mercoledì, 8 Aprile 2020

Ciliverghe Under 17 Élite: Galvano e Pasotti si dimettono, le redini per ora vanno a Stefano Tagliani

Le più lette

Under 15 Élite: a tu per tu con Alessandro Vicinanza Toscano, tecnico dell’Accademia Internazionale

Il nuovo format dell’Under 15 Élite. Andiamo a conoscere meglio gli allenatori delle squadre di questa stagione di entrambi...

Tutto finito: classifiche, quote scuola calcio, rimborsi e non solo. Domande e (soprattutto) risposte

Edizione da non perdere quella di Sprint e Sport, in edicola e online in edizione digitale di lunedì 6...

Promozione: Il destino rossonero e il Tribiano, Aquilante si racconta…

E' ormai una bandiera del Tribiano dove gioca da quasi 6 stagioni consecutive con la stessa casacca. Ha giocato...

Un altro scossone per la categoria regionale, ma soprattutto per il girone B di questa Under 17 Élite: dopo l’esonero di cantoni dal Franciaciorta ora si dimettono anche Enzo Galvano e Roberto Pasotti dalla guida del Ciliverghe.
«Il Ciliverghe Calcio comunica che in data odierna il tecnico degli Allievi Regionali elite Enzo Galvano, ed il vice allenatore Roberto Pasotti, hanno rassegnato le proprie dimissioni dalla guida tecnica della squadra» recita il comunicato ufficiale della squadra, che continua spiegando da subito le decisioni societaria per l’immediato futuro: «Il direttore sportivo del Settore Giovanile Angelo Chiarini ha affidato al momento la conduzione degli Allievi all’allenatore Stefano Tagliani ed al suo staff». «Ringraziamo Galvano e Pasotti per il lavoro svolto in quest’anno e mezzo che ha portato alla società importanti trofei come il Bresciaoggi e che ha contribuito alla crescita dei ragazzi del vivaio, nostro primo obiettivo. Al momento la squadra è stata affidata a Stefano Tagliani che ricoprirà il doppio incarico di allenatore di Allievi e Juniores e che ringrazio per essersi messo a disposizione della società»queste le parole ufficiali di Angelo Chiarini rilasciate sempre sul comunicato ufficiale.
Le parole di Enzo Galvano non lasciano spazio a dubbi, scelta difficile ma coraggiosa per la crescita caratteriale di un gruppo che finora ha faticato molto: «Io posso insegnare ai ragazzi tecnica, tattica e come stare in campo, ma quando hanno dei limiti a quest’età difficilmente li correggi. Abbiamo fatto questa scelta per i ragazzi, per sperare che cambiando qualcosa possano avere una reazione decisiva. Con questa mia azione ho cercato di metterli un po’ alle corde appunto per costringerli a reagire e tirare fuori il carattere. Mi è stato chiesto di rimanere legato alla società, perchè potrebbe esserci ancora bisogno del mio aiuto, ma non ho intenzione di mettere piede sul terreno di gioco ora come ora per seguire i miei figli sul campo. Si poteva continuare a lavorare insieme, le dimissioni sono solo per la loro crescita. Io e i ragazzi eravamo molto legati, sono stati commoventi i saluti».

Queste invece le parole ai nostri microfoni di Angelo Chiarini: «Stefano e il suo staff si allenavano in contemporanea con il gruppo, quindi era la scelta migliore per il momento visto che già conosceva bene il gruppo. Se le cose andranno per il verso giusto la situazione potrebbe stabilizzarsi così, se invece dovessero esserci difficoltà affiancheremo qualcuno a lui per fargli conoscere il gruppo e vedere come andrà. Galvano rimarrà in società, gliel’ho chiesto io e lui è stato contento di accettare»

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy