13 Luglio 2020 - 23:00:10

Mariano – Seregno Under 17: Citterio alla Vlahovic, Citterio ingrana la quinta e spicca il volo

Le più lette

Castiglione Eccellenza, blindata la difesa con Filippo Mambrin

Passa dal rossoblù dei Pirati a quello dei Mastini il difensore Filippo Mambrin, ex Governolese e da oggi nuovo...

Andrate, Mozzate, Azzurra: il nuovo scenario tra cambi di denominazione e fusioni

Il quadro non è dei più semplici da spiegare, ma quello che conta è che alla fine Mozzate, Azzurra...

Aygreville, il nuovo tecnico è Matteo Pasteris

Dopo l'addio a sorpresa di Rizzo, accasatosi alla Biellese, l'Aygreville si è preso qualche giorno di riflessione prima di...

Il Mariano ingrana la quinta, continua a volare e non si nasconde più. I ragazzi di Citterio, imbattuti da quasi quattro mesi, falliscono l’approccio nella gara contro il Seregno, ma trovano la forza di rialzarsi e di concludere con un 3-1 senza storia. L’aria d’alta quota si fa vedere sin dalle prime battute di una partita, che nel suo intero corso, risulterà equilibrata, precaria e ricca di agonismo. C’è molta tattica sia nell’approccio del Mariano di Citterio, che in quello del Seregno di Venantini, che soprattutto nella prima parte del primo tempo badano più a studiare che ad attaccare. Il primo squillo del match arriva al 7’ ed è un tiro dalla distanza da parte di Panicucci, che si rivela piuttosto centrale e facile per Barbugian. Per larghi tratti il gioco si rivela, poi, spezzettato e ricco di contrasti che limitano la fase inventiva dei ventidue in campo. Serve un episodio per rompere il ghiaccio, episodio che arriva al 26’, quando passano in vantaggio gli ospiti: Pereira addomestica un tracciante proveniente dalle retrovie, s’inserisce tra Benetti e Iacca e punisce Barbugian con un diagonale chirurgico che s’insacca nell’angolino alla destra della porta difesa dall’estremo difensore gialloblù. Il Mariano è povero di idee e non riesce a generare grandi occasioni, complice un assetto difensivo quasi perfetto degli Spartans, che avrebbero la concreta opportunità di raddoppiare al 38’, quando un’incursione di Benedetti sull’out di destra regala un pallone solo da spingere in porta a Panicucci, un’azione che il direttore di gara stoppa perché il pallone ha superato la linea di fondo. Quasi perfetta, dicevamo, perché proprio allo scadere è una leggerezza a costare cara e a portare al pareggio casalingo: Citterio si avvia in progressione sulla corsia di destra, Buzzoni ritarda leggermente l’uscita e consente al bomber gialloblù di silurare Boselli con un destro potentissimo che regala l’1-1 ai suoi. Nella ripresa la partita diviene decisamente più frizzante, con le due squadre a lasciarsi definitivamente alle spalle la fase di studio e ad attaccare concretamente: ci provano subito gli ospiti con il traversone di Benedetti a creare panico a Barbugian, che respinge e serve involontariamente Favarato, che non è lucido e da due passi spedisce alto. La reazione casalinga è un blitz sulla sinistra da parte di Marelli, la cui conclusione è però centrale e la nuova risposta seregnese è invece affidata ad Esposito, il cui destro potente viene ancora una volta respinto da Barbugian. La partita è equilibrata, ma nel giro di due minuti diviene ostacolo insormontabile per i ragazzi di Venantini e gara in discesa per quelli di Citterio. Al 12’ ci pensa Appiani a regalare il vantaggio ai padroni di casa, depositando in rete di testa una corta respinta di Boselli, che aveva precedentemente parato un calcio di punizione a Corrarati, mentre è lo stesso Corrarati, in un’azione fotocopia, a triplicare le marcature, questa volta depositando in rete di testa una respinta di Boselli, quasi sorpreso sul corner battuto da Ierardi. Nei minuti finali il Seregno si spinge in avanti alla ricerca del gol, ma a nulla servono i ripetuti assalti alla porta di Barbugian, perché il finale sorride, ancora una volta, ai ragazzi di Citterio, che continuano a sognare in grande e spiccano definitivamente il volo, candidandosi ufficialmente alla vittoria del campionato. Molto rammarico, invece, in casa Seregno, dove per la seconda domenica di fila arriva una sconfitta a causa di alcune disattenzioni, che rendono vana una prestazione più che positiva.

