24 Settembre 2020 - 11:22:02
sprint-logo

Enotria Under 17, Stringhini: «L’Élite è di altissimo livello ma ci sono abituato. Sarà bello affrontare realtà come la nostra»

Le più lette

Forza e Costanza – Pro Palazzolo Coppa Italia Eccellenza: doppietta Longaretti, Palazzolo troppo tardi

Buona la prima casalinga per Foglio che in casa batte per 2-1 il neopromosso Pro Palazzolo con i ragazzi...

Lutto nel calcio varesino, si è spento Giovanni Formaglio

Calcio varesino in lutto per la scomparsa di Giovanni Formaglio, collaboratore di molte realtà del territorio quali Fulgorcardano, Torino...

Città di Varese Serie D, altre tre ufficialità: Siaulys, Polo e Parpinel

Il Città di Varese ufficializza le firme del portiere Ovidijus Siaulys, del terzino destro Tommaso Polo (nella foto ai...

Una stagione all’insegna della continuità: ecco ciò che aspetta l’Enotria Under 17. Una linea ben chiara e delineata quella della società rossoblù, volta a non sconvolgere gli equilibri creati durante la passata stagione. Un esempio lampante di questa scelta societaria è la rosa classe 2004. Sono stati infatti confermati in toto tutti i ragazzi, ai quali saranno aggiunti coloro che hanno giocato da sotto età in Élite la passata stagione. «Abbiamo deciso di riconfermare tutti senza alcuna selezione – puntualizza Stringhini -. Ciò va anche contro la nostra storia, visto che l’abbiamo sempre fatta». Per quanto riguarda proprio la rosa 2004, il tecnico rossoblù è convinto del valore dei propri ragazzi: «Ho a disposizione una rosa molto competitiva. Abbiamo confermato tutti i ragazzi, ai quali si aggiungono coloro che tornano dalla vecchia Under 17».

Ricominciare però non è mai semplice. I mesi di stop sono stati diversi, e a pagare di più questa lontananza dal campo sono stati proprio i ragazzi. Sebbene Stringhini possa contare su una squadra che sta lavorando a buon ritmo, non mancano le difficoltà: «Innazitutto credo che i ragazzi abbiano bisogno di voltare pagina, oltre che divertirsi e stare insieme. Sebbene molti si siano allenati in questi mesi, ciò che non è più abituata a fare sport è la testa. La difficoltà più grande che stanno trovando è capire le distanze in campo». Il tempo per lavorare comunque non manca, e i ragazzi dell’Enotria sono già al lavoro da diversi giorni per farsi trovare pronti il 27 settembre. Il calendario ha da subito messo di fronte ai rossoblù i rivali dell’Alcione, per un incontro che si preannuncia da fuochi d’artificio.

Enotria Under 17, la rosa classe 2004
Enotria Under 17, la rosa classe 2004

Con un livello – quello del campionato Élite – così alto, era facile immaginare un big match già alla prima giornata. Un girone caratterizzato da un tasso tecnico molto elevato, come afferma lo stesso Stringhini: «Nel nostro raggruppamento è pieno di squadre di altissimo livello. Rispetto al girone B forse ci sono più realtà che possono ambire in alto, ma sostanzialmente cambia poco. Rimane il fatto che ogni domenica dovrai affrontare partite di un certo livello». Al nome Giovanni Stringhini non si può non associare un termine semplice ma complesso da raggiungere: la vittoria. Nel corso della sua lunga carriera da tecnico dell’Enotria, Stringhini ha infatti avuto modo di affrontare diversi campionati di altissimo livello. «L’Élite è per me un campionato nuovo, ma cambia molto poco con quelli che ho affrontato nel passato. Ricordo che con gli Allievi 1999 affrontai un girone difficilissimo con squadre davvero forti. Prima forse, con quattro gironi, era più dispersivo. Ora con tutte le squadre in due gironi è più selettivo».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli