpo del probabile ko! Sarà proprio questa parata a segnare la svolta decisiva per la storia della partita.

I padroni di casa difatti risorgono, prendono fiducia e, cinque minuti più tardi, accorciano. Punizione dalla trequarti di Thomas Bisha: cross perfetto per la sponda di testa del neo-entrato Gioiello che serve su un piatto d’argento l’appoggio comodo sotto la traversa di Lorandi: è 2-1 e i gialloblù ci credono più che mai. Comincia una fase di forcing serrato da parte del centrocampo di casa; lo Scanzorosciate cerca di arginare i rivali, ma la stanchezza non permette alla squadra di Speranza di gestire la sfida con la stessa sicurezza dimostrata in avvio. Nell’ultimo quarto d’ora succede di tutto: al 28′ Muttoni colpisce una traversa clamorosa su ottima imbeccata di Ognisanti; poi al 30′ è il Ciliverghe ad esultare, almeno momentaneamente. La gioia per il gol di Tereziu rimane infatti strozzata in gola ai tifosi quando il direttore di gara ravvisa il fuorigioco che rende vana l’azione dell’attaccante.

Sessanta secondi più tardi la speranza diventa realtà e la rimonta è completa: Denis Bisha spinge infatti in rete il tiro in diagonale – sempre di Tereziu servito da un lancio dalle retrovie – smorzato con un mezzo miracolo dalla mano aperta di Calzaferri. Il 2-2 scalda gli animi e al 35′ Jezm viene espulso. Al 42′ è ancora Lorandi a sfiorare quello che sarebbe stato un epico vantaggio, ma la sua zuccata finisce di poco a lato. Così, a tempo ormai scaduto e in pieno recupero, è la squadra bergamasca con l’uomo in meno a gustare per un attimo fugace i tre punti. Anche Ferrari, tuttavia, si trova in fuorigioco nel momento in cui riesca a gonfiare la rete: altro gol annullato quindi e punteggio che rimane fissato fino al triplice fischio finale.

Ciliverghe-Scanzorosciate Under 17 - Jezm
Jezm, croce e delizia dello Scanzorosciate: doppietta e rosso nel finale per lui.

IL TABELLINO

CILIVERGHE – SCANZOROSCIATE 2-2
RETI 
(2-0; 2-2): 3′ e 33′ Jezm (S); 12’st Lorandi (C), 31′ st Bisha D. (C).
CILIVERGHE (4-3-1-2): Saleri, Bresciani (dal 37’st Bonetti), Capra (dal 10’st Gioiello), Fasci, Bisha T. (dal 23’st Fagoni), Merli, Taglietti (dal 10’st Elisetti), Tosi, Bisha D. (dal 37’st Ragnoli), Lorandi, Velo (dal 10’st Tereziu). All. Persegani.
SCANZOROSCIATE (4-4-2): Calzaferri, Paleni L., Boni (dal 39’st Jawad), De Vignani (dal 31’st De Rosa), Muttoni, Paleni M., Bertocchi (dal 44’st Volta), Pezzotta (dal 27’st Magni), Jezm, Benzoni (dall’8’st Ferrari), Minelli (dal 23’st Ognisanti). All. Speranza.
ARBITRO
: Lazzarini di Brescia.
AMMONITI: 7’ Paleni M. (S); 2’st Jezm (S), 6’st Tosi (C), 13’st Gioiello (C), 29’st Tereziu.
ESPULSO: 35’st Jezm (S).

Ciliverghe-Scanzorosciate Under 17 - Persegani
Mister Persegani del Ciliverghe.

LE PAGELLE

CILIVERGHE
All. Persegani 6.5
Squadra tosta che reagisce a una situazione complicatissima e raggiunge il pareggio.
Saleri 8
Un rigore parato e tanta personalità.
Bresciani 6.5
Terzino di spinta, corre su tutta la fascia. (37′ st Bonetti 6).
Capra Impatta bene a sinistra, ma forse può essere più propositivo.
10′ st Gioiello 7 Entra e sforna un assist al bacio.
Fasci 6 Fatica a contenere gli attacchi avversari in avvio, poi si riprende bene.
Bisha T. 7
Nel secondo tempo detta legge a centrocampo. (23′ st Fagoni 6).
Merli
Buona prova al centro della difesa. Regge l’urto.
Taglietti 6 Non riesce ad incidere come vorrebbe sulla partita. (10′ st Elisetti 6).
Tosi 7
Cresce tantissimo nella ripresa; difficile rubargli il pallone.
Bisha D.
 7.5 Suo il gol del 2 a 2 finale. Tanto lavoro per la squadra in avanti. (37′ st Ragnoli 6).
Lorandi 8 Trova la chiave per riaprire il match nel secondo tempo; quindi sale in cattedra.
Velo 7 Buona prova a sprazzi; la tecnica c’è, il palo gli nega la gioia del gol.
10′ st Tereziu 7 Entra e si fa trovare pronto.
A disposizione: Scarpari, Domenighini, Alberga.
Dir. Comelli.

Ciliverghe-Scanzorosciate Under 17 - Speranza
Il tecnico Speranza dello Scanzorosciate.

SCANZOROSCIATE
All. Speranza 6.5
Primo tempo di grande livello; poi sopraggiunge la stanchezza, forse.
Calzaferri 7
Sempre attento quando chiamato in causa, poco può sui gol subiti.
Paleni L. 6
Ordinato in fase di ripiegamento.
Boni Propositivo a sinistra, stringe in copertura quando serve. (39′ st Jawad sv)
De Vignani 6.5 Buona prova in mezzo al campo, dove si fa rispettare. (31′ st De Rosa 6)
Muttoni 6.5
Sfiora, con una gran giocata, il gol che avrebbe chiuso la partita.
Paleni M.
6.5 Attento in copertura, compie un paio di chiusure fondamentali.
Bertocchi 6 Coordina le avanzate dei suoi da metà campo in su; sbaglia però il rigore poi rivelatosi decisivo. (44′ st Volta sv).
Pezzotta 6.5
Filtro fondamentale a centrocampo, soprattutto nel primo tempo. (27′ st Magni 6).
Jezm
 7.5 Doppietta da fenomeno; ingenuo invece a rimediare il rosso che lo terrà fuori dai giochi almeno per un paio di giornate.
Benzoni 7.5 Piedi educatissimi; nel primo tempo semina il panico tra le linee avversarie. (8′ st Ferrari 6).
Minelli 7 Rapidità e velocità al servizio della squadra; assist-man. (23′ st Ognisanti 6.5).
A disposizione: Alborghetti, Malacarne, Lorenzi.
Dir. Lazzaroni.

ARBITRO: Lazzarini di Brescia 6.5 Buona direzione, priva di sbavature: sicuro nei momenti chiave.

LE INTERVISTE

Persegani (Ciliverghe): «Dopo un avvio difficile siamo stati bravi a reagire nella ripresa. I meriti vanno dati anche allo Scanzorosciate per come ha saputo gestire e condurre il match, poi siamo usciti fuori anche noi. Il risultato è buono e tutto sommato giusto, credo; la nostra è una squadra ancora in fase di costruzione: partite come questa ci aiutano a crescere».

Speranza (Scanzorosciate): «Siamo stati bravi soprattutto nel primo tempo; abbiamo fatto ciò che dovevamo fare con il giusto atteggiamento, poi invece nella ripresa è arrivato un calo forse anche fisico. Il rigore fallito è stato senz’altro l’episodio decisivo della sfida perché ha ridato fiducia ai nostri avversari. Rimane comunque la voglia di affrontare quest’anno cercando di dare fastidio là davanti e fare quindi un campionato di vertice: la squadra per farlo c’è».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0