Il tabellino di Mariano – Seregno Under 17

MARIANO – SEREGNO 3-1
RETI (0-1; 3-1): 26’ Pereira (S), 40’ Citterio (M), 12’ st Appiani (M), 14’ st Corrarati (M).
MARIANO (4-3-3): Barbugian 7, Beraldo 6, Filoni 6, Benetti 6, Iacca 6, Cesana 6.5 (39’ st Longoni sv), Ierardi 7, Corrarati 7.5 (36’ st Crippa sv), Appiani 7, Marelli 6.5 (22’ st Poso Miranda 6), Citterio 7.5. All. Citterio 7. A disp. Biscaro, Romano, Rivolta, Redaelli, Andrei. Dir. Mondelli.
SEREGNO (4-3-3): Boselli 6, Favarato 6 (32’ st Gaetani sv), Parravicini 6.5, Giussani 6 (24’ st Scognamiglio 6), Cogotzi 6.5, Buzzoni 5.5, Benedetti 6.5, Panicucci 6.5, Esposito 6, Sapio 6, Pereira 7 (22’ st Belnome 6). All. Venantini 6. A disp. Biginato, Gambirasio, Cattaccin. Dir. Buzzoni.
AMMONITI: Corrarati (M), Boselli (S), Favarato (S).
ARBITRO: Bergamini di Saronno 6.5.

Le pagelle di Mariano – Seregno Under 17

Mariano

MARIANO (4-3-3)
Barbugian 7 Provvidenziale nelle occasioni in cui il Seregno inquadra lo specchio, sempre presente.
Beraldo 6 Ha il suo bel da fare contro un Pereira in grande spolvero, nel complesso se la cava nonostante qualche svarione.
Filoni 6 Ripulisce la retroguardia da palloni vaganti, prestazione solida.
Benetti 6 Il Mariano è una corazzata e il metro diventa severo, troppo morbido in occasione del momentaneo 0-1.
Iacca 6 Stesso discorso di Benetti, macchia la sua prova con una piccola disattenzione difensiva, poi si riprende alla grande.
Cesana 6.5 Sfutta al meglio la propria fisicità, difende bene il pallone e fa salire i suoi.
Ierardi 7 Spina nel fianco, costante negli inserimenti e pregevoli iniziative nelle ripartenze.
Corrarati 7.5 Il capitano riscatta un primo tempo decisamente sottotono con una ripresa mostruosa, lotta su ogni pallone, propizia il 2-1 e timbra il cartellino.
Appiani 7 Sfrutta al meglio la corta respinta, è lui a regalare il momentaneo 2-1.
Marelli 6.5 Dinamico e pimpante, in avanti è sempre un osso duro per i difensori avversari.
Citterio 7.5 Semplicemente di un’altra categoria, alimenta le speranze con una progressione che ricorda quella di Vlahovic contro l’Inter. Talento.
All. Citterio 7 I suoi ragazzi non hanno paura di volare, l’obiettivo, ora, non è più la salvezza ma la vittoria del campionato.

Seregno

SEREGNO (4-3-3)
Boselli 6 Due leggerezze si rivelano cruciali ai fini del risultato, peccato perché la prova sino a quel momento era positiva.
Favarato 6 Spinge ed alimenta le corsie esterne con continuità, nel mezzo un errore grossolano sottoporta e qualche passaggio di troppo sbagliato.
Parravicini 6.5 Rimane concentrato per tutti gli ottanta minuti, sono veramente poche le sue disattenzioni.
Giussani 6 Distribuisce palloni e fa circolare velocemente il gioco, nel complesso sufficiente.
Cogotzi 6.5 Sempre sicuro e diligente, mura diverse conclusioni e non concede troppo spesso spazi.
Buzzoni 5.5 In ritardo in occasione del momentaneo pari e disattento sul 2-1, sicuramente si rifarà.
Benedetti 6.5 Una delle note positive di questo Seregno, non molla in alcuna occasione ed è sempre pericoloso sulla corsia di destra.
Panicucci 6.5 Stesso discorso di Benedetti, costruisce molto e va spesso alla conclusione.
Esposito 6 Si muove e lotta su ogni frangente, il gol non arriva ma ci mette fame.
Sapio 6 Un po’ pochino, da lui ci si aspetta sicuramente di più, a sprazzi ma non sufficiente.
Pereira 7 La sblocca con opportunismo e freddezza, bravo ad incunearsi tra i due difensori avversari, poi gioca molto di prima.
All. Venantini 6 Come in occasione della sconfitta interna contro l’AlbinoGandino i suoi giocano per buona parte di gara ma sono condannati da diverse amnesie.

Bergamini di Saronno

ARBITRO: Bergamini di Saronno 6.5 Direzione nel complesso equilibrata, in alcune situazioni un po’ titubante.

 

GUARDA IL GOL DEL 2-1
GUARDA IL GOL DEL 3-1

 

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A CITTERIO (ALL. MARIANO)

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A VENANTINI (ALL. SEREGNO)


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